Dopo la strage all’ospedale di Kunduz, in Afghanistan, l’Ancisicilia (Associazione dei Comuni Siciliani) e il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando hanno espresso la loro solidarietà verso MSF, che due settimane fa avevano ricevuto la cittadinanza onoraria del capoluogo siciliano da parte del Primo Cittadino.

Esprimo la mia solidarietà e quella dell’AnciSicilia a Medici senza frontiere e alla popolazione di Kunduz per il bombardamento all’ospedale, ennesimo e inaccettabile massacro.” – ha dichiarato Orlando- “Ci uniamo alle famiglie, ai colleghi e agli amici di coloro che hanno perso la vita e che sono stati feriti. Siamo fieri di questi eroi che, a costo della vita, cercano di rendere il mondo un posto migliore. Sosteniamo, quindi, la campagna di sensibilizzazione lanciata da Medici Senza Frontiere per chiedere una investigazione indipendente sulla strage di Kunduz”

Il personale di MSF (Medici Senza Frontiere) ha lasciato la città afgana di Kunduz, a seguito del bombardamento da parte degli USA all’ospedale, che ha causato la morte di diciannove persone che si trovavano all’interno della struttura durante l’attacco.