Dopo la strage di Parigi un gruppo di passeggeri palermitani che questa mattina aveva il volo per la capitale francese ha deciso di rinunciare al viaggio e di restare a Palermo.

Sul volo Ryanair delle 10.40 Palermo-Parigi, erano previsti 189 passeggeri ma alla fine ne sono partiti solo 148. Il resto, nonostante il biglietto pagato, ha deciso di restare a casa.

E’ previsto, invece, per oggi pomeriggio l”arrivo all’aeroporto di Palermo del volo Ryanair Parigi-Palermo.

“Non vedo l’ora di riabbracciare mio figlio. L’ho potuto sentire ieri sera solo per pochi minuti. Era molto
spaventato e commosso per quello che è successo. Ringrazio Dio che la sua vacanza sia finita ieri sera e che ha lasciato la Francia”. A parlare con l’Adnkronos è Guido Scafidi, pensionato palermitano che si trova nell’area arrivi dell’aeroporto di Palermo in attesa dell’arrivo del figlio che ieri sera si trovava in centro a Parigi mentre i terroristi attaccavano.

“Ieri sera lo abbiamo rintracciato solo poco prima di mezzanotte – spiega Scafidi – Eravamo molto preoccupati. Poi quando lo abbiamo sentito al telefono ci siamo tranquillizzati. Mi ha detto che dopo quanto accaduto è tornato di corsa in albergo dove si sono barricati con gli altri turisti. Stamattina li hanno portati in aeroporto”.

Agnese Genova aspetta, invece, la figlia diciottenne che è andata a Parigi per tre giorni. “Ieri sera sono stata incollata davanti alla tv per ore – racconta tremante – Anche se avevo sentito mia figlia al telefono, non riuscivo a tranquillizzarmi. Per fortuna sta tornando”.