Non c’è modo migliore di iniziare il nuovo anno che quello di concedersi un appuntamento esclusivo in uno dei più suggestivi teatri italiani. L’occasione è il concerto di Capodanno del Teatro Massimo Bellini di Catania, che si terrà il 2 gennaio 2012 alle 19.

Esaltate dal virtuosismo canoro di Jessica Nuccio (soprano) e Michele Mauro (tenore), verranno proposte musiche di Johann Strauss Jr (Il pipistrello, Ouverture, Sul bel Danubio blu, valzer op. 314, Sotto tuoni e lampi, polca op. 324, Perpetuum mobile, csherzo op.252), Jacques Offenbach (Orfeo all’inferno, Can-Can), Franz Lehàr (La vedova allegra, Venite orsù sirene, Tace il labbro).

Tre grandi compositori che seppero descrivere in modo mirabile aspirazioni ed umori di anni caratterizzati da grandi contraddizioni: dai fasti dei balli viennesi alla miseria delle classi popolari.

Sul podio, il Maestro Manfred Mayrhofer. Orchestra e coro del Teatro Massimo Bellini.
I biglietti di ingresso alla serata hanno un costo di 35, 25 e 15 euro. Sono acquistabili sul sito www.teatromassimobellini.it

Prende inoltre il via, da domani, la nuova campagna abbonamenti della Stagione Lirica 2012 del Teatro Massimo Bellini. In programma ben sette titoli, cinque opere e due balletti. Dal 15 gennaio “Carmen” di Georges Bizet, a febbraio ci sarà “Tosca” di Giacomo Puccini, a marzo il balletto “Sinfonie in danza” della coppia Marinel Stefanescu – Liliana Cosi; a maggio la musica di Wolfgang Amadeus Mozart con “Le nozze di Figaro”, a seguire il balletto “Il lago dei Cigni” di Piotr I. Ciaikovskij con la compagnia del Teatro dell’Opera di Praga; ad ottobre ci sarà Gioachino Rossini con la sua “L’italiana in Algeri” mentre a chiudere la Stagione 2012 sarà, a dicembre, “La traviata” di Giuseppe Verdi.

Per acquistare o rinnovare gli abbonamenti, è sufficiente recarsi al botteghino del teatro, aperto dal martedi al venerdi con orario 9,30-12,30 e, al pomeriggio, dalle 17 alle 19. Sabato apertura solo di mattina. Lunedi chiuso. Nei giorni di spettacolo, l’apertura pomeridiana avverrà un’ora prima dell’inizio della recita.