Una coppia di coniugi è stata denunciata con l’accusa di diffamazione e minacce, per avere divulgato foto e video pornografici che ritraevano l’amante dell’uomo.
A denunciare il caso è stata una donna che ha raccontato ai poliziotti della squadra Mobile di Ragusa di avere intrapreso una relazione con un uomo sposato, che le aveva detto di avere già lasciato la moglie. Effettivamente l’uomo aveva abbandonato il tetto coniugale, pur mantenendo costanti rapporti con la moglie.

La nuova storia d’amore sarebbe andata avanti per qualche mese, fino a quando durante i rapporti sessuali la signora sarebbe stata filmata con il telefono cellulare dall’uomo (alcuni file con il consenso e altri “rubati”).

Il materiale in questione è diventato l’incubo della vittima, perché la moglie di lui che, per vendicarsi, avrebbe contattato su Facebook i figli dell’amante del marito per renderli “edotti” di chi fosse la madre, una “rovina famiglie.

Dalla denuncia sarebbe anche emerso che l’uomo avrebbe minacciava la donna di divulgare ad altri il materiale se non avesse accettato le sue condizioni rispetto alla relazione e lo stesso faceva la moglie tradita.

Negli uffici della Polizia, la moglie tradita ha ammesso le proprie responsabilità, in quanto “accortasi di chi fosse la donna che stava rovinando la sua vita”, voleva vendicarsi.