Rifinanziare le opere di manutenzione straordinarie già bandite dall’Istituto autonomo case popolari di Catania che ammontano ad alcuni milioni di euro, e che consentirebbero di recuperare molti alloggi oggi inagibili la maggior parte dei quali ubicati nel quartiere di Librino.

La sollecitazione arriva dalla segretaria regionale del Sunia, Giusi Milazzo, che nei giorni scorsi ha partecipato all’incontro con l’assessore regionale alle Infrastrutture, Antonio Bartolotta, durante il quale sono stati affrontati i temi del disagio abitativo e di quell’oramai statica “emergenza casa” che si è accentuata  anche a causa della crisi.

Nel corso dell’incontro, afferma Milazzo, è stata  sottolineata “l’esigenza di avviare con urgenza un piano regionale per la riqualificazione degli immobili pubblici spesso in condizioni di grave degrado e per il completamento degli edifici rimasti incompiuti”. Inoltre, all’assessore Bartolotta è stato sottoposto “il problema del completamento dei 144 alloggi di viale San Teodoro, sui quali continua a gravare un preoccupante silenzio”.

Sul tappeto anche l’emergenza sfratti, che ha registrato “un aumento esponenziale per morosità molti dei quali interessano i lavoratori e le lavoratrici che hanno perso il posto di lavoro”. I sindacati hanno poi chiesto che si proceda con la riforma degli Iacp aprendo un tavolo di confronto con i rappresentanti degli assegnatari e dei lavoratori.  “Bartolotta ha assunto l’impegno – conclude Milazzo – di riconvocare entro fine aprile le parti sindacali per fornire risposte e proseguire il confronto”.

 E.UR