La Polizia di Stato ha sventato un furto notturno in provincia.
A Partinico, personale del locale Commissariato di pubblica sicurezza ha arrestato i pregiudicati partinicesi Salvatore Cardaci, 23enne e Salvatore Bommarito, 33enne, poiché responsabili del reato di danneggiamento aggravato, tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

I due sono stati sorpresi, in piena notte, in via Venezia nascosti all’interno di bagni pubblici, poco prima che facessero irruzione nei locali del bar Bono di corso Dei Mille.

L’esercizio commerciale, per altro di recente già teatro di furti notturni, risulta avere una finestra comunicante con i bagni pubblici, ai quali si accede attraverso una galleria comunale, il cui cancello d’ingresso era stato già forzato e manomesso dai due partinicesi.

Esattamente ciò che avevano fatto i due pregiudicati: gli agenti, insospettiti dalla rottura del lucchetto del cancello d’accesso alla galleria comunale e dalla presenza di alcuni attrezzi atti all’effrazione, si sono inoltrati fino ai bagni pubblici e lì hanno sorpreso i due ladri.

Cardaci e Bommarito avevano già divelto una grossa grata che separa i bagni dalla finestra del bar e sono stati individuati, nonostante tentassero di celarsi dietro una porta dei vespasiani.
Il bar in argomento, soltanto lo scorso 20 ottobre, era già stato “visitato” dai ladri e, per questo motivo, il titolare dell’esercizio aveva montato la grata, nella convinzione, evidentemente errata, che ciò l’avrebbe salvaguardato da futuri, indesiderati raid notturni.

L’arresto dei due è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria, in sede di “direttissima”.