Archivio

elezioni di secondo livello fra ottobre e novembre

Addio Province, nascono i Consorzi
Quasi tre anni per una sola riforma

Fra ottobre e novembre le prime elezioni di secondo livello ma ci vorranno almeno sei mesi perché la norma vada a regime. Ci sono voluti quasi tre anni per arrivare alla prima delle riforme annunciate da Crocetta ed è un testo ancora dimezzato

0 condivisioni

approvata norma per la proroga ma non le nomine

Ex province senza alcuna guida
Il governo dimentica i commissari

dopo lo stop alla legge di riforma degli enti locali il governo si è affrettato ad approvare la norma per la proroga del commissariamento fino al 31 luglio ma poi si è dimenticato di nominare i commissari ad acta

0 condivisioni

a rischio 4 partecipate di altrettante province

Riforme e macelleria sociale
Verso 800 licenziamenti

Sull’orlo del licenziamento i circa 800 dipendenti delle società partecipate delle ex Province. È quanto è emerso in commissione Affari istituzionali all’Ars in merito al futuro di quattro partecipate di Palermo, Caltanissetta e Siracusa. Si tratta della Palermo Energia, della Caltanissetta Service, della Siracusa Servizi e della Publiservizi Spa. Un percorso temuto da tempo e

0 condivisioni

appello di cisl alla regione

Nessun dipendente è a rischio,
ma “si completi riforma ex Province”

La Cisl e la Cisl Funzione pubblica di Catania sollecitano il governo e la politica regionale a dare un assetto definito all’ente intermedio che nascerà, alla collocazione dei dipendenti e alla fornitura dei servizi.

0 condivisioni

a catania il segretario nazionale uil

Abolizione Province, Barbagallo: “A rischio 20 mila dipendenti pubblici”

Dipendenti del pubblico impiego in piazza a Catania insieme con il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo. Sotto la sede della Provincia Regionale e della Prefettura in via Etnea hanno manifestato contro i provvedimenti di soppressione delle province che stanno facendo emergere problemi per le conseguenze che ne potrebbero derivare.

0 condivisioni

il sit in di sindacati e lavoratori

Le ex Province scricchiolano:
“Solo in Sicilia a rischio 3mila posti”

Se anche in Sicilia si dovesse recepire la linea politica del Governo in discussione in Parlamento, circa 3000 lavoratori, che rappresentano più la metà del personale delle province siciliane, dovranno essere posti in mobilità, con il concreto rischio di non percepire  gli stipendi.

0 condivisioni

Salvataggio per Palermo Energia
Verso proroga fino ad aprile 2015

Tornerà a riunirsi la prossima settimana la Commissione lavoro dell’Ars con all’ordine del giorno l’analisi della situazione di palermo Energia società partecipata della ex provincia regionale di palermo che rischia di essere travolta dalla cancellazione dell’ente provincia e dai tagli ai trasferimenti causando non solo problemi occupazionali ma anche stop all’erogazione di servizi. Al tavolo,

0 condivisioni

Province, c’è tempo fino ad aprile
Approvata proroga commissariamento

Stop a Ingroia e Tucci che non potranno essere riconfermati perché la nuova legge nazionale vieta il conferimento di doppi incarichi e di incarichi ai pensionati

0 condivisioni

è stato nominato dal governatore crocetta

Ex Provincia di Catania:
si insedia il commissario Azzarello

E’ stato nominato dal governatore Crocetta lo scorso 31 ottobre e stamani ha firmato il decreto di insediamento: Sergio Azzarello è il nuovo commissario ad acta dell’ex Provincia regionale di Catania.

0 condivisioni

dureranno in carica 60 giorni

Province, arrivano i baby commissari
Ma non tutti sono nominabili

Scoppia un nuovo caso province, scaduti i commissari non vengono rinnovati e, in attesa della legge, il presidente della regione invia 9 commissaria d acta per 2 mesi ma molti non sarebbero neanche dirigenti

0 condivisioni

domani l'italia al voto per le nuove province

Goodbye democrazia, l’Italia vota mentre la Sicilia ‘talìa’

A mettere la firma in calce al fallimento del più importante dei progetti rivoluzionari partoriti dal governatore Crocetta è stato il presidente dell’Anci Sicilia, Leoluca Orlando. E, in effetti, è surreale che la riforma delle Province, annunciata addirittura poche settimane dopo l’elezione dell’ottobre del 2012 come il primo di una lunga serie di atti che

0 condivisioni

la sicilia sta a guardare il resto d'italia

Riforma Province, è scontro:
Orlando contro Crocetta

La riforma siciliana resta al palo mentre nel resto del Paese si attua la riforma Delrio, partita dopo ma già giunta a destinazione. per il Presdente dell’AnciSicilia Leoluca Orlando “Lo stesso può dirsi per le Riforme di acqua e rifiuti”

0 condivisioni

la riforma delle ex province regionali

La nissena Butera verso Catania
Sì del Consiglio, ora referendum

Dopo Gela, Niscemi, e Piazza Armerina anche Butera, comune di quasi cinquemila abitanti della ex provincia regionale di Caltanissetta, ha deciso di aderire al consorzio di comuni che fa capo a Catania. Ieri il voto in Consiglio comunale.

0 condivisioni

si uniscono a gela che si era già pronunciata

Niscemi e Piazza Armerina vogliono essere catanesi: è caos province

Bassa affluenza alle urne ma chi è andato a votare aveva le idee chiare. come per Gela bisognerà verificare se i referendum sono validi a prescindere dal quorum e poi immaginare una provincia di catania allargata alla Sicilia centrale

0 condivisioni

il voto in consiglio comunale

Aci Castello resta a Catania:
sì alla Città Metropolitana

Stamani ad Aci Castello, invece, 14 consiglieri su 17 hanno detto sì alla Città Metropolitana di Catania bocciando la proposta di fuoriuscita di Antonio Maugeri che ha incassato il sostegno di Antonio Bonccorso del M5S e di Franco La Rosa (Lista Civica).

0 condivisioni

la proposta dei consiglieri maugeri e scuderi

Province, Aci Castello ci riprova:
idea bipartisan per lasciare Catania

Una proposta bipartisan per riavviare il distacco del Comune di Aci Castello dalla Città metropolitana di Catania immaginando l’ingresso nel Libero consorzio delle Aci. E’ quanto previsto in un documento dei consiglieri comunali castellesi, Antonio Maugeri e Francesco Scuderi.

0 condivisioni

no al passaggio all'area metropolitana di catania

Liberi consorzi, referendum flop
Gela diserta le urne e resta nissena

Solo il 36% dei cittadini alle urne per esprimersi sull’adesione al libero consorzio di Catania abbandonando la provincia di Caltanissetta

0 condivisioni

la delibera in consiglio comunale

Aci Castello resta ‘catanese’
Sì alla Città metropolitana

Acicastello rimane nell’area della Città metropolitana di Catania. Stamani il Consiglio comunale del comune della riviera jonica ha bocciato la delibera presentata dall’Amministrazione  comunale.

0 condivisioni

il consiglio comunale acese approva la fuoruscita

Fuga dalla Città Metropolitana:
Acireale esce ‘all’unanimità’

Il Consiglio comunale ha approvato ieri all’unanimità la proposta dell’Amministrazione comunale con cui viene sancita la fuoruscita di Acireale dalla Città metropolitana di Catania. Un iter analogo è in corso ad Acicatena ed Acicastello.

0 condivisioni

Non si placa la tensione in Aula

Province, speranze di riforma
Seconda riscrittura per l’articolo 10

Liti su liti, su liti. Sospensioni e conferenze dei capigruppo e soprattutto tensione alle stelle fra il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone e il presidente della Commissione Affari istituzionali Antonello Cracolici. Vanno avanti così i lavori d’aula all’Ars alla ricerca di una riforma delle Province che è considerata in dirittura d’attivo ormai da tre giorni ma

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui