Archivio

Assoluzioni e prescrizioni in appello

Amia, falso in bilancio
Ribaltata la sentenza di primo grado

Tra prescrizioni e assoluzioni la sentenza che condannò gli ex vertici dell’Amia, la municipalizzata che gestisce la raccolta dei rifiuti a Palermo, per falso in bilancio e false comunicazioni sociali, in appello è stata totalmente ribaltata.

0 condivisioni

Al Comune di Cattolica Eraclea

Processo per l’appalto al Palasport dell’Agrigentino: imputati assolti

Il Tribunale di Agrigento ha assolto diversi ex amministratori e tecnici del Comune di Cattolica Eraclea acusati a vario titolo di presunte irregolarità nell’affidamento della gestione e dei lavori di manutenzione della piscina e del palasport comunale. Le accuse ipotizzate dalla Procura della Repubblica di Agrigento erano di falso ideologico, turbativa d’asta, abuso d’ufficio e peculato.

0 condivisioni

Tre imputati sono stati assolti

Cosa nostra e le scommesse clandestine: 6 condanne

Il Gup di Palermo Gioacchino Scaduto ha condannato 6 persone ritenute inserite in un giro di gestione del gioco clandestino, del lotto e di altro tipo di scommesse, aggravato dall’agevolazione di Cosa nostra.

0 condivisioni

La sentenza del Tribunale di Messina

Rifiuti: infiltrazioni mafiose nella 'Messinambiente': 3 condanne

La seconda sezione penale del Tribunale di Messina ha disposto tre condanne, sette prescrizioni e sei assoluzioni nel processo sulle presunte infiltrazioni mafiose alla fine degli anni Novanta nella società mista per lo smaltimento dei rifiuti a Messina e Taormina “Messinambiente”. Il processo era a carico di ex dirigenti e funzionari della società mista e dei boss mafiosi Giuseppe “Puccio” Gatto, Giacomo Spartà e Carmelo Ventura.

0 condivisioni

Operazione "Venere della notte"

Giro di squillo a Ribera, tre condanne

Si è concluso con tre condanne e tre assoluzioni il processo per sfruttamento della prostituzione scaturito dall’operazione “Venere della notte”, dal nome di un locale notturno di Ribera (AG) dove, nel 2006, la polizia scoprì un giro di ragazze provenienti dall’Est europeo costrette a prostituirsi.

0 condivisioni

Assolto Leoluca Bagarella

Omicidi di Milano, Brusca condannato a 10 anni

Si è concluso oggi a Milano il processo con rito abbreviato, davanti al gup Maria Cristina Mannocci a 19 esponenti di Cosa nostra accusati, a vario titolo, di sei omicidi e un tentato omicidio compiuti a Milano tra il giugno del 1987 e il maggio del 1992.

0 condivisioni

Arrestati nel 2005 dai Ros

Mafia, due condanne e quattro assoluzioni a Caltanissetta

Condannati a 10 anni di carcere per associazione mafiosa dal tribunale di Caltanissetta due presunti esponenti di “Cosa Nostra” di Vallelunga, Alfonso Scozzari, 54 anni, e Giuseppe Zuzzè, 48 anni. Erano stati arrestati dai Ros dei carabinieri, nel 2005, nell’ambito di una operazione della Dda.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui