Archivio

la proposta in finanziaria

Albo unico per i lavoratori degli Ato
Il calderone della ‘pubblica utilità’

Tutti i lavoratori che sono stati impiegati nelle società di distribuzione idrica e raccolta rifiuti confluiranno in due elenchi di questo albo dal quale le nuove società dovranno prelevare il personale. Niente posto garantito ma una graduatoria in base a merito ed esperienza non meglio definiti

0 condivisioni

cauto ottimismo sul passaggio del servizio ad amap

Palermo, da una emergenza all’altra
Confronto su crisi idrica provinciale

Incontro tra il commissario della Provincia di Palermo ed i sindacati sulla gestione del servizio idrico integrato. Nel corso del faccia a faccia la Filctem Cgil ha confermato “cauto apprezzamento per l’assegnazione del servizio idrico integrato ad Amap per i 42 comuni gestiti da Aps” e con le altre sigle sindacali sedute al tavolo – Femca Cisl, Uiltec Uil, Ugl Chimici

0 condivisioni

l'allarme di anci sicilia

Vertenza Aps: “Si rischia crisi igienico-sanitaria nel Palermitano”

“Dopo il 31 ottobre – ha dichiarato Leoluca Orlando – si determinerà una gravissima crisi igienica sanitaria e irreversibile perdita di professionalità. Dal 1 novembre la responsabilità giuridica – ricorda Orlando – sarà di Ato Idrico e Regione, non dei Comuni che pure hanno proposto un percorso per salvaguardare servizio e professionalità con coinvolgimento Amap, ma con carico finanziario regionale e/o nazionale”.

0 condivisioni

continueranno lo sciopero sino al 31 ottobre

Vertenza Aps, dipendenti chiedono
al prefetto intervento del governo

“Al prefetto di Palermo abbiamo chiesto espressamente l’intervento diretto dei ministeri competenti delle Attività Produttive e dell’Ambiente e del governo centrale”. Lo dichiarano i segretari di Filctem Cgil Francesco Lannino, Femca Cisl Giovanni Musso, Ugl Chimici Margherita Gambino, Cisal Federenergia Raffaele Loddo al termine dell’incontro che si è svolto questa mattina in Prefettura.

0 condivisioni

chiedono costituzione consorzio di comuni

Acque potabili siciliane, presidio dipendenti davanti Prefettura

“Chiediamo di superare la fase di emergenza e trovare una soluzione definitiva alla gestione del servizio. La strada da seguire per noi resta l’assegnazione a un nuovo soggetto gestore che non può che essere Amap. Quest’emergenza dura da quasi 3 anni: ci sono stati due anni di amministrazione straordinaria, poi 4 mesi di amministrazione fallimentare e altri 8 mesi di gestione di emergenza da parte dell’Ato idrico su ordinanza prefettizia”

0 condivisioni

Proroga fino al 31 ottobre

Il servizio idrico di Palermo è salvo
La gestione resta ai Comuni

La gestione del servizio idrico nella provincia di Palermo tornerà in mano ai 52 Comuni. Da oggi, in caso contrario, nei comuni palermitani il rischio sarebbe stato di un’interruzione dell’erogazione dell’acqua nelle abitazioni di 500mila cittadini.

0 condivisioni

chiedono al governatore la proroga del servizio

Lavoratori Ato idrico in sit-in: “Crocetta ci tuteli”

Pomeriggio di mobilitazione dei lavoratori dell’Ato idrico sotto la presidenza della Regione. Una delegazione composta da sindacalisti e da in gruppo di sindaci in rappresentanza dei 52 comuni interessati al servizio, ha raggiunto gli uffici della Presidenza della Regione in attesa di esaminare il testo della delibera con il quale il presidente Rosario Crocetta ha

0 condivisioni

l'appello dei parlamentari del pd cracolici e ferrandelli

Fallimento Acque Potabili Siciliane: “Ato idrico individui il gestore”

Ricevuti oggi a Palazzo dei Normanni una delegazione dei sindaci della provincia di Palermo e una rappresentanza sindacale dei lavoratori di Acque Potabili Siciliane. “Il fallimento di Aps – precisano Cracolici e Ferrandelli – conferma il ‘disastro’ della privatizzazione e lascia una serie di nodi da affrontare rapidamente per garantire il servizio ai cittadini e assicurare il futuro lavorativo dei dipendenti della società”.

0 condivisioni

Lo ha deciso il tribunale del riesame di catania

Gestione Ato idrico, in libertà
l’ex sindaco di Siracusa Foti

Il provvedimento riguarda anche l’ex amministratore delegato della Sogeas Giuseppe Marotta. I erano ai domiciliari dal 2 febbraio scorso con l’accusa di tentata estorsione nell’ambito dell’inchiesta ‘Oro blu’.

0 condivisioni

Si tratta della ditta "Entei"

Azienda collegata a Caltaqua a rischio infiltrazioni mafiose

Un’azienda collegata a Caltaqua, la società italo-spagnola che dal 2006 gestisce la distribuzione idrica nei 22 comuni della provincia di Caltanissetta, sarebbe a rischio di infiltrazioni mafiose. Si tratta dell’impresa ”Entei”, una ditta sarda che possiede il 9% del pacchetto azionario della stessa Caltacqua.

0 condivisioni

L'ex sindaco di Siracusa è ai domiciliari

Gestione Ato idrico
Foti non risponde alle domande del pm

Si sono avvalsi della facolta’ di non rispondere l’ex sottosegretario al Tesoro Gino Foti e l’imprenditore Giuseppe Marotta, arrestati nell’ambito dell’inchiesta denominata ‘Oro blu’ sulla gestione del servizio idrico in provincia di Siracusa. L’accusa nei loro confronti e’ di tentata estorsione.

0 condivisioni

Gennuso attacca il Consorzio: “Mala gestione”

Ato Idrico, a rischio 250 posti di lavoro

Risolto il contratto di affidamento del servizio idrico alla Sai 8, adesso 250 persone tra operai e dipendenti di una quarantina di imprese dell’indotto potrebbero perdere il loro lavoro per gravi responsabilità da parte dell’Ato Idrico di Siracusa.

0 condivisioni

Chiesta l'immediata revoca dell’atto di diffida e messa in mora

Sai 8 contesta la diffida di Bono

La Sai8 s.p.a. ha contestato “l’atto di diffida e messa in mora” notificato in data 6 ottobre 2010 dal Presidente del Consorzio ATO Idrico, Nicola Bono, chiedendone l’immediata revoca.

0 condivisioni

Piazza Armerina, modificato il regolamento sulle tariffe idriche

Approvata all’unanimità la proposta dell’Amministrazione Comunale di Piazza Armerina di modifica del regolamento delle tariffe idriche delle utenze deboli.

0 condivisioni

La bolletta perfetta con Girgenti Acque non esiste

Sono arrivate in questi giorni le nuove (vecchie) fatturazioni. Si tratta di fatture rivedute e corrette (dopo la delibera dell’ATO Idrico di AG che imponeva al gestore di sospendere la riscossione dei canoni di depurazione nel territorio saccense fino alla determinazione dei giusti conteggi) originariamente scadute il 28/01/2009 e che riportavano importi non dovuti e di nuove bollette di conguaglio consumi 2008.

0 condivisioni

Allagamento scuole e disagi in tutta Cinisi

I continui allagamenti che si verificano a Cinisi e che oggi hanno causato l’allagamento dell’atrio delle scuole mostrano la totale assenza di manutenzione dei tombini da parte di Aps e dell’Ato idrico.

0 condivisioni

Cari cittadini, siamo nella cacca…

Riportiamo letteralmente un inquetante comunicato stampa rilasciato dall’ANSA:
Sindaci e amministratori di 23 comuni delle province di Caltanissetta, Enna e Agrigento serviti dagli Ato idrici che si approvvigionano dall’invaso Fanaco, protestano contro la distribuzione da marzo ad oggi di acqua inquinata da triolometani prima e manganese poi. Ne da notizia il Codacons che ha raccolto le denunce dei consumatori.

0 condivisioni

Acqua pubblica, manifestazione a Sant’Angelo Muxaro

Il 23 ottobre alle ore 9.30 sarà opportuno ritrovarsi davanti al Municipio di Sant’Angelo di Muxaro per dire NO alla consegna degli impianti idrici richiesta dall’ATO idrico di Agrigento.

0 condivisioni

Sciacca, problemi idrici in Contrada Ferraro

Il sindaco di Sciacca, Vito Bono, ha più volte sollecitato l’Ato Idrico a estendere il servizio di fornitura di acqua nel quartiere di contrada Ferraro.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui