mercoledì - 14 novembre 2018

 

Archivio

i progetti "restart" e "Fuori dal giro"

Lotta alle dipendenze, 80 borse lavoro a Marineo e Bivona

Informazione e sensibilizzazione, ma soprattutto l’avvio di un percorso riabilitativo per i 120 utenti che si sono rivolti agli operatori: persone fra i 18 e i 50 anni, per la maggior parte (il 60%) con problemi di abuso di alcool, molti facevano uso di droghe.

0 condivisioni

dall'11 al 13 dicembre

“Come trame d’un canto”: musica, testi e arte sacra a Bivona

In programma mostre, concerti, convegni e percorsi alla scoperta delle bellezze artistiche di uno dei maggiori centri feudali della Sicilia, il primo a essere elevato a “ducato” (nel 1554). Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero.

0 condivisioni

L'elenco ufficio per ufficio

Giudici di pace, ecco le sedi siciliane che saranno mantenute

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha firmato il decreto che dispone il mantenimento degli uffici del Giudice di Pace a seguito della recente riforma delle circoscrizioni giudiziarie. Sono state dunque accolte quasi integralmente le istanze formulate dagli enti locali che si impegnano a mantenere a loro cura e spese gli uffici giudiziari di prossimità nei loro territori.

0 condivisioni

L'imprenditore antiracket agrigentino

Cutrò incatenato davanti al Viminale
“Se andiamo via, lo Stato sconfitto”

Ignazio Cutrò, impreditore antiracket agrigentino, si è incatenato, insieme ad altri due testimoni di giustizia, davanti al Ministero degli Interni. > LE FOTO DELLA PROTESTA

0 condivisioni

Durissimo atto d'accusa contro lo Stato

L’impreditore Cutrò si arrende
“Mafia ha vinto, vado via da Bivona”

Durissimo l’atto d’accusa dell’imprenditore antiracket, che è anche presidente dell’Associazione nazionale dei testimoni di giustizia, contro lo Stato. Il testimone di giustizia agrigentino, con le sue denunce, ha fatto arrestare e condannare i mafiosi della zona occidentale della provincia e che ora si sente abbandonato dallo Stato.

0 condivisioni

In contrada 'Mendolille'

Realizza una cucina sotto un ponte
Denunciato pensionato a Bivona

Denunciato un pensionato che ha realizzato una cucina sotto un ponte. E’ accaduto a Bivona, in provincia di Agrigento. Deviazione di acque, usurpazione di terreno di proprietà demaniale e costruzione abusiva sono i reati ipotizzati dai Carabinieri e dagli agenti della Polizia municipale nei confronti dell’indagato.

0 condivisioni

L'imprenditore denunciò i suoi estortori

Mafia: lettera diffamatoria per Cutrò con falsa firma del pm Vella

Una lettera diffamatoria è stata inviata all’imprenditore di Bivona Ignazio Cutrò, recante la falsa firma del sostituto procuratore di Agrigento, Salvatore Vella. L’imprenditore con le sue dichiarazioni fece scattare, nel luglio 2008 l’inchiesta antimafia ‘Face off’, che portò a otto arresti.

0 condivisioni

L'episodio è stato denunciato ai carabinieri

Bivona, aggredita da cane randagio
Ferita a una gamba

Una ragazza, di 22 anni, di Bivona (Ag), e’ rimasta ferita a causa dell’aggressione di un cane randagio. La giovane stava percorrendo via Marchese Greco ed e’ stata inseguita da un randagio che l’ha azzannata a una gamba.

0 condivisioni

l'uomo è rimasto sotto le macerie per 9 giorni

Operaio travolto da frana, i vigili del fuoco stanno recuperando il corpo

I vigili del fuoco di Palermo stanno concludendo le operazioni di recupero del corpo di Mario Cardinale, l’operaio travolto mercoledì scorso da una frana mentre lavorava nella cava Galbasa a Villafranca Sicula.

0 condivisioni

sono 34 gli indagati

“Accordo di cartello” tra imprese per un appalto: 3 arresti ad Agrigento

Nel mirino della Procura un presunto “accordo di cartello” tra 161 imprese per l’aggiudicazione di un appalto pubblico. Al centro dell’inchiesta c’é la presunta turbativa della gara aggiudicata nel 2008 dal Comune di Favara per lavori di consolidamento e riqualificazione degli orti urbani nell’ambito del contratto di quartiere II Ortus.

0 condivisioni

dopo l'intervento della regione

Bivona: impresa antiracket
torna a lavorare

Torna a lavoro Ignazio Cutrò, l’imprenditore di Bivona, nell’Agrigentino, che ha denunciato e fatto condannare i suoi estorsori mafiosi, autori dei danneggiamenti ai mezzi della sua impresa, nell’arco di tempo tra il 1999 e il 2006. La rinascita di quest’azienda è una vera e propria vittoria riportata dalla società civile nella guerra contro Cosa Nostra.

0 condivisioni

stamattina a palazzo d'orleans la firma del contratto

Mafia, l’imprenditore antiracket Ignazio Cutrò eseguirà lavori per il Cas

“Oggi grazie alla Regione siciliana, si apre un’era nuova per i testimoni di giustizia. Per la prima volta, si riesce a far rinascere un’azienda che e’ stata messa in ginocchio dalla mafia e a dare agli imprenditori che denunciano, un forte segnale che le istituzioni sono al loro fianco”, ha commentato l’imprenditore di Bivona Ignazio Cutrò di Bivona che ha denunciato e fatto condannare gli estorsori mafiosi, autori degli attentati contro la sua impresa edile.

0 condivisioni

erano stati sequestrati l'anno scorso

Mafia, confiscati beni per
4 milioni a imprenditori agrigentini

Il provvedimento è stato disposto dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Agrigento. I beni sono riconducibili a tre fratelli di Bivona arrestati nell’ambito dell’inchiesta antimafia ‘Face off’. I sigilli sono stati apposti a fabbricati, terreni e aziende.

0 condivisioni

question time alla Camera

Mafia, Cancellieri: “Per Cutrò attuate le norme per i testimoni di giustizia”

Il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, rispondendo a un’interrogazione del vicecoordinatore nazionale di Fli Fabio Granata, ribadisce che per l’imprenditore agrigentino e collaboratore di giustizia, Ignazio Cutrò, vi è una “piena e completa attuazione della normativa” vigente in materia di testimoni di giustizia.

0 condivisioni

la protesta dell'imprenditore antimafia

Ignazio Cutrò inzia lo sciopero della fame

L’uomo si trova davanti la sede della Regione siciliana ed ha chiesto di essere ricevuto dal governatore Raffaele Lombardo. Qualche giorno fa gli è stata notificata una cartella esattoriale da 80mila euro. Il digiuno andrà avanti fino a quando non riceverà garanzie sulla risoluzione della vicenda.

0 condivisioni

Ieri l'ennesimo caso di intimidazione

Il coraggio di Ignazio Cutrò:
”Nessun passo indietro”

Ignazio Cutrò è un nome che non dice niente a molta gente. Eppure è un ‘piccolo’ imprenditore agrigentino che, dopo 10 anni di angherie mafiose, ha deciso di denunciare i suoi estortori. La sua storia, tra l’altro, ricorda da molto vicino quella di Libero Grassi, ucciso dalla mafia a Palermo 30 anni fa. BlogSicilia lo ha chiamato al telefono.

0 condivisioni

Sono i fratelli Panepinto di Bivona

Mafia, sequestrati beni per 4 milioni a 3 imprenditori agrigentini

Il provvedimento è stato disposto dal tribunale di Agrigento su richiesta della direzione distrettuale antimafia. I sigilli sono stati apposti a case, conti corrente, beni aziendali, imprese, auto e appezzamenti di terreno.

0 condivisioni

Lo ha detto a BlogSicilia il sindaco di Bivona

“Scorta fuori dalla scuola? Un grande malinteso”

“Ho appreso della vicenda quand’ero a Palermo, dai giornali e dai blog e sono convinto che tutto si chiarirà al più presto”.

0 condivisioni

La richiesta dei deputati del Pdl all'assessore Centorrino

Caputo e Corona: “Ispettori a Bivona”

I deputati regionali del Pdl Salvino Caputo e Roberto Corona, componenti della commissione Antimafia all’Ars, chiederanno all’assessore all’Istruzione Mario Centorrino di inviare ispettori all’istituto tecnico Panepinto di Bivona.

0 condivisioni

L'incredibile decisione del preside dell'Istituto Panepinto di Bivona

“Fuori la scorta dalla scuola”

Succedono strane cose a Bivona. Il preside dell’istituto tecnico Panepinto ha deciso che la scorta della figlia 18enne del testimone di giustizia, Ignazio Cutrò, non debba più accompagnarla fino all’aula, ma lasciarla all’ingresso della scuola.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.