Messina, allarme povertà: “Chiedono aiuto per pagare bollette e farmaci”

Il dramma della mancanza di lavoro continua a produrre nuovi poveri, che fino a qualche tempo fa potevano contare su piccole entrate, e che oggi, letteralmente, non sanno come andare avanti. Da qui l’aumento delle richieste di sostegno economico, anche per bisogni elementari come il pagamento dei canoni d’affitto e delle bollette, l’acquisto di farmaci e libri scolastici.