lunedì - 24 febbraio 2020

 

Archivio

le grandi preoccupazioni delle parti sociali

Cento giorni per salvare la Sicilia
Cgil, Cisl e Uil scrivono a Baccei

A meno di 100 giorni dal 30 aprile, termine ultimo per l’approvazione del bilancio della regione, “da palazzo d’Orleans giungono notizie frammentarie e sempre a mezzo stampa, dalle quali sembra emergere peraltro che la legge di stabilità non possiede quel respiro programmatico di cui la Sicilia ha bisogno”. Lo sostengono i segretari generali di Cgil,

0 condivisioni

il rischio è che non cambi nulla

L’esercizio provvisorio non convince:
“Speriamo non sia solo simbolico”

“Il nostro auspicio è che l’inserimento tra gli accantonamenti di 1,7 miliardi che lo Stato deve alla Regione in virtù dell’art.36 dello Statuto non sia un fatto simbolico ma che seguano iniziative per raggiungere l’obiettivo. Se queste risorse non arriveranno la Regione non potrà chiudere il bilancio di previsione del 2015. Ma sia chiaro che

0 condivisioni

in migliaia resteranno senza indennità

Mobilità, cambiano le regole
Disoccupati siciliani ‘scaricati’

Le nuove regole del Ministero cancellano la mobilità in deroga dal 3 agosto per migliaia di siciliani che l’hanno richiesta. Senza un intervento regionale rischia di esplodere una vera e propria bomba sociale

0 condivisioni

ma per il sindacato è colpa del governo

Formazione, manca il personale
La Regione ‘cerca’ 100 dipendenti

Scontro fra l’assessore alla Formazione Mariella Lo Bello e il suo stesso sindacato, quella Cgil dalla quale la Lo Bello proviene. Per la funzione pubblica si tratta di responsabilità proprio del governo Crocetta

0 condivisioni

ora vero confronto per affrontare crisi

Il nuovo corso del Crocetta ter
L’apertura di credito del sindacato

“Dalle dichiarazioni il governo deve adesso passare ai fatti e deve farlo subito, perché nella situazione data il fattore tempo non è neutro e di tempo se n’è già perso troppo, ben due anni”.

0 condivisioni

l'attacco della cgil al governo

Lucio Oieni nominato e poi revocato: “Ennesima vicenda incredibile”

Il Dipartimento lavoro della Regione resta nuovamente senza dirigente generale per effetto delle scelte estemporanee del governatore

0 condivisioni

4112 i lavoratori a rischio occupazionale

“Tutti i fallimenti di Crocetta”
Cgil apre l’autunno caldo del lavoro

Sono 1500 i lavoratori della formazione che hanno già perso il lavoro ed altri 4112 potrebbero perderlo entro la fine dell’anno. Gli impietosi numeri della Cgil che ha studiato il settore e attacca le politiche del governo Crocetta

0 condivisioni

4000 lavoratori a rischio occupazionale

Scatta l’ora della protesta della formazione
Sit-in, denunce e sciopero della fame

Nella foto la T- shirt che indosseranno i manifestanti. Almeno 4000 lavoratori a rischio nei prossimi mesi. protestano gli sportellisti autonomi che annunciano sciopero della fame e sit-.in permanente in piazza indipendenza, la Cisl protesta davanti l’assessorato lavoro, la Cgil indice una conferenza stampa per denunciare le scellerate politiche regionali nella Formazione

0 condivisioni

l'appello agli assessori regionali scilabra e bruno

Formazione, lavoratori in piazza: “Noi massacrati dal governo”

Torneranno a protestare lunedì prossimo, a partire dalle 9.30 con una manifestazione regionale, i lavoratori della Formazione professionale da mesi senza stipendio e senza alcuna certezza sul futuro. Si riuniranno in un sit in che si terrà davanti la sede del dipartimento Lavoro di via Imperatore Federico, a Palermo, per la protesta della Cisl Scuola Sicilia.

0 condivisioni

"siamo vittime della rivoluzione crocettiana"

Sportelli multifunzionali, da lunedì ex dipendenti in sciopero della fame

Tornano in piazza i lavoratori degli ex sportelli multifunzionali. Da lunedì 8 settembre si riuniranno in sit-in permanente a Piazza Indipendenza. I lavoratori saranno vestiti con una maglietta bianca, sulla quale campeggerà lo slogan “Vittima della rivoluzione crocettiana”. Inoltre annunciano lo sciopero della fame e l’intenzione di chiedere “l’asilo politico in patria quali vittime massacrate da guerre di potere”.

0 condivisioni

l'allarme nella formazione professionale

Mille licenziamenti al mese
In 4mila senza lavoro entro dicembre

4mila licenziamenti in arrivo entro dicembre per effetto delle scelte della Regione, altri 1000 nel settore dei call center e chissà quanti altri nelle varie vertenze aperte. Si prepara un autunno ancora più caldo del precedente nel settore lavoro in Sicilia

0 condivisioni

Lavoro, Sicilia peggio delle previsioni
Persi 37mila posti in un solo anno

La Cgil fa appello alla politica. “basta liti, si trovi una sintesi prima che per la Sicilia sia troppo tardi”

0 condivisioni

scontro fra sindacato e confindustria

Caso Eni, Pagliaro contro Montante:
“Solo lui conosce il piano industriale”

“Montante parla di un piano industriale dell’Eni che forse in questo momento è a lui noto nei dettagli ma non lo è al sindacato che ha solo avuto annunciato dismissioni e per questo ha rotto le trattative. E usa questo argomento mettendo avanti pregiudizi e pregiudiziali nei confronti di chi giustamente ha avviato una battaglia

0 condivisioni

Sindacati allarmati dopo la rottura delle trattative

Gela, Pagliaro (Cgil): “Crocetta inchiodi l’Eni alle sue responsabilità”

I sindacati di categoria chiedono un incontro al governatore mentre la Cgil, per bocca del suo segretario, invita crocetta ad inchiodare Eni alla proprie responsabilità

0 condivisioni

+7,4% nel 2013 e la tendenza è in rapida salita

Emergenza sfratti in Sicilia
Nel 2014 saranno il 10% in più

Nel 2013 gli sfratti in Sicilia sono cresciuti quasi del 7 e mezzo per cento, nel 2014 cresceranno di un ulteriore 10 % e non ci sonpo interventi adeguati a fronteggiare il problema casa

0 condivisioni

investimenti fermi e accordi "segreti" per il sindacato

Accordo su gas e petrolio in Sicilia
I dubbi e le paure dei sindacati

Per il sindacato l’intesa è stata raggiunta “non alla luce del sole” e sono numerosi i dubbi e le richieste di chiarimenti

0 condivisioni

solo un incontro interlocutorio

Stipendi d’oro, i dubbi della Cgil:
“Non si può parlare di trattativa”

Per il sindacato Se non c’è un quadro chiaro delle posizioni retributive esistenti all’Ars non si può parlare di trattativa. L’incontro di oggi con il presidente Ardizzone è stato solo di natura interlocutoria”.

0 condivisioni

non si comprende come funzionerà la riforma

Formazione, Cgil contro Scilabra:
“Solo annunci, nessuna riforma”

“Non vediamo quali siano le novità sulla formazione professionale. Vengono fatti alcuni annunci, e tra questi quello che entro sei mesi ci sarà la riforma. Ma di quest’ultima non viene detto praticamente nulla se non il fatto che si pensa di procedere per via amministrativa, confermando la debolezza politica di un governo che, su un

0 condivisioni

cgil, cisl e uil verso lo sciopero generale

Sicilia vicina al fallimento
Duro attacco sindacale al governo

La Sicilia rischia il fallimento a causa di testardaggine e incompetenza della politica. Cgil, Cisl e Uil tornano ad azioni di lotta unitarie. Risposte oggi stesso o saranno messe in campo azioni di lotta di intensità sempre crescente

0 condivisioni

Le accuse del segretario regionale Pagliaro

Cgil: “Crocetta immobile come Renzi,
faccia riforme o sarà mobilitazione”

“Cambiare rotta e passo”. E’ quanto invoca il segretario generale della Cgil Sicilia Michele Pagliaro riguardo all’ “immobilismo dell’azione di governo regionale”, altrimenti “la mobilitazione generale sarà inevitabile”.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.