Bocciata la ‘finanza creativa’
Le contestazioni della Corte dei Conti

“Si evidenzia come permanga inalterata la criticità relativa all’importo di 104 milioni, a titolo di riduzione del disavanzo complessivo al 1° gennaio 2015, determinato per effetto del riaccertamento straordinario dei residui e dell’applicazione dei principi contabili”. E’ quanto scrive la Corte dei Conti