martedì - 24 ottobre 2017

 

Archivio

tutti i nomi

Fermati i nuovi ‘signori’ della droga
Smantellata banda nel Siracusano

Secondo quanto scoperto dai militari la banda, composta perlopiù da residenti nel Siracusano, aveva messo su una rete di pusher ed aveva creato dei canali di approvvigionamento diretto con la Calabria e la vicina Catania. Notificate 24 misure cautelari.

0 condivisioni

fermi anche a catania, trapani, vibo valentia

Blitz antidroga nel Siracusano:
22 arresti per spaccio di cocaina

L’indagine, condotta dai carabinieri della Compagnia di Noto, ha consentito di acclarare l’esistenza di un sodalizio criminale ben strutturato dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti, principalmente del tipo eroina e cocaina.

0 condivisioni

operazione della polizia nel ragusano

Racket cassette al mercato di Vittoria
Padre e figli in manette per mafia

“Nessuna cassetta entra qui sul mio territorio senza che io ne sappia niente”. E’lo stralcio di un’intercettazione che sintetizza l’operazione ‘Box’ in cui sono state arrestate tre persone accusate di estorsioni e violenze esercitate con modalità mafiose, in forza della rivendicata contiguità al clan mafioso degli stiddari.

0 condivisioni

in corso arresti e perquisizioni

L’arsenale della mafia di Vittoria
Operazione della mobile a Ragusa

Già rinvenuto denaro ed assegni posti sotto sequestro. In corso la ricerca di armi ed esplosivi anche con cani addestrati per questo genere di operazioni

0 condivisioni

la priorità per la questura

Daspo Pulvirenti e Cosentino
‘Preservare ordine pubblico’

Daspo della durata di cinque anni per Antonino Pulvirenti e Pablo Cosentino, rispettivamente ex presidente del Calcio Catania indagati nell’ambito dell’inchiesta ‘I treni del goal’. Il provvedimento interdittivo vieta ai due di assistere a manifestazioni sportive, anche da semplici spettatori.

0 condivisioni

l'esecutore sarebbe un pregiudicato

Ucciso per gli ‘affari di famiglia’
Luce sul delitto Fichera del 2008

Sarebbe un pregiudicato di 53 anni l’autore dell’agguato a Sebastiano Fichera, ferito mortalmente a Nesima nell’agosto 2008. Sarebbe stato ucciso perchè faceva affari con appartenenti alla cosca Cappello – Bonaccorsi senza dare conto alla famiglia di appartenenza.

0 condivisioni

approdata al porto di Catania

C’è un tredicenne fra gli scafisti
fermati dalla Nave Aliseo

E’ approdata al porto di Catania, la fregata della marina militare ‘Aliseo’ che ha trainato la ‘nave madre’ intercettata due giorni fa che trasportava immigrati verso una barca più piccola al largo della Sicilia. Sul molo di Levante sono stati sbarcati i 15 presunti scafisti, tra cui tre minori, uno che ha meno di 14 anni, fermati per un traffico di migranti.

0 condivisioni

l'operazione antidroga a catania

Nome in codice Leo:
così le vedette segnalavano gli ‘sbirri’

Con l’operazione dei carabinieri del Comando Provinciale di Catania, Leo 121 è stato smantellato il mercato della droga che in via Capo Passero aveva la sua centrale operativa. In manette sono finite 40 persone, tra cui sei minorenni. GLI ARRESTATI e LE FOTO 

0 condivisioni

operazione 'leo 121' dei carabinieri

Via Capo Passero crocevia
del mercato di droga a Catania

Il supermarket della droga a Catania rimane la via Capo Passero, fra i quartieri Trappeto Nord e San Giovanni Galermo, nella zona nord ovest del capoluogo etneo. Una strada lunga oltre 750 metri tra i palazzoni delle case popolari, un ginepraio che permette, come hanno sottolineato più volte gli investigatori, “una molteplicità di vie di fuga e di possibili luoghi di occultamento di qualsiasi oggetto o sostanza”.

0 condivisioni

i retroscena dell'operazione reset

Dalle lucciole alle grandi aziende:
il pizzo del clan della Stazione

Rapine, droga e soprattutto estorsioni, per il clan catanese della Stazione l’importante era “riorganizzarsi economicamente”, così come sottolineato dal procuratore capo di Catania, Giovanni Salvi nel suo commento all’operazione che ieri ha portato all’arresto di 24 persone.

0 condivisioni

l'analisi del procuratore di Catania

Salvi: “Il clan della Stazione voleva riorganizzarsi economicamente”

“Un’operazione importante che segue gli arresti del 2011 e che dimostra come il Clan della Stazione, nell’ottica dell’autoconservazione, impartiva gli ordini dal carcere per riorganizzarsi dal punto di vista economico”. E’ l’analisi del procuratore di Catania, Giovanni Salvi.

0 condivisioni

i dettagli dell' operazione 'reset'

Catania, il boss Zucchero in cella ordinava: estorsioni, rapine e droga

Dal carcere, il capo storico del clan, Giuseppe Zucchero, detto ‘Pippo’ continuava ad impartire gli ordini. Estorsioni, rapine a mano armata, traffico di armi e droga, recupero di crediti. L’intento era quello di riorganizzare e rafforzare il sodalizio mafioso messo a dura prova nel 2011 con l’operazione ‘Libertà’ e con l’arresto dello stesso Pippo Zucchero. I nomi degli arrestati. 

0 condivisioni

La giornata siciliana in pillole

BlogSicilia Video News,
Oggi in Sicilia in 2 minuti

La giornata siciliana in 2 minuti. E’ on line l’edizione odierna (25 novembre) dello smart Tg di Blog Sicilia Tv. Il riassunto delle principali notizie siciliane è disponibile ogni sera dal lunedì al venerdì

0 condivisioni

5 arresti e sequestro preventivo due società

Mafia nei cantieri, a Caltagirone clan ‘La Rocca’ gestiva appalti pubblici

Colpo al clan La Rocca di Caltagirone. I carabinieri, su disposizione della Dda di Catania, hanno arrestato cinque persone per associazione di tipo mafioso, intestazione fittizia di beni e concorso esterno in associazione mafiosa. Gestivano gli appalti pubblici.

0 condivisioni

un'organizzazione con base ad alessandria d'egitto

Nuova rotta di migranti verso Catania, l’inchiesta della Dda

Dietro i tre sbarchi sulle coste catanesi ci sarebbe un’organizzazione di egiziani con base ad Alessadria d’Egitto che starebbe gestendo in regime pressoché di monopolio il traffico di migranti provenienti dalla Siria, il paese devastato dalla guerra civile. E’ l’ipotesi della procura di Catania che ha aperto un’inchiesta.

0 condivisioni

l'indagine della procura di catania

I salassi del boss Zuccaro
Addiopizzo plaude alla Dda etnea

Addiopizzo Catania sottolinea che “grazie al paziente e puntuale lavoro dei magistrati della DDA etnea però, è stato appurato che il boss si provocava degli ‘auto-salassi‘ ematici per usufruire dei domiciliari ‘servendosi’ quindi illegittimamente del fondamentale diritto alla salute”.

0 condivisioni

operazione 'Pret a porter' della guardia di finanza

Droga sull’asse Catania-Napoli
Condanne per tre secoli di carcere

Oltre trecento anni di carcere sono stati inflitti col rito abbreviato dal gup Luigi Barone ai 37 componenti di un’organizzazione che avrebbe gestito un traffico di droga sull’asse Catania-Napoli e sgominata l’anno scorso a luglio, durante un’operazione della Guardia di Finanza nel blitz denominato ‘Pret a porter’.

0 condivisioni

il processo al clan dei cursoti

Catania, la Procura: “20 anni di carcere per il boss Pippo ‘u maritatu'”

Venti anni di reclusione per lo storico boss Giuseppe Garozzo, 64 anni, noto come ‘Pippu u maritatu’ , e condanne comprese tra otto anni e 16 anni ad altri 18 presunti appartenenti al clan dei Cursoti. Sono le richieste formulate a conclusione della requisitoria del processo contro la cosca che si celebra col rito abbreviato davanti al Gup di Catania.

0 condivisioni

arresto della squadra mobile di catania

Misterbianco, in manette esattore
del pizzo del clan mafioso Mazzei

Roberto Malerba, 39 anni, sorvegliato speciale, considerato dagli investigatori un esattore del clan Mazzei.Lo hanno arrestato dopo aver incassato il ‘pizzo’ dal titolare di un’azienda della zona industriale di Misterbianco.

0 condivisioni

indagini della dda di catania

Mafia, in manette 18 affiliati e fiancheggiatori del clan di Cassibile

Operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Siracusa contro presunti affiliati e fiancheggiatori del clan mafioso Linguanti di Cassibile. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere, eseguite nell’operazione “Knock out”, sono state emesse dal Gip di Catania

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.