giovedì - 14 novembre 2019

 

Archivio

firmata la convenzione

Catania, intesa Comune-Tribunale
Detenuti a lavoro per la collettività

È stata firmata a Catania la convenzione tra Comune, Tribunale e ufficio penale che consente l’impiego di persone non in libertà in lavori di pubblica utilità per la città.

0 condivisioni

Rassegna cinematografica dedicata ai 2 comici siciliani

“Franco e Ciccio…Una risata tra quattro mura” al carcere ‘Pagliarelli’

Si intitola con un pizzico di ironia “Franco e Ciccio… Una risata tra quattro mura” ed è la rassegna cinematografica dedicata agli attori Franco Franchi e Ciccio Ingrassia avviata al teatro del carcere Pagliarelli di Palermo.

0 condivisioni

Respinto il ricorso di un imprenditore nisseno

Fisco: anche i detenuti devono dichiarare il proprio reddito

La detenzione in carcere non è causa di forza maggiore che impedisce la presentazione della dichiarazione fiscale. Lo ha stabilito la Commissione tributaria provinciale di Caltanissetta.

0 condivisioni

la firma stamane a roma

Emergenza carceri, protocollo
tra Anci Sicilia, ministero e Regione

I detenuti in Sicilia sono circa 7.000 a fronte di una disponibilità di 5.500 posti. In alcuni istituti, come all’Ucciardone di Palermo o al carcere di Piazza Lanza a Catania, si arriva a ‘stipare’ 10 detenuti in ogni cella. Una situazione di emergenza che il Governo italiano ha cercato di fronteggiare con l’approvazione del decreto svuota carceri ma la soluzione dell’emergenza è ancora lontana.

0 condivisioni

l'iniziativa

Tanasi: “Codacons lancia class action nazionale per i detenuti”

Il Segretario Nazionale Codacons e candidato alla carica di Garante dei detenuti in Sicilia interviene in merito alla condizione critica che dilaga nelle carceri italiane, annunciando un’azione per la “tutela dei diritti dei detenuti che parte dalla Sicilia e che presto si estenderà alle altre strutture di detenzione italiane”.

0 condivisioni

Iniziativa del Garante dei detenuti siciliani, Salvo Fleres

Emergenza carceri, a Palermo
la ‘Giornata del reinserimento’

Offrire un’immagine completa del mondo delle carceri siciliane e delle sue criticità attraverso i racconti dei reclusi ma anche preparare il loro reinserimento sociale così come prevede l’ordinamento penitenziario. Sono questi gli obiettivi della “Giornata del reinserimento”, una manifestazione organizzata dal Garante dei diritti dei detenuti della Sicilia, Salvo Fleres, che si terrà domani a Palermo.

0 condivisioni

Il liquidatore della società replica al governatore

Gesip, Catalano a Crocetta:
”Nessun detenuto o assente pagato”

Non risulterebbe alcuna retribuzione a carico dei dipendenti Gesip detenuti. Lo precisa il liquidatore della società replicando alla richiesta del governatore Crocetta di ampliare i controlli sulla Cig agli ex pip anche per i lavoratori della Gesip.

0 condivisioni

La conferenza dopo le affermazioni del presidente

Bufera ex Pip: “Crocetta sbaglia sui 48 operai pagati per stare in galera”

“Crocetta ‘mente’  sui 48 detenuti che prendevano lo stipendio”. I 3200 ex Pip alzano il tiro contro il governatore Rosario Crocetta in merito alle affermazioni del presidente sulle presunte irregolarità di alcuni pagamenti di stipendio che venivano erogati a favore di 48 ex pip Emergenza Palermo che risultavano essere in stato di detenzione.

0 condivisioni

oggi l'inaugurazione con il ministro cancellieri

All’ospedale Cannizzaro di Catania
il primo reparto destinato ai detenuti

E’ il primo reparto di ‘medicina protetta’ riservata ai detenuti. La struttura è stata inaugurata oggi pomeriggio dal ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri. L’obiettivo è quello di realizzare una condizione non più caratterizzata dai piantonamenti nelle corsie di ospedale, ma metterà insieme l’assistenza sanitaria e misure di sicurezza più idonee.

0 condivisioni

2.170 detenuti morti dal 2000

Allarme carceri, in 6 mesi 26 suicidi

Nelle prigioni del Paese il tasso di suicidi è di circa venti volte superiore a quello registrato tra la popolazione libera. Dal 2000 ad oggi sono 2.170 i morti dietro le sbarre di cui oltre un terzo, 778, per suicidio.

0 condivisioni

Sicilia terza per numero per numero di reclusi

Emergenza carceri: 65mila detenuti in Italia, 25mila in attesa di giudizio

Sono 65.831 i detenuti presenti nelle carceri italiane al 31 marzo 2013. La capienza regolamentare è di 47.045 posti. Tra questi 39.697 hanno una condanna definitiva, mentre sono 24.824 ancora in attesa di giudizio.E’ il quadro dell’emergenza dei 206 istituti italiani fornito dal Dipartimento per l’amministrazione penitenziaria.

0 condivisioni

la denuncia del garante salvo fleres

Palermo, detenuti feriscono
due agenti all'Ucciardone

Due agenti in servizio all’interno del carcere Ucciardone di Palermo sono rimasti feriti mentre tentavano di evitare l’incontro tra due detenuti. “Purtroppo – ha detto il garante dei detenuti Salvo Fleres – la carenza di personale di Polizia Penitenziaria, insieme ad un sovraffollamento ormai divenuto insostenibile, sono le cause principali del moltiplicarsi di questi fenomeni”.

0 condivisioni

A rischio udienze e ricoveri per detenuti

Palermo, tagli alle carceri: guasti gli automezzi del ‘Pagliarelli’

Quasi tutti guasti gli automezzi per il trasporto dei detenuti reclusi nel carcere Pagliarelli. A renderlo noto la direttrice, Francesca Vazzana, secondo la quale, in questo modo, non si potrà rispondere alle esigenze nè di tipo giudiziario nè di tutela della salute dei detenuti presenti all’interno del carcere palermitano.

0 condivisioni

A rischio udienze e ricoveri per detenuti

Palermo, tagli alle carceri: guasti gli automezzi del 'Pagliarelli'

Quasi tutti guasti gli automezzi per il trasporto dei detenuti reclusi nel carcere Pagliarelli. A renderlo noto la direttrice, Francesca Vazzana, secondo la quale, in questo modo, non si potrà rispondere alle esigenze nè di tipo giudiziario nè di tutela della salute dei detenuti presenti all’interno del carcere palermitano.

0 condivisioni

un dato scoraggiante

Elezioni: in tutta la l’Isola
hanno votato solo 46 detenuti

E’ di certo un dato scoraggiante, ma i detenuti che in Sicilia si sono avvalsi del diritto di voto, sono stati solo 46. L’attuale classe politica è stata quindi totalmente sfiduciata dagli elettori detenuti. Il carcere dove si è registrata la maggiore affluenza, è stato l’Ucciardone di Palermo.

0 condivisioni

un dato scoraggiante

Elezioni: in tutta la l'Isola
hanno votato solo 46 detenuti

E’ di certo un dato scoraggiante, ma i detenuti che in Sicilia si sono avvalsi del diritto di voto, sono stati solo 46. L’attuale classe politica è stata quindi totalmente sfiduciata dagli elettori detenuti. Il carcere dove si è registrata la maggiore affluenza, è stato l’Ucciardone di Palermo.

0 condivisioni

il 12 e 13 ottobre a palermo

Sanità penitenziaria, a Palermo
il convegno nazionale

Due giorni per discutere di una delle primarie emergenze delle case circondariali in Italia, ovvero le difficoltà nel garantire adeguata assistenza medica ai detenuti. Nell’aprile 2008, a seguito del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, sono state interamente trasferite dallo Stato alle Regioni le competenze in materia di sanità anche nel campo penitenziario ma in Sicilia, tale passaggio non è ancora avvenuto.

0 condivisioni

Ne dà notizia il Sappe

Carceri: in due giorni aggrediti 11 poliziotti

Siracusa, Lucca, Firenze Sollicciano, Sanremo, Ancona: sono le carceri nelle quali, negli ultimi giorni, 11 poliziotti penitenziari sono stati aggrediti da detenuti. Lo segnala il sindacato Sappe.

0 condivisioni

Così il garante per i diritti dei detenuti

Fleres: “Ho presentato io l’esposto contro i dipendenti regionali fannulloni”

“Sono stato io a presentare l’esposto. Un ufficio delicato bloccato da chi andava al bar o a fare shopping. Ero stufo di ricevere lettere minatorie dai detenuti perché nessuno si occupava di loro”. Salvo Fleres è il garante per la tutela dei diritti fondamentali dei detenuti.

0 condivisioni

Uccisa con la complicità dell'amante

Donna incinta uccisa a Trapani:
picchiato il marito in carcere

Salvatore Savalli, l’uomo accusato di aver ucciso, con la complicità dell’amante Giovanna Purpura, lo scorso 4 luglio nelle campagne di Trapani la moglie Maria Anastasi, incinta è stato picchiato in carcere dopo che l’ex comandante del Ris di Parma, Luciano Garofano, ha rivelato nel corso della trasmissione ‘Quarto Grado’, andata in onda su Retequattro, che sono state rinvenute delle impronte sul bidone della benzina, utilizzato dal presunto omicida per dare alle fiamme il corpo della donna.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.