Archivio

inaugurazione al liceo cassarà di palermo

Primo giorno di scuola in Sicilia
La campanella suona in 13 regioni

A Palermo l’anno scolastico viene inaugurato nei locali del Liceo Linguistico Ninni Cassarà, oggetto, fra l’altro, di un danneggiamento della scorsa settimana. Ospiti del Liceo Don Luigi Ciotti di Libera ed il sottosegretario all’istruzione Davide Faraone.

0 condivisioni

vi si inaugurerà l'anno scolastico

Scuola, raid vandalico al Cassarà
Dove lunedì arriva Don Ciotti

L’istituto ospiterà una inaugurazione ‘antimafia dell’anno scolastico 2015/2016. nella notte sono state rotto le finestre nel corso di un raid vandalico

0 condivisioni

Parla Don Ciotti il fondatore di LIbera

“A breve cattive sorprese
su persone del mondo dell’Antimafia”

“Mi pare di cogliere, e poi non sono in grado di dire assolutamente altro, che fra pochi giorni avremo altre belle sorprese, che sono in arrivo, che ci fanno soffrire. Perché riguardano personaggi che hanno sempre riempito la bocca di legalità, di antimafia”.

0 condivisioni

a trappeto la commemorazione dell'attivista

90 anni fa nasceva Danilo Dolci
Don Ciotti visita il Borgo di Dio

Il presidente di Libera visiterà oggi il Borgo di Dio a Trappeto, nel Palermitano, appena riaperto dopo anni di abbandono grazie a un progetto realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud e la partecipazione di Centro per lo Sviluppo Creativo Danilo Dolci, CESIE, Libera Palermo e Comune di Trappeto.

0 condivisioni

il presidente di libera nell'anniversario della strage

Capaci 22 anni dopo, Don Ciotti:
“Smetterla con la retorica antimafia”

Ad accompagnare i ragazzi arrivati a Palermo con la nave della legalità salpata da Civitavecchia, Don Luigi Ciotti, presidente di Libera: “E’ una emozione che si ripete ogni anno – commenta -. I ragazzi sono stimolanti, sono loro che ci mettono in difficoltà e respingono le parole di facciata”.

0 condivisioni

L'incontro nella chiesa romana di San Gregorio VII

Il Papa ai mafiosi: “Cambiate vita”
Francesco riceve parenti delle vittime

Maria Falcone, i parenti di don Peppino Puglisi, quelli di don Giuseppe Diana sono tra i circa mille familiari delle vittime di mafia che partecipano questo pomeriggio alla veglia con Papa Francesco nella chiesa romana di San Gregorio VII.

0 condivisioni

Vicinanza ai magistrati anche dagli avvocati di parte civile

Stato-mafia, i legali degli imputati:
“Solidali coi pm dopo minacce Riina”

“Solidali con i pubblici ministeri del processo sulla trattativa tra Stato e mafia“, dopo le minacce arrivate nei giorni scorsi dal capomafia Totò Riina dal carcere. Ad apertura dell’udienza i legali di alcuni imputati e di parte civile hanno espresso la loro vicinanza ai pm di Palermo vittime di minacce da parte del boss corleonese

0 condivisioni

Lima, i Salvo, Mannino, Vizzini e Andò nella lista di morte

Stato-mafia, pentito Nino Giuffrè
“Dell’Utri tramite con Berlusconi”

Con l’audizione in videoconferenza del pentito Antonino Giuffrè riprende stamani a Palermo, nell’aula bunker del carcere Ucciardone, il processo sulla trattativa Stato-mafia. Presente anche il procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo. Grande assente il sostituto procuratore Nino Di Matteo. Quella di oggi  è la prima udienza dopo giorni difficili, durante i quali sono emerse le minacce di

0 condivisioni

Il 20 settembre il movimento si riunirà a Palermo

Rita Borsellino firma ‘La via maestra’
Il manifesto per la Costituzione

Rita Borsellino e il suo movimento Un’altra storia aderiscono a ‘La via maestra’, il documento firmato da Lorenza Carlassare, Don Luigi Ciotti, Maurizio Landini, Stefano Rodotà e Gustavo Zagrebelsky presentato oggi a Roma nel corso dell’assemblea indetta dalle associazioni per la Costituzione.

0 condivisioni

Il presidente di Libera: "Verità per l'urologo"

La morte di Attilio Manca, Ciotti:
“Del caso si occupi la Dna”

A poche ore dall’archiviazione per cinque imputati nell’inchiesta per la morte dell’urologo barcellonese, Attilio Manca, Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera interviene nel dibattito scatenato dal provvedimento del gip di Viterbo che di fatto avvalora la tesi della morte per overdose. “Considerando la complessità della vicenda, in continuità e nel rispetto del lavoro già svolto

0 condivisioni

La petizione online di Libera e Gruppo Abele

Uniti contro la corruzione politica
Oltre 200mila firme per don Ciotti

Prosegue la raccolta firme lanciata da don Luigi Ciotti per la modifica dell’art. 416 ter del codice penale contro il voto politico di scambio. Cinque obiettivi contro la corruzione per “sbloccare il Paese dall’incertezza”.

0 condivisioni

Domani la manifestazione organizzata da Libera

“Libera la natura”, la corsa sui terreni confiscati a Lampedusa

Prende il via da Lampedusa la terza edizione di ‘Libera la natura’, corsa campestre sui terreni confiscati promossa dall’associazione Libera in collaborazione con il gruppo sportivo del corpo Forestale dello Stato. Domani oltre 600 studenti delle scuole elementari, medie e superiori di Lampedusa percorreranno le vie dell’isola per una tappa di solidarietà per ‘Un Mediterraneo di

0 condivisioni

gli appuntamenti della manifestazione promossa da libera

Vittime delle mafie, è la XVIII Giornata della Memoria

Oggi come ogni anno dal 1996 si celebra la Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie. In Italia sono oltre 900. I loro nomi verranno letti proprio oggi in centinaia di luoghi tra piazze, scuole, parrocchie, consigli comunali e fabbriche.

0 condivisioni

secondo giorno di dibattiti in ricordo del giornalista

Vent’anni fa la mafia
uccideva Beppe Alfano

L’8 gennaio 1993 il giornalista de “La Sicilia” fu colpito da tre proiettili mentre era alla guida della sua auto in via Marconi a Barcellona Pozzo di Gotto. Seguì un lungo processo, tuttora non concluso, che condannò un boss locale all’ergastolo per aver organizzato l’omicidio, lasciando ancora ignoti i veri mandanti. Barcellona sta ricordando il cronista con una serie di incontri e workshop.

0 condivisioni

Lettera aperta al prossimo governatore

Libera giovani al presidente che verrà:
‘Mai voto a chi denigra vittime di mafia’

I ragazzi del coordinamento giovanile di Libera, l’associazione antimafia di don Luigi Ciotti scrivono al presidente della Regione che verrà eletto domenica prossima 28 ottobre. E pur non potendo ancora votare, gli consegnano il loro pensiero: “Se potessimo votare le chiederemmo regole chiare e precise riguardo i suoi assessori e consiglieri”.

0 condivisioni

Lettera aperta al prossimo governatore

Libera giovani al presidente che verrà:
'Mai voto a chi denigra vittime di mafia'

I ragazzi del coordinamento giovanile di Libera, l’associazione antimafia di don Luigi Ciotti scrivono al presidente della Regione che verrà eletto domenica prossima 28 ottobre. E pur non potendo ancora votare, gli consegnano il loro pensiero: “Se potessimo votare le chiederemmo regole chiare e precise riguardo i suoi assessori e consiglieri”.

0 condivisioni

L'appello del patron di Libera

Don Ciotti: “La mafia ha rialzato la testa”

Hanno colpito gli agrumeti a Belpasso, gli olivi nei terreni dei Messina Denaro e il grano nel brindisino. La criminalità organizzata colpisce i terreni confiscati e affidati all’associazione Libera di don Luigi Ciotti. Che oggi lancia un appello: “Ci vuole una risposta non solo delle istituzioni, ma anche dei cittadini, perchè loro hanno rialzato la testa”.

0 condivisioni

23 maggio, approdate a Palermo “Giovanni Falcone” e “Paolo Borsellino”

Oggi Palermo ricorda i suoi eroi, innanzitutto con una marea di giovani, giunti in città sulle navi “Giovanni Falcone” e “Paolo Borsellino”, concesse dalla Snav e volute dal ministero all’Istruzione e dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, partite ieri sera dal porto di Civitavecchia e l’altra da Napoli.

0 condivisioni

“Gocce”, spettacolo dedicato a tutte le vittime della mafia

Lo spettacolo di e con Sara Favarò, Saro Agati, Mauro Restivo, è dedicato a tutte le vittime della mafia nell’anniversario della strage di Capaci.

0 condivisioni

Isola delle Femmine, la giunta promuove la raccolta firme di “Libera”

Il comune di Isola delle Femmine aderisce e promuove la petizione lanciata dall’associazione Libera contro la vendita dei beni confiscati alla mafia.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui