martedì - 21 maggio 2019

 

Archivio

i fatti si sono svolti a ragusa

Pistola e minacce, estorce denaro
a un prete: arrestato palermitano

Un maresciallo dei carabinieri ha raccolto una confidenza da un prelato. Il religioso era preoccupato poiche’ da diversi mesi era taglieggiato da un uomo che,alzando la maglia, gli avrebbe anche mostrato il calcio di una pistola infilata nei pantaloni.

0 condivisioni

a catania

‘Voglio la benzina gratis, altrimenti…’
In carcere per rapina ed estorsione

“Sono il du Furisteri, qui comando io e se non volete avere problemi mi dovete favorire della benzina senza pagare!”. Si è presentato così ad un distributore di benzina del quartiere San Berillo Nuovo di Catania, Concetto Pitarà, 38 anni, finito in carcere con l’accusa di  estorsione e rapina aggravata dal metodo mafioso.

0 condivisioni

i carabinieri filmano le richieste

Estorsione a un ambulante
Arrestati padre e figlio a Termini

Avevano preso di mira un fruttivendolo ambulanmte. I carabinieri hanno ripreso le richieste estorsive e le minacce e oggis ono scattati gli arrestai

0 condivisioni

Sono affiliati al clan Mazzei

Chiedevano il pizzo a imprenditore
Furti e minacce: 3 arresti a Belpasso

Le indagini dei carabinieri di Paternò sono state avviate dopo la denuncia di un imprenditore edile belpassese esasperato dalle minacce e violenze subite per costringerlo a fare un lavoro di ristrutturazione del valore di circa 8 mila euro.

0 condivisioni

nel centro di palermo

Maltrattamenti e abusi sugli anziani
Sequestrate due case di riposo

Le due case di riposo lager si trovavano nel centro di Palermo. la polizia contesta a madre e figlia che ne sono titolari, estorsione aggravata ed in concorso, maltrattamenti ed abbandono di persona incapace per malattia e per vecchiaia

0 condivisioni

Alcune vittime cedevano anche i propri beni

Tassi di interesse superiori all’80%
Arrestato un 49enne per usura

I carabinieri di Villarosa, insieme a due unità cinofile dei carabinieri di Nicolosi, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Enna, hanno arrestato Amedeo Nicosia, 49 anni accusato di usura ed estorsione.

0 condivisioni

determinante la collaborazione dell'imprenditore

“15mila euro per stare tranquillo”
Ma per estorsori scatta la trappola

I militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Catania, hanno installato cimici e telecamere all’interno del cantiere, e hanno bloccato i due subito dopo aver riscosso la prima tranche dalle mani dell’imprenditore.

0 condivisioni

Il regolamento verrà pubblicato sul sito del Comune

Monreale, riduzioni del 100% sulle tasse per chi denuncia estorsioni

Il Consiglio comunale di Monreale ha approvato il regolamento per il riconoscimento di agevolazioni sui tributi locali in favore delle vittime dell’estorsione e dell’usura.

0 condivisioni

arrestata una romena a catania

Centomila euro per le foto hard
Il ricatto ad un imprenditore ibleo

Avrebbero tentato di estorcere 100mila euro ad un imprenditore minacciandolo di rendere pubbliche le foto scattate durante un rapporto sessuale con delle giovani prostitute dell’Est. Una 30enne è stata arrestata ieri a Catania.

0 condivisioni

Gli imprenditori erano difesi dall'avvocato di Addiopizzo

Assolto Stefano Polizzi, era accusato di aver chiesto il ‘pizzo’ ai Virga

“Gli imprenditori Virga si presentarono al dibattimento contro Stefano Polizzi accusato di estorsione difesi dall’avvocato di Addiopizzo.

0 condivisioni

entro settembre la pasticceria dovrà lasciare i locali

Petizione per Palazzolo a Punta Raisi
La Gesap non rinnova concessione

“Mi chiamo Fabio e sono tra i 40 collaboratori della Pasticceria Palazzolo. La mia battaglia, la battaglia della pasticceria, è stata presa a cuore già da molti cittadini, che stanno dimostrando tutta la loro solidarietà perché a trionfare sia la giustizia”. E’ questo uno dei passaggi della petizione aperta da Fabio Biundo su Change.org per impedire che la Pasticceria Palazzolo sia costretta a lasciare i locali dell’aeroporto di Palermo.

0 condivisioni

è accaduto a vulcano

Estorce denaro ad un uomo
Arrestata 18enne incinta

I carabinieri hanno arrestato sull’isola di Vulcano (Me) la romena Edera Sibianca Ciurar, 18 anni per estorsione. La donna, che si trova in stato interessante, ha tentato di vendere un attrezzo per pelare le patate ad un uomo di 55 anni che l’ha fatta entrare nella sua abitazione.

0 condivisioni

Sequestro a Palermo, l’elenco dei beni ‘sottratti’ dalla Finanza

Sono due i destinatari dei provvedimenti di sequestro dei beni eseguito stamani dalla Finanza. Si tratta di Ignazio Romano e dell’ex pecario della Regione inquanto dipendente di Social Trinacria Murizio Filippone. Ecco cosa è stato loro sequestrato. Sequestro ai danni di  Ignazio Romano ditta individuale operante nel settore della costruzione di edifici; ditta individuale operante nel

0 condivisioni

due provvedimenti per estorsione e per usura

Da precario regionale a usuraio
Sequestro a ex ‘Social Trinacria’

Colpito anche il patrimonio di una seconda persona. Nelle due diverse inchieste sequestrati un’impresa edile, un salone di parrucchiera, quote sociali, tre immobili ad uso abitativo, due autovetture, due motocicli e disponibilità finanziarie, per un valore complessivo di oltre 800 mila euro

0 condivisioni

Le indagini sono state avviate a febbraio

Imprenditore denuncia estorsori
Due arresti a Messina

Tre mesi di indagine sono serviti per chiudere il cerchio sul tentativo di estorsione ai danni di una impresa edile a Messina. Due le persone finite in manette, Francesco Mondo 37 anni e Emanuele Aloi, 50 anni, originario di Palermo ma residente a Messina.

0 condivisioni

Arrestato Antonio Barbuscia di 26 anni

Messina, “Dammi 100 euro”
Lo sfregia e gli danneggia il furgone

Identificato e arrestato dalla polizia il giovane che lo scorso novembre aggredi’ e feri’ al volto con un coltello un cittadino di nazionalita’ rumena all’interno di un bar in via La Farina, a Messina. In manette e’ finito Antonio Barbuscia, di 26 anni.

0 condivisioni

La sentenza della Corte d'Appello di Palermo

Condannati 16 tra boss e gregari
del clan di Brancaccio

La corte d’appello di Palermo ha condannato a oltre un secolo di carcere 16 tra boss e gregari della famiglia mafiosa di Brancaccio. Alla sbarra anche Nunzia Graviano, sorella dei boss Filippo e Giuseppe, stragisti al 41 bis, condannata a 3 anni in continuazione e il fratello Benedetto Graviano che ha avuto 4 anni.

0 condivisioni

In manette e' finito Filippo Di Maria

Mafia, arrestato fedelissimo
del boss Melodia di Alcamo

Uomini della Squadra mobile di Trapani e del Commissariato di Alcamo hanno arrestato e condotto in carcere un pregiudicato di mafia, in esecuzione ad un’ordinanza di esecuzione per la carcerazione emessa dalla procura. Filippo Di Maria, alcamese di 55 anni, deve scontare 10 anni e mezzo di reclusione per associazione mafiosa ed estorsione.

0 condivisioni

Alla scadenza definitiva verrà bandita una gara

Tangenti, prorogata la concessione
al pasticcere che denunciò Helg

Il consiglio d’amministrazione della Gesap,  ha rinnovato in via temporanea la concessione, alla pasticceria di Santi Palazzolo, l’imprenditore che un mese fa denunciò per estorsione il vicepresidente della Gesap, Roberto Helg.

0 condivisioni

I due militari erano in servizio a Pantelleria

Concussione, estorsione e falsità
Indagati vertici delle Fiamme Gialle

Sono accusati di concussione, estorsione e falsità dalla Procura di Marsala Vincenzo Ditta e Gaetano Spanò rispettivamente comandante e vice comandante della stazione della Guardia di Finanza di Pantelleria. I due avrebbero tamponato, con l’auto di servizio, la vettura di un romeno, che ingiustamente sarebbe stato costretto a pagare i danni.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.