Archivio

Città metropolitane e Liberi consorzi nati male
L’impugnativa ora è cosa certa

Si profila un nuovo scontro fra Roma e Palermo. Maggioranza spaccata fra chi vuole modificare la legge regionale e trattare e chi, come Crocetta, vuole resistere davanti alla Corte Costituzionale e applicare, intanto, la legge regionale

0 condivisioni

intervista all'assessore alle autonomie locali

Pistorio in viaggio verso Roma:
“Vado a valutare le criticità esistenti”

L’assessore Giovanni Pistorio conferma a BlogSicilia i rischi di impugnativa della Riforma delle ex province e la sua imminente trasferta romana per cercare soluzioni ed evitare l’eventuale contenzioso

0 condivisioni

Inizia la ‘guerra’ dei Liberi Consorzi
Rischio stop alla legge da Roma?

Sindaci preoccupati dalla situazione finanziaria dei Comuni temono di doversi far carico anche delle spese delle ex province e manifestano un difetto di partecipazione democratica alle elezioni di secondo livello che potrebbe complicare tutto

0 condivisioni

dopo lo sciopero incontri alla regione

Disastro Province, soluzione entro luglio o sarà catastrofe sociale

I manifestanti ricevuti dal vice presidente della Regione prima e dal presidente dell’Ars poi. Impegno ad approvare leggi riordino prima dela pausa estiva ma i lavoratori avvertono: “Dopo luglio sarà catastrofe sociale”

0 condivisioni

tutte le disfunzioni dalla loro abolizione

Care, vecchie e mostruose Province:
simbolo di sprechi o indispensabili?

‘A cosa servono?!?’ E’ stato come un mantra volato di bocca in bocca ed entrato nella testa molti che, magari pur non credendoci, alla fine – sfiancati – ammettevano ‘l’inutilità delle Province’ divenute l’esempio degli sprechi della ‘casta’. Eppure le ragioni rappresentate oggi in Sicilia, dove ancora gli enti intermedi vivacchiano nel limbo del commissariamento

0 condivisioni

I PRELIEVI FORZOSI PIù ELEVATI IN SICILIA

Ex Province, tagli e prelievi a Catania
Rischio chiusura per scuole e strade

A Catania, rischio di chiusura per gli istituti scolastici superiori, dato che molte strade non saranno più transitabili e i disabili sensoriali (audio e videolesi) resteranno senza servizi. Sono state le organizzazioni sindacali, assieme al coordinamento delle Rsu di tutte le ex Province siciliane, a denunciare la situazione.

0 condivisioni

oggi sit in in tutta l'isola

Riforma Province, in Sicilia è rivolta
I dipendenti ricevuti dai prefetti

Oggi i lavoratori delle Province siciliane sono scesi in piazza per contestare la politica dei tagli del Governo nazionale ‘che rischia di condannare al default i nove Enti territoriali’, e contro il Governo regionale che ancora non riesce a far decollare la riforma dei nuovi liberi consorzi.

0 condivisioni

verso proclamazione stato agitazione

Insorgono i dipendenti ex Province
“Basta paralisi e commissariamenti”

“Basta con i disservizi per i cittadini! Basta commissariamenti che paralizzano le attività degli Enti! Il governo regionale si esprima con chiarezza e determinazione sulle competenze degli enti intermedi e sul futuro occupazionale del personale. Si assuma ogni responsabilità sul futuro governo degli enti intermedi del territorio e legiferi con celerità”. È il grido forte

0 condivisioni

Ecco il tesoro immobiliare delle ex province

BENI IMMOBILIARI ALIENABILI DELLA REGIONE SICILIANA FABBRICATI PROVINCIA VALORE IN € N° FABBRICATI AGRIGENTO 22.137.000,00 5 CALTANISSETTA 9.917.000,00 4 CATANIA 26.884.000,00 10 ENNA 3.423.000,00 4 MESSINA 91.255.436,00 48 PALERMO 53.207.000,00 16 RAGUSA 1.236.000,00 1 SIRACUSA 8.403.000,00 2 TRAPANI 7.645.000,00 6 ROMA 2.055.000,00 2 TOTALE 226.162.436,00 98 TERRENI PROVINCIA VALORE IN € N° TERRENI MESSINA 1.764.145,88

0 condivisioni

documento sollecitato da ugl terziario

Salvare i lavoratori delle partecipate
Risoluzione in Commissione Lavoro

Un impegno da parte del governo regionale e per esso da parte del presidente della Regione Siciliana, dell’assessore regionale per l’economia e dell’assessore regionale per gli enti locali, a salvaguardare i lavoratori dipendenti impegnati presso le società partecipate delle ex province al 100 per cento in house delle Province regionali siciliane. E’ quanto chiede una

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui