giovedì - 09 luglio 2020

 

Archivio

La misura è retroattiva a partire da dicembre

Tecnis, ok alla cassintegrazione
per tutti i lavoratori dell’azienda

Via libera alla cassintegrazione per tutti i lavoratori della Tecnis. Lo rende noto il segretario generale della Filca Cisl Sicilia Santino Barbera che stamattina al ministero del Lavoro ha siglato l’intesa.

0 condivisioni

L'iniziativa è prevista per lunedì

Strade dell’Ennese dissestate
Tour di denuncia ‘on the road’

Un tour on the road per denunciare il cattivo stato delle strade della provincia di Enna. L’iniziativa è stata organizzata dalle strutture Fillea Cgil.

0 condivisioni

la denuncia della fillea cgil

Opere pubbliche per 124 mln ferme
a Palermo: “Dati Comune errati “

Tra le opere già finanziate, da tempo in fase di stallo, che la Fillea chiede di far ripartire ci sono anche il raddoppio del ponte Corleone (21 milioni già stanziati), la manutenzione del ponte Oreto (3,8 milioni di fondi Fas), il collettore sud orientale di piazza Indipendenza (28 milioni).

0 condivisioni

le richieste presso la cgil di palermo e provincia

Borse di studio e buoni libro per i figli dei lavoratori edili

La Fillea Cgil di Palermo informa che il comitato di gestione del C.e.p.im.a, la Cassa edile di Palermo, anche per l’anno 2015 ha deliberato l’erogazione dei buoni libri e borse di studio per i familiari conviventi dei lavoratori edili.

0 condivisioni

i sindacati ricevuti in prefettura a palermo

Morti bianche: “Nessuna sicurezza nei cantieri di lavoro”

“Siamo stanchi – dicono i sindacati – di dover protestare per far valere diritti ovvi come quello di lavorare nei cantieri edili senza rischiare la pelle e senza essere schiavi di imprenditori avventurieri”.

0 condivisioni

sottoscritto ieri a trapani

Rilanciare le aziende confiscate, accordo tra sindacati e magistrati

Si tratta del primo del genere in Italia, ed avrà il compito di rilanciare le aziende edili gestite dallo Stato affinché abbiano un ruolo propulsivo nell’economia del territorio e di definire attraverso i piani industriali nuove prospettive di assetti societari e occupazionali.

0 condivisioni

il commento dei sindacati di categoria

Gli edili contro Crocetta: “Smetta
di giocare con la vita dei lavoratori”

“Il governo Crocetta per ovviare ai disastri compiuti colpisce a turno una categoria professionale e sociale. L'ennesima conferma è la decisione annunciata ieri di destinare agli stipendi dei dipendenti delle province, 10 milioni di euro previsti per la manutenzione delle strade”.

0 condivisioni

"La sicurezza nei cantieri è prioritaria"

Palermo, morte di Vitale Mastrangelo
Sindacati parte civile al processo

“La Filca Cisl, insieme a Feneal Uil e Fillea Cgil, si costituirà parte civile nella drammatica vicenda di Vitale Mastrangelo, l’operaio di 36 anni che ha perso la vita cadendo da un costone roccioso in un cantiere poco distante da Tommaso Natale, a Palermo”.

0 condivisioni

l'uomo è caduto da una parete rocciosa

Morte operaio a Palermo, Cgil e Fillea si costituiranno parti civili

“Il primo nostro pensiero va ai familiari, per quest’ ennesimo incidente sul lavoro – dichiarano il segretario della Cgil di Palermo Enzo Campo e il segretario della Fillea Cgil di Palermo Francesco Piastra – Più volte abbiamo denunciato una situazione di criticità diffusa nel settore degli appalti. Purtroppo un operaio ha perso la vita per sbarcare il lunario”.

0 condivisioni

lavoratori ricevuti da gabinetto prefetto

Crisi edilizia a Palermo
Incontro in prefettura

La crisi occupazionale, le emergenze del settore delle costruzioni e la necessità di siglare protocolli di legalità negli appalti a Palermo e maggiori controlli sul rispetto delle norme contrattuali e del pagamento degli stipendi, sono stati al centro di un incontro in Prefettura tra la Fillea, il sindacato degli edili, e l’ufficio del capo di

0 condivisioni

Tre le imprese edili confiscate a michele aiello

Aziende confiscate in crisi
Operai Ati Group domani in piazza

Sono 114. lavoravano nelle imprese edili di Michele Aiello proprietario anche della clinica Villa Santa Teresa che ha visto confiscare tutto perché accusato di essere prestanome di Bernardo Provenzano. Ma da allora le imprese sono in crisi

0 condivisioni

senza lavoro né ammortizzatori sociali

“Mettiamo un rene in vendita”
La disperazione di 3 edili disoccupati

Un accorato appello di tre disoccupati edili da tre anni senza lavoro. Enrico Accardi, Salvatore Orfanelli e Salvatore Bruno hanno scritto una lettera “drammatica e provocatoria” al sindaco Leoluca Orlando, al presidente Rosario Crocetta, al vicesindaco Emilio Arcuri e all’assessore Agnese Ciulla, comunicandogli di essere costretti a mettere ciascuno un rene in vendita “per far fronte alle difficoltà delle loro famiglie”.

0 condivisioni

34 operai utilizzati nel raddoppio della linea ferrata

Cefalù 20, nessun licenziamento
False notizie sui media

“E’ falsa la notizia apparsa sugli organi di stampa del licenziamento da parte della Cefalù 20 Scarl di 34 operai edili. I lavoratori saranno impiegati sino al completamento del raddoppio ferroviario Fiumetorto-Ogliastrillo”. Lo dichiarano Angelo Gallo (Feneal Uil), Antonino Cirivello (Filca Cisl) e Giuseppe Guarcello (Fillea Cgil), che smentiscono l’informazione errata apparsa sugli organi di stampa. “Nella riunione dello scorso lunedì 9

0 condivisioni

incontro con i sindacati in assessorato infrastrutture

Edilizia, appalti in ripresa ma ancora 80mila disoccupati nell’Isola

Primi segnali di ripresa nel settore delle opere pubbliche siciliane: nel 2014 sono state appaltate gare per oltre 214 milioni di euro, sono in fase di avvio numerosi cantieri per la realizzazione di infrastrutture sul territorio e sono in corso di pianificazione diversi interventi per il rifacimento delle strade provinciali.

0 condivisioni

l'analisi di fillea-cgil

Catania, edilizia sempre più in crisi
La ripresa passa dal Centro storico

A Catania continua la crisi del settore edile e ciò ci viene confermato dai dati di fine anno diffusi da Fillea Cgil che rivelano, ancora una volta, il segno meno sul numero degli occupati e sull’entità complessiva delle retribuzioni erogate.

0 condivisioni

persi 80mila posti di lavoro in 4 anni

A p.zza Politeama l’albero di Natale con le lettere degli edili disoccupati

Da stamattina a piazza Politeama a Palermo c’è un nuovo albero di Natale, sotto quello del Comune, con le letterine appese degli edili disoccupati che chiedono il lavoro. Dopo l’invasione pacifica di ieri in via Paternò, con un sit-in davanti all’abitazione del sindaco Orlando, il comitato degli edili disoccupati continua oggi la sua protesta/provocazione.

0 condivisioni

domani la mobilitazione

Edilizia, 80mila disoccupati in 6 anni
Manifestazione a Ragusa

Hanno scelto un luogo emblematico gli edili siciliani di per la manifestazione regionale che si terrà domani nell’ambito della mobilitazione nazionale della categoria. Un migliaio di edili disoccupati si ritroveranno infatti a Ragusa nei pressi di una famosa incompiuta siciliana, l’ospedale Giovanni Paolo II: 58 milioni di euro disponibili per l’opera ma cantiere bloccato.

0 condivisioni

4 le vittime in pochi ore in sicilia

Morti sul lavoro, sindacati chiedono al prefetto Comitato per la sicurezza

Un appello pubblico al prefetto perché convochi un Comitato provinciale per la sicurezza sul lavoro. E’ questa la richiesta avanzata dalla Fillea Cgil di Palermo, resa ancora più urgente dopo l’incidente di lunedì in cui ha perso la vita un operaio a Gangi e da un bollettino di morti sul lavoro in continuo aumento in Sicilia: ieri la nuova disgrazia dell’edile precipitato dall’impalcatura a Floridia, lunedì l’altro operaio morto a Canicattì.

0 condivisioni

Fillea Cgil: " Comuni superino le difficoltà a progettare"

Contratto nazionale di sviluppo e 4 miliardi per le Infrastrutture

La Sicilia regno di opere pubbliche incompiute e carenze infrastrutturali potrebbe respirare un sospiro di sollievo, tra qualche giorno, quando sarà definito  il Contratto istituzionale di sviluppo (Civ) con l’Anas per le strade.

0 condivisioni

i sindacati di categoria annunciano la mobilitazione

Edilizia in ginocchio, i sindacati: “Colpa della politica incapace”

Ad oggi – spiegano i sindacati – c’è il concreto rischio di restituire alla fine del prossimo anno, quasi 3 miliardi di euro di fondi comunitari perché non si è in grado di spenderli. Non si è capaci neanche di far partire i lavori in infrastrutture già appaltati e assegnati e bloccati da meri cavilli burocratici”.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.