Archivio

l'inchiesta coinvolse il procuratore Messineo

Rito abbreviato per Maiolini
Giudizio per presunta usura bancaria

L’inchiesta coinvolse anche il procuratore di Palermo Francesco Messineo accusato di fuga di notizie ma la posizione del magistrato venne archiviata. Per sostenere l’accusa nei confronti di Maiolini, invece, torna da Trapani il Pm Verzera

0 condivisioni

L'operazione "Terra mia" della polizia di Palermo

Rifiuti e corruzione, Messineo:
“Le norme oscure la favoriscono”

“Le norme oscure e complicate sono il sogno di ogni corrotto, non basta l’azione repressiva per combattere la corruzione. E’ più importante semplificare le norme ed eliminare le facoltà discrezionali, ma anche tempi e scadenze certi”. Così il procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, commenta l’operazione ”Terra mia”.

0 condivisioni

Sgominato il mandamento mafioso di Bagheria

Operazione Reset, Messineo: “Hanno collaborato 20 imprenditori su 44”

“Non so se abbiamo sgominato definitivamente il mandamento di Bagheria, ma mi auguro di averlo quantomeno compresso”. Lo ha detto il Procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, nel corso della conferenza stampa sull’operazione Reset.

0 condivisioni

In corso le indagini della Procura di Palermo

Intimidazione al presidente Grasso
Messineo: “Allerta resta massima”

“Il livello di allerta è massimo. Cercheremo di capire la provenienza e il livello di attendibilità delle minacce”. Lo ha detto il capo della Procura della Repubblica di Palermo, Francesco Messineo, a proposito della lettera di minacce al presidente del Senato Pietro Grasso.

0 condivisioni

Le parole del procuratore capo di Palermo

Operazione Bucatino, Messineo:
“Boss considerati uno Stato parallelo”

Emerge dalle indagini una condotta che speravamo cancellata: la tentazione purtroppo ancora ricorrente di conferire alla criminalità organizzata un ruolo di mediazione. Ci si rivolge a soggetti legati a Cosa nostra come fossero intermediari, per recuperare, ad esempio materiale rubato”. Queste le parole del procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, durante la conferenza stampa convocata in procura per illustrare i dettagli dell’operazione ‘Bucatino’.

0 condivisioni

il procuratore capo alla commissione a roma

Messineo all’Antimafia: “Inutile sciogliere i Comuni per infiltrazioni”

Nella sua audizione a Palazzo San Macuto, Francesco Messineo Messineo è andato dritto al punto, portando ulteriori conferme di quanto la mafia sia ancora una forza assai estesa in tutti i settori, a partire dal mondo delle istituzioni. E sullo scioglimento dei Comuni ha una posizione ben precisa: non serve, perché a nuove elezioni il gruppo criminale dominante andrà al potere mobilitando migliaia di voti.

0 condivisioni

dopo l'allarme bomba sotto casa di Messineo

Palermo, cresce tensione in Procura
Da giovedì uffici giudiziari “blindati”

Cresce la tensione a palazzo di giustizia di Palermo. Dopo le minacce dirette ed indirette ai Pm del processo Stato-mafia, dopo le intercettazioni in carcere nei confronti del boss Totò Riina, sale la preoccupazione per possibili attentati. Per motivi di sicurezza da giovedì prossimo non sarà più possibile accedere all’area della Procura di Palermo, ovvero

0 condivisioni

L'inchiesta sulla turbativa della gara dei pannoloni

Arresto dell’ex direttore Asp
Agueci: “Indagine sanità non finisce”

“Questa indagine nasce dalla denuncia del presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, e dell'assessore alla Salute Lucia Borsellino. Un episodio emblematico di malcostume all'interno della pubblica amministrazione e della Regione in particolare”. Così il procuratore di Palermo, Francesco Messineo, ha illustrato i particolari dell'inchiesta che ha portato oggi all'arresto dell'ex commissario dell'Asp Salvatore Cirignotta e di Carlo Carollo, procuratore della ditta Fater.

0 condivisioni

confronto fra messineo e l'aggiunto principato

“Liberalizziamo le droghe leggere”
Divergenze in Procura a Palermo

Piccole divergenze emergono all’interno della procura di Palermo. Durante la conferenza stampa per illustrare l’operazione Horus con la quale i carabinieri di Palermo hanno sgominato una banda di trafficanti che operava nel quartiere Zisa, va in scena la divergenza di opinioni fra il procuratore Francesco Messineo ed uno dei suoi principali aggiunti, Teresa Principato.

0 condivisioni

La richiesta del procuratore generale della Cassazione

Rivelò chiamate Napolitano-Mancino
Chiesto proscioglimento Di Matteo

Il procuratore generale della Cassazione, Gianfranco Ciani, ha chiesto il proscioglimento per il pubblico ministero di Palermo Nino Di Matteo nei cui confronti era stata avviata l’azione disciplinare per aver rivelato in un’intervista l’esistenza di telefonate tra Giorgio Napolitano e Nicola Mancino intercettate nell’inchiesta sulla trattativa Stato-mafia.

0 condivisioni

Sette i magitsrati in lizza

Procura di Palermo, Lari e Lo Forte
candidati a succedere a Messineo

Sono sette i candidati alla guida della Procura di Palermo: il ruolo di procuratore capo, infatti, sarà vacante dal 1 agosto prossimo, quando Francesco Messineo raggiungerà il limite di 8 anni previsto per gli incarichi direttivi.

0 condivisioni

il procuratore aggiunto di Palermo

Operazione Agrion, Teresi:
“E’ l’ora di dire basta al pizzo”

E’ chiaro il procuratore aggiunto di Palermo Vittorio Teresi che si scalda nel raccontare la vicenda vivendo l’ingiustizia e l’assurda violenza. “Palermo è una città strana – aggiunge – sono 35 anni che mi occupo di questi reati e penso che come mi sono stancato io si debbano essere stancati io palermitani”.

0 condivisioni

In manette otto esattori del pizzo a Palermo

Operazione Agrion, Messineo:
“Cosa nostra non tollera chi si ribella”

“Questa indagine fa emergere la straordinaria gravità dell’episodio di violenza, una brutale aggressione destinata a punire in modo esemplare un piccolo esercente che si è rifiutato di pagare il pizzo“. Così il procuratore della Repubblica di Palermo, Francesco Messineo, nella sede della Squadra mobile per illustrare i particolari dell’operazione “Agrion”.

0 condivisioni

alfano: "non escludiamo nuova strategia stragista"

Mafia, nuove minacce a Di Matteo
Riina intercettato da una microspia

Proprio mentre il Ministro Alfano a Palermo riuniva il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza Pubblica per esprimere ai magistrati la presenza dello Stato, (VIDEO) si apprende, a margine del medesimo comitato, che il boss Totò Riina sarebbe tornato a minacciare il pm palermitano Nino Di Matteo. ASCOLTA IL MINISTRO ALFANO

0 condivisioni

Il ministro dell'Interno nel capoluogo dell'Isola

Alfano: “Task force per emergenza abitativa con beni confiscati”

Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, a Palermo, incontrando i giornalisti al termine della riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica, svoltasi nella prefettura del capoluogo, parla delle continue minacce rivolte ai magistrati.

0 condivisioni

Il commento del procuratore di Palermo

Minacce a pm Di Matteo, Messineo:
“Sembra chiamata alle armi di Riina”

Il procuratore di Palermo Francesco Messineo ha commentato la notizia di minacce rivolte dal capomafia detenuto ai Pm, Nino Di Matteo, Roberto Tartaglia e Francesco Del Bene.

0 condivisioni

Ecco come è partita l'inchiesta

La denuncia parte dall’assessorato
Le tappe dell’indagine interna

C’è una relazione del dirigente dell’Area affari generali della Regione, Marcello Maisano, inviato il 26 novembre del 2012 all’assessore regionale alla formazione, Nelli Scilabra. Relazione che si trova agli atti dell’inchiesta Iban che questa mattina ha portato all’arresto, ai domiciliari, di tredici dipendenti dell’assessorato e due imprenditori  – il titolare di un’azienda d rivendita legnami

0 condivisioni

I fondi pubblici sono stati distratti a favore degli indagati

“Rubati soldi del progetto legalità”
I dettagli dell’operazione Iban

Uno degli arrestati, Emanuele Currao, avrebbe anche realizzato con parte degli introiti, come spiegano i magistrati, un appartamento a Sciacca, in provincia di Agrigento, che è stato sequestrato.

0 condivisioni

Procuratore capo di Palermo

Terremoto Formazione, Messineo:
“Pessima figura con l’Europa”

Gli arresti dei tredici dipendenti regionali siciliani e dei due imprenditori, accusati di truffa e peculato, rappresentano “un episodio di malamministrazione che coinvolge i dipedenti pubblici”. E’ quanto dice il Procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, parlando dell’operazione ‘Iban’ che ha scoperto un giro di malaffare tra dipendenti pubblici infedeli e imprenditori compiacenti.

0 condivisioni

Dopo le dichiarazioni del procuratore Teresi

Sentenza Mori tra accuse e scuse
Messineo ai pm: “Basta con opinioni”

Dopo il “4” rifilato al tribunale di Palermo per la sentenza di assoluzione Mori Obinu, Teresi aveva fatto mea culpa. Ma le sue parole non sono state sufficienti e sulla questione interviene il procuratore capo di Palermo stilando il decalogo dei rapporti tra stampa e magistratura.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui