lunedì - 10 agosto 2020

 

Archivio

Rugnone: "Il coordinatore è un commissario liquidatore"

Forza Italia, scontro Scoma – Gibiino
Club Forza Silvio: “Ora nuova guida”

Forza Italia in Sicilia è un campo di battaglia. Un conflitto a colpi di comunicati stampa e dichiarazioni in questi giorni ingaggiato tra il coordinatore regionale Vincenzo Gibiino e il suo vice Francesco Scoma.

0 condivisioni

gli azzurri allo sbando in Sicilia

Scoppia la guerra in Forza Italia
Scoma: “Gibiino solo un liquidatore”

Fulmine a ciel sereno in casa azzurra. Il senatore Francesco Scoma attacca il coordinatore regionale definendolo “solo un liquidatore”

0 condivisioni

Le richieste della Procura di Palermo

“Giacchetto pagava vacanze a Scoma”
Processo per il deputato forzista

Secondo i pm, Scoma era andato in vacanza con moglie e figli a Capri, viaggio pagato da Faustino Giacchetto, manager della pubblicità al centro della grossa inchiesta sugli appalti truccati – per promozione e comunicazione della regione anche attraverso l’ente di formazione Ciapi – che portò a 17 arresti nel 2013.

0 condivisioni

Gruppo unico con Pid e Grande Sud all'Ars

Forza Italia si organizza in Sicilia
Gibiino e Scoma verso la segreteria

Vincenzo Gibiino verso la segreteria di Forza Italia in Sicilia. Dovrebbe essere proprio il senatore catanese a guidare il partito di Berlusconi nell’Isola. Si attende l’investitura ufficiale. Intanto gruppo unico all’Ars, mentre a Sala della Lapidi è scontro anche all’interno degli alfaniani.

0 condivisioni

a poche ore dalla rinascita di Forza Italia

Castiglione: “Ha vinto l’estremismo,
con Alfano i veri Popolari”

“Oggi -afferma a BlogSicilia il sottosegretario etneo –  ha vinto l’estremismo ma finalmente anche in Italia, le due grandi famiglie politiche d’ispirazione europea, Ppe e Pse, avranno due leader giovani, Alfano e Renzi. Si va dunque verso un solido sistema bipolare, una democrazia matura che non lasci spazio più ai populismi…”.

0 condivisioni

Il giudice del lavora si schiera con gli 11 dipendenti

Pdl, deputati rischiano lo stipendio
Non hanno pagato TFR ai dipendenti

Il giudice del lavoro ha respinto la richiesta di sospensione del decreto ingiuntivo emesso in favore di 11 lavoratori e proposta con opposizione anche dal senatore Francesco Scoma, quando era capogruppo pidiellino all’Ars.

0 condivisioni

L'esponente del Pdl a BlogSicilia

Il senatore Scoma alza il tiro
“E’ il Pdl che si è adeguato a noi”

“Il gruppo parlamentare del Pdl si è adeguato a noi”. Francesco Scoma, senatore palermitano del Pdl, uno dei 22 ex Pdl che hanno firmato la risoluzione a sostegno del governo guidato da Enrico Letta, alza il tiro contro il suo stesso partito, soprattutto contro i “falchi” che puntavano alla sfiducia del governo.

0 condivisioni

Sei senatori siciliani con il premier Letta

I traditori siciliani di Berlusconi
Scoma c’è, manca Castiglione

Sono sei i senatori siciliani del Pdl che firmano la mozione di fiducia a sostegno del governo di Enrico Letta. Fra i “traditori” di Silvio Berlusconi c’è il senatore palermitano Francesco Scoma, mentre manca Giuseppe Castiglione, senatore catanese considerato il “capo fronda”.

0 condivisioni

E' caos nel partito del Cavaliere

I diversamente berlusconiani del Pdl
Il senatore Scoma esce allo scoperto

“No a strappi istituzionali! Ciascuno con la propria storia! Attenzione a calpestare le individualità! Ha ragione Alfano!” Francesco Scoma, senatore palermitano del Pdl, si affida la suo profilo twitter per commentare la crisi del governo Letta causata dallo “strappo” del leader dei pidiellini Silvio Berlusconi.

0 condivisioni

Dopo l'ordine di Berlusconi

Caccia nel Pdl ai senatori traditori
Sono sette i siciliani nella “fronda”

Sarebbero tanti i mal di pancia all’interno del Pdl dopo l’ordine di Silvio Berlusconi. Ed è caccia a traditori che sarebbero disposti a non dimettersi e a votare un Letta bis. Il malessere contagia ministri, senatori dissenzienti per linea politica o più semplicemente per il terrore di non essere rieletti, e nomi alti nel partito, come

0 condivisioni

Il senatore intervistato da La Stampa

“Non lascio il Pdl per un Letta bis”
Scoma resta con Berlusconi

Smentisco categoricamente un mio possibile abbandono del Pdl per sostenere un Letta bis“. Francesco Scoma, senatore palermitano pidiellini, intervistato dal quotidiano La Stampa, risponde alle indiscrezioni, uscite nei giorni scorsi, di un possibile “tradimento” di Silvio Berlusconi.

0 condivisioni

Tutto il partito siciliano mobilitato

Referendum, Pdl raccoglie le firme
“Nostra battaglia sulla giustizia”

Il Pdl Sicilia lancia gli ultimi giorni di campagna firme per i sei requisiti referendari promossi dai Radicali sulla giustizia giusta. “Da sempre vogliamo rendere la giustizia in Italia giusta, è una nostra battaglia storica” – commenta Dore Misuraca, coordinatore regionale.

0 condivisioni

Oggi pomeriggio in carcere gli interrogatori di garanzia

I finanzieri all’Ars, riscontro
sulle dichiarazioni di Cascio

Mentre era in corso l’interrogatorio a palazzo di giustizia dell’ex presidente dell’Ars, Francesco Cascio sotto indagine nell’ambito dell’inchiesta Mala Gestio della Procura di Palermo che ha “scoperchiato” il cosiddetto sistema Giacchetto, ovvero la distribuzione di mazzette fra politici e dirigenti della Regione usando i fondi europei della formazione destinati al Ciapi e quelli della comunicazione

0 condivisioni

I due filoni d'inchiesta della Procura di Palermo

Mala gestio e Grandi eventi
Tutti i nomi di arrestati e indagati

L’inchiesta della Procura di Palermo su Fausto Giacchetto riguarda due filoni di indagine collegate tra loro. La prima è stata denominata “Mala gestio” e riguarda i finanziamenti all’ente di formazione Ciapi.  La seconda riguarda la gestione della comunicazione per i grandi eventi della Regione siciliana ed è stata chiamata dagli inquirenti “Sicilia grandi eventi“.

0 condivisioni

L'inchiesta della Procura di Palermo

Scandalo sistema Giacchetto, M5S:
“Politici coinvolti si autosospendano”

Il gruppo M5S all’Ars interviene sullo scandalo giudiziario che sta colpendo la Regione Siciliana e che ha portato all’arresto di politici e funzionari. “I politici coinvolti si autosospendano, è questione di etica”, dichiarano i deputati grillini.

0 condivisioni

Scoperto il "sistema Giacchetto" su Grandi eventi, comunicazione e Ciapi

Terremoto annunciato sulla Regione siciliana
Manette per ex assessori e funzionari

Una bufera si abbatte a metà giugno sulla politica siciliana. Svelato il sistema “Giacchetto” che investe diversi deputati, assessori, sindaci e politici. Tutti alla corte dell’uomo che avrebbe controllato per anni il sistema della formazione e della comunicazione.

0 condivisioni

Il neo deputato non si dimette da consigliere di Palermo

Giuseppe Milazzo proclamato all’Ars
ma non lascia Palazzo delle Aquile

Giuseppe Milazzo approda all’Ars, ma non si dimette da consigliere comunale. Rimangono al momento chiuse le porte di Sala delle Lapidi per Giovanni Melia, primo dei non eletti tra le fila del Pdl. Anche se lo stesso Melia sostiene: “Non c’è nessun impedimento al mio ingresso in Consiglio. Milazzo si dimetterà”.

0 condivisioni

Prende il posto di Francesco Scoma eletto al Senato

Giuseppe Milazzo (Pdl)
proclamato deputato all’Ars

Giuseppe Milazzo è stato proclamato a Sala d’Ercole, dal presidente Giovanni Ardizzone, deputato di questa legislatura regionale. Milazzo, esponente del Pdl, approda in Assemblea regionale dopo che Francesco Scoma ha optato per il seggio al Senato.

0 condivisioni

Senatore e deputato Ars, dovrà scegliere la poltrona

La doppia vita di Francesco Scoma

Ha sessanta giorni di tempo  – dalla proclamazione  – per decidere da che parte stare. Se cioè decidere di mantenere il suo ruolo di deputato regionale e capogruppo del Pdl all’Assemblea regionale siciliana o preferirgli la poltrona di senatore a Palazzo Madama conquistata praticamente a sorpresa alle ultime elezioni politiche di febbraio. Francesco Scoma dovrà

0 condivisioni

Ars esamina l'abolizione. Ostruzionismo in aula

Province, va in scena l’opposizione
Crocetta contro il centrodestra

All’Ars, forse per la prima volta, va in scena lo scontro fra opposizione e governo regionale. Il presidente della Regione, Rosario Crocetta presente in aula per difendere il suo ddl che cancella le province e istituisce i liberi consorzi dei comuni, ha forzato la mano con dichiarazioni ad effetto ma che vanno nella direzione che

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.