giovedì - 09 luglio 2020

 

Archivio

l'udienza con eurolink fissata dopo la data di liquidazione

Ponte sullo Stretto, il ‘pasticcio’
sui tempi tra liquidazione e danni

Secondo un decreto del governo letta, la liquidazione della società Stretto di Messina dovrebbe essere portata a termine entro il 15 aprile 2014. Ma c’è un piccolo particolare. Il consorzio Eurolink ha chiesto 700 milioni di euro di danni per la cancellazione del contratto. Il tribunale Civile di Roma ha fissato la prima udienza per il 26 maggio 2014, in pratica quarantuno giorni dopo la chiusura per legge delle procedure di liquidazione della Stretto di Messina.

0 condivisioni

Bernava: "Il governo Crocetta cambi passo"

Fondi Ue, Cisl: “Report Res conferma i gravi ritardi della Regione Siciliana”

“L’ennesima conferma dei ritardi della Regione arriva dal report Res: la spesa certificata totale del Fesr è ferma al 27,4%, quella dell’Fse, al 40,9%. Il governo spieghi che cosa intende fare per portare la Sicilia fuori dal tunnel. Registra ritardi preoccupanti, in Sicilia, l’attuazione dei due principali programmi europei, Fse e Fesr”. Così la Cisl Sicilia commenta il rapporto congiunturale Res presentato oggi a Palermo con la partecipazione del ministro della Coesione territoriale, Carlo Trigilia.

0 condivisioni

La conferenza stampa del governatore

Crocetta su uso Fondi Ue
“Infrastrutture, imprese e povertà”

Il presidente della Regione Rosario Crocetta, durante la conferenza stampa, svoltasi questo pomeriggio a Palazzo d’Orleans, ha annunciato come saranno usati i fondi del finanziamento del Piano Azione Coesione sbloccato dal governo nazionale.

0 condivisioni

conferenza stampa a catania dei vertici nazionali

Assotir sul piede di guerra:
“Porteremo istanze fino a Bruxelles”

Il grido di dolore dell’associazione italiana delle imprese di trasporto: diecimila aziende chiuse nel 2012, quasi tremila quelle con procedura fallimentare e oltre centomila i dipendenti rimasti senza lavoro. Nel meridione la situazione è ancora più triste. Sul banco degli imputati, il governo Monti.

0 condivisioni

il 26 aprile conferenza stampa nazionale a catania

Ecobonus, Assotir striglia il Governo

Gli autotrasportatori richiamano l’attenzione delle Istituzioni sulla crisi del comparto dovuta anche alla mancata erogazione dell’ecobonus, già maturato per l’anno 2010, deliberato dal Ministero precedentemente, con le risorse economiche già disponibili ma inspiegabilmente non distribuite

0 condivisioni

Si rischia di perdere 398 milioni di euro

Sicilia, 98 opere pubbliche bloccate
L’Ance: “Colpa del patto di stabilità”

Sono 98 le opere pubbliche finanziate da fondi Cipe ferme da anni nell’Isola. Risorse per 398 milioni di euro che la Sicilia rischia di perdere se non si ‘allenterà’ il patto di stabilità. E’ questa la denuncia dell’Ance nazionale e regionale. L’associazione dei costruttori edili ieri a Palermo, nel corso del convegno su “Piano delle città e project financing”.

0 condivisioni

L'opinione dell'ex assessore all'Economia

Articolo 37:
“Si fa presto a dire conquista…”

La scorsa settimana dal governo Monti è arrivato il via libera all’attuazione dell’articolo 37 dello Statuto siciliano. Le industrie che abbiano stabilimenti in Sicilia dovranno pagare nell’Isola le tasse derivanti dalla produzione locale. Una conquista per molti. L’ex assessore all’economia, Gaetano Armao non la pensa così. E vuole spiegarlo ai lettori di BlogSicilia. Ecco la sua opinione.

0 condivisioni

E al Quirinale la prima riunione dei saggi

Restituzione debiti alle imprese
oggi la decisione del governo

Un incontro a Palazzo Chigi dovrebbe chiarire oggi la tempistica del decreto per la restituzione dei primi 40 miliardi di debiti alle imprese.

0 condivisioni

i Cobas scuola 'bocciano' la decisione del Governo

“Il Sistema di “(S)valutazione”
A maggio scioperi a catena

Il Sistema nazionale di Valutazione delle scuole pubbliche approvato dal Consiglio dei Ministri non piace. Annunciati scioperi a catena per il mese di maggio: giorno 7 in piazza scuole materne ed elementari, il 14 sarà la volta delle scuole medie, il 16 maggio la protesta degli istituti superiori.

0 condivisioni

acquistano mezza pagina per il loro appello

Lo Stretto conteso, sul Corsera
39 ingegneri contro il ‘no’ al Ponte

Una sorta di manifesto pro-ponte proveniente dal mondo di chi parla la lingua della scienza e dell’ingegneria. E che è pronto a spiegare la propria versione dei fatti, affermando che “il Ponte sullo Stretto di Messina non è una storia di sprechi ma al contrario una impresa che ha portato all’Italia e alla comunità scientifica internazionale uno straordinario bagaglio specifico di conoscenze multidisciplinari”.

0 condivisioni

il piano di riordino del governo monti

Giustizia, Crocetta minaccia conflitto di attribuzione sul taglio di magistrati

La giunta regionale ha approvato una delibera contro il piano del governo nazionale che prevede un taglio di 80 magistrati in Sicilia. “E’ folle in una fase in cui la magistratura siciliana è impegnata in una grande lotta a criminalità e mafia e mentre nuove indagini cominciano a riguardare colletti bianchi, l’economia e i rapporti che ci sono nella burocrazia e nella politica”

0 condivisioni

il coordinatore siciliano dello scudocrociato a catania

D’Alia e lo strappo Udc: “A catanesi non interessano beghe di cortile”

Gianpiero D’Alia, oggi a Catania, in merito alle critiche del deputato regionale catanese, Marco Forzese che dopo avere contestato la composizione delle liste per le politiche ha scelto di autosospendersi e di lasciare il partito ha detto: “Prima di essere ex esponente dell’Udc era ex esponente del Mpa”,

0 condivisioni

Domani la questione dovrebbe approdare all'Ars

Governo dichiara il Muos di Niscemi
sito strategico per la difesa nazionale

Il governo nazionale ha dichiarato il sito di Niscemi dove si sta realizzando il sistema di comunicazione radar Muos “sito di interesse strategico per la difesa militare della nazione e dei nostri alleati”. Domani l’Ars dovrebbe esaminare un ordine del giorno riguardante proprio l’opposizione al Muos.

0 condivisioni

Pensioni: al via la riforma Fornero
Gli uomini a 66 anni, le donne a 62

Gli effetti della riforma Fornero sono ormai entrati in vigore. Difatti, a decorrere dal primo gennaio 2013, si potrà andare in pensione di vecchiaia con almeno 62 anni e tre mesi per le donne (i tre mesi diventano nove per le autonome), e 66 anni e tre mesi per gli uomini.

0 condivisioni

allarme dell'anief

Scuola, confermato il taglio
di 360 istituti siciliani

Il 2013 porta in dote alla Sicilia l’ultimo “taglio” firmato dal governo Monti: la soppressione di 360 scuole. L’Isola è al secondo posto fra le regioni più colpite dalla scure dell’esecutivo che ha deciso di cancellare 2611 istituti. “Questi tagli sono illegittimi come sancito da una sentenza della Corte Costituzionale e il dimensionamento andato cancellato” tuona l’ Anief

0 condivisioni

ieri la scadenza

Dall’Imu incassati 24 miliardi di Euro

Le prime stime parlano complessivamente di un introito record per le casse dello Stato: circa 24 miliardi di euro, addirittura 3 in più rispetto ai 21 miliardi stimati in un primo momento dall’esecutivo.

0 condivisioni

L'analisi

Elezioni politiche, si vota a febbraio

È stato un fine settimana intenso e convulso che ha segnato, di fatto, la fine dell’esperienza del governo tecnico di Mario Monti. Il presidente del Consiglio ha annunciato le sue dimissioni irrevocabili non appena il Parlamento varerà la Legge di Stabilità. Il segretario nazionale del Pdl, Angelino Alfano, aveva, se non formalmente, di certo nella sostanza tolto il sostegno al premier non facendo partecipare all’ultimo voto di fiducia i deputati e i senatori del suo partito.

0 condivisioni

L'avvertimento di Palazzo Chigi

"Stop riduzione Province
porterà al caos istituzionale"

Il Popolo della Libertà ha stoppato al Senato il taglio delle Province, sollevando una questione costituzionale che di fatto rallenta se non addirittura blocca il decreto legge del governo. Da Palazzo Chigi ieri sera è arrivato un avvertimento: “La mancata conversione del decreto legge sulle Province comporterebbe una situazione di caos istituzionale … tra le conseguenze, oltre ai mancati risparmi, la lievitazione dei costi a carico di Comuni e Regioni e il blocco della riorganizzazione periferica dello Stato”.

0 condivisioni

verso le amministrative di messina

Ainis: "Mi chiedono di
candidarmi a sindaco, ma…"

Il noto costituzionalista Michele Ainis ieri sera a Messina, sua città natale, per la presentazione del libro “Doppio riflesso”, prima esperienza come romanziere. Da noi intervistato, fa una disamina dei problemi locali, circa la crisi di Palazzo Zanca che non potrà essere risolta dall'”elemosina” della legge “salva comuni”. Sui i nodi del Governo Monti, parla di “storia bislacca”. Infine, chiediamo se la sua adesione a Italia Futura significa per lui impegno politico: “Ci sono degli “sciagurati” che mi propongono di candidarmi a sindaco di Messina – risponde -, ma mi vogliono male”.

0 condivisioni

in senato maggioranza numerica ma non politica

Su Mario Monti aleggia
lo spettro della crisi

Stamani al Senato il Pdl non ha partecipato alla votazione sulla fiducia chiesta dal governo Monti sul decreto sviluppo. Così il partito di Berlusconi annuncia di fatto che non farà più parte della maggioranza (ha votato favorevolmente solo Pisano), un assist ai rivali del Pd che, attraverso il capo dei senatori Anna Finocchiaro, hanno chiesto al presidente del Consiglio di salire al Quirinale. Il decreto sviluppo è passato alla seconda votazione, ma dopo il voto quasi tutte le forze politiche stanno convenendo che la maggioranza è ‘numerica ma non politica’ e il governo deve prenderne atto.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.