mercoledì - 22 maggio 2019

 

Archivio

oltre 30 persone in servizio a lampedusa e pantelleria

Vigilantes aeroporti licenziati
Chiesto intervento Enac

Negli scali la Metronotte d’Italia sta subentrando alla Ksm e la normativa prevede che la nuova società prenda in carico il personale in servizio “mente la società uscente – spiega Flauto – ha già dichiarato che senza questo passaggio, procederà con il licenziamento dei lavoratori”.

0 condivisioni

sono le guardie giurate di lampedusa e pantelleria

Cambio appalto di vigilanza
35 licenziati negli aeroporti

Si è conclusa con esito negativo la procedura di cambio appalto ex art 24, 25, 26 e 27 del contratto collettivo nazionale di lavoro per gli aeroporti di Lampedusa e Pantelleria.

0 condivisioni

50 a palermo e 25 fra catania e messina

Meno licenziamenti alla Ksm
Esuberi da 90 scendono a 75

La mobilità avverrà solo su base volontaria e non riguarderà più i 100 inizialmente previsti e nemmeno i 90 della seconda fase ma 50 guardie giurate a Palermo e 25 fra Catania e Messina

0 condivisioni

lo sciopero riguarderà tutta la sicilia

Scioperano le Guardie giurate
Da stasera stop ai servizi Ksm

Dalle 22 di lunedì alle 22 di martedì stop ai servizi di sorveglienza e martedì le guardie giurate metteranno in scena un inconsueto sit in rdi protesta

0 condivisioni

sono 65 a palermo e 25 a messina

Licenziamento per 90 guardie giurate
Avviata procedura alla Ksm

Dopo la vertenza che un anno e mezzo fa riguardò 100 Guardie giurate, la Ksm, società leader nel settore della sorveglianza, si appresta ad avviare le procedure di licenziamento per altri 90 metronotte. La comunicazione è stata ricevuta in data odierna dalle parti sociali. La Ksm comunica, con una notala volontà di voler avviare la

0 condivisioni

operazione dei carabinieri di gravina

‘Spesa’ di notte al centro commerciale, arrestati ‘vigilantes’

Durante un servizio notturno in un centro commerciale i carabinieri  hanno sorpreso due guardie giurate che dopo aver effettuato il normale giro d’ispezione stavano uscendo “a mani piene” dal magazzino.

0 condivisioni

stamattina alla cisl di palermo l'incontro regionale

Gli agenti di vigilanza privata:
”Contratto nazionale scaduto da 4 anni”

Oltre 35mila lavoratori per 900 istituti di vigilanza privata su tutto il territorio nazionale. Un lavoro delicato e rischioso il loro, sono uomini in divisa che svolgono funzioni di pubblica sicurezza ma per i quali, al momento, le garanzie professionali sono davvero poche. Un contratto collettivo nazionale di lavoro scaduto da 4 anni, una retribuzione inadeguata, le difficoltà di scontrarsi con un mercato lavorativo caratterizzato da una sorta di monopolio territoriale.

0 condivisioni

stamattina alla cisl di palermo l'incontro regionale

Gli agenti di vigilanza privata:
"Contratto nazionale scaduto da 4 anni"

Oltre 35mila lavoratori per 900 istituti di vigilanza privata su tutto il territorio nazionale. Un lavoro delicato e rischioso il loro, sono uomini in divisa che svolgono funzioni di pubblica sicurezza ma per i quali, al momento, le garanzie professionali sono davvero poche. Un contratto collettivo nazionale di lavoro scaduto da 4 anni, una retribuzione inadeguata, le difficoltà di scontrarsi con un mercato lavorativo caratterizzato da una sorta di monopolio territoriale.

0 condivisioni

recrudescenza criminale nella città dei templi

Agrigento, allarme rapine in banca

Dopo l’ultima rapina, fallita solo per la provvidenziale presenza di un carabiniere all’interno della filiale della Banca Carige di Sambuca di Sicilia giovedi’ scorso, la Fiba Cisl di Agrigento insorge:”E’ assolutamente necessario che le banche investano maggiormente in sicurezza e, soprattutto, ripristinino le guardianie armate che vengono invece eliminate per motivi economici”

0 condivisioni

L'appello di un gruppo di guardie giurate

‘Il detective’ in crisi, 37 dipendenti scrivono al prefetto di Messina

Non vogliono promesse, ma un lavoro vero, le 37 guardie giurate di un istituto di vigilanza di Messina, Il detective, licenziate e messe in mobilità. Fra un anno l’indennità scadrà e i lavoratori non avranno come continuare a vivere. Per questo scrivono al prefetto, Francesco Alecci.

0 condivisioni

La replica di Raffaele Lombardo

L’articolo di El Pais, “Ieri assassini, oggi guardie al museo”

Questa volta a scatenare la polemica è un curioso connubio: quello fra mafia e arte. Infatti sei ex detenuti, stabilizzati dalla Regione siciliana, con un passato in Cosa nostra, sono gli attuali guardiani di capolavori, tra cui opere di Antonello Da Messina, conservati nella galleria regionale di Palazzo Abatellis, a Palermo.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.