mercoledì - 13 novembre 2019

 

Archivio

ipotesi legami con organizzazione al shabaab

Terrorismo, falsi titoli di viaggio
4 somali arrestati a Catania

Quattro cittadini somali sono stati bloccati da agenti della Digos in due appartamenti di Via Paolo Orsi, a gravina di Catania. Una delle ipotesi degli investigatori e quella che i proventi dell’ attività potessero servire a finanziare l’organizzazione terroristica somala “Al Shabaab”.

0 condivisioni

si tratta di due gambiani e un senegalese

Immigrazione, salvati in 4649 nel fine settimana, fermati tre scafisti

In tre giorni 31 operazioni di salvataggio che hanno coinvolto anche un elicottero dell’elisoccorso. Quasi cinquemila i migrnati giuntio così in Sicilia compresi quelli dell’ultimo sbarco catanese.

0 condivisioni

Per entrare in Italia anche 20 mila euro

Immigrazione clandestina d’élite
Grazie ai circhi “palermitani”

Gli immigrati che volevano arrivare in Italia e non salire sui barconi avevano trovato un sistema più comodo ma anche più costoso.

0 condivisioni

Parla il vice presidente della comunità islamica in Sicilia

Ismail: “Terroristi tra migranti?
Pericolo c’è, inutile negarlo”

Per il vice Presidente della Comunità islamica in Sicilia, Bouchnafa Ismail,esistono due ‘pericoli’ che conferma parlando a BlogSicilia: quello della presenza di terroristi fra i migranti che sbarcano in Italia e sul rischio attentati nel nostro Paese.

0 condivisioni

non si possono portare tutti in italia

Immigrati: mozione Gal, ‘Paesi Ue
accolgano chi soccorrono in mare’

Quando le navi europee soccorrono i migranti in mare dovrebbero accoglierli nei loro Paesi, dal momento che una nave è considerata il territorio galleggiante di uno Stato, e non portarli in Italia. E’ quanto chiede una mozione presentata dal gruppo Grandi Autonomie e Libertà.

0 condivisioni

Provocazione o solidarietà per i migranti?

E per i Malavoglia arrivò il salvagente
I giubbotti galleggiano nella fontana

Giubbotti di salvataggio e I Malavoglia. Sembrerebbe una situazione surreale o un’istallazione di arte moderna,  invece è uno degli scenari che si possono incontrare tutti i giorni per le strade di Catania. E se fosse un gesto di solidarietà per i migranti che sbarcano in Sicilia?

0 condivisioni

oggi l'inaugurazione del centro per immigrati

Immigrazione, nasce Commissione
per rifugiati ad Enna

Il centro aperto in via Orfanatrofio, a pochi passi dal Duomo, nei locali dell’ex Coreco, fornira’ assistenza sanitaria, legale, burocratica nel disbrigo pratiche fornendo anche informazioni sul mondo del lavoro. E sempre lo stesso stabile accogliera’ la commissione per il riconoscimento della protezione internazionale, la quarta in Sicilia dopo Trapani, Catania e Siracusa.

0 condivisioni

il bilancio dell'anno appena trascorso

Sbarchi, oltre 85mila i migranti assistiti dalla Croce Rossa nell’Isola

Circa tremila volontari hanno accolto e assistito più di 85mila migranti sbarcati ad Augusta, Pozzallo, Catania, Porto Empedocle, Messina, Trapani, Palermo, Pachino e Licata. Il massiccio arrivo di persone di nazionalità straniera sulle coste siciliane, con storie personali drammatiche, e alla ricerca di un futuro, rende necessario fornire loro, oltre al soccorso e all'assistenza medica, il supporto psicologico.

0 condivisioni

il prefetto morcone in commissione antimafia

Terrorismo: “Nessun elemento
su infiltrati tra migranti in Sicilia”

Le strutture di accoglienza e di trattenimento degli immigrati in Sicilia, il ruolo delle Prefetture e degli Enti Locali, il fenomeno del caporalato nelle campagne: questi i temi affrontati stamane dalla Commissione regionale Antimafia nel corso dell’audizione del Prefetto Mario Morcone, capo Dipartimento Immigrazione del Ministero dell’Interno.

0 condivisioni

La richiesta è stata raccolta da Don Mosè Zerai

Immigrazione: barcone con 200 migranti lancia Sos

Un barcone nel Canale di Sicilia con circa 200 migranti, tra i quali cinque donne in stato di gravidanza, ha lanciato l’Sos attraverso un telefono satellitare.

0 condivisioni

L'asp: "nessun caso ebola, disposta indagine interna"

Paura ebola a Palermo, 2 immigrati lasciati in ambulanza per 2 ore

Due giovani immigrati nigeriani si trovano da un’ora in ambulanza del 118 fermi nei pressi del pronto soccorso dell’ospedale Ingrassia di Palermo. Hanno la febbre a 41 e i medici del pronto soccorso non li hanno ancora visitati perchè l’azienda non avrebbe fornito i presidi sanitari di protezione.

0 condivisioni

materiali riciclati tornano a nuova vita

Sartoria sociale, a Palermo pensionati tutor di giovani e immigrati

Un luogo in cui l'artigianato creativo si lega a quello educativo, un'impresa sociale dove il prodotto si lega alla storia delle persone che lo creano. Ma che va a nozze anche con l'ambiente, grazie al recupero di materiali lavorati per dare vita a nuovi prodotti di abbigliamento, sartoria e arredamento che tornano a nuova vita.

0 condivisioni

Qauutro sbarchi nelle ultime ore, due attesi

Immigrazione, in arrivo altri 1000
Non rallentano i viaggi della speranza

Ancora sbarchi di immigrati in Sicilia, dove un migliaio di profughi soccorsi nel Canale di Sicilia sono in arrivo tra Porto Empedocle nell’Agrigentino e Pozzallo nel Ragusano. In quest’ultimo porto è destinata la nave “Borsini” della Guardia costiera, che trasporta 450 profughi. Sempre a Pozzallo ieri sera erano giunti 110 siriani, afghani e iracheni, che si trovavano su una vecchia

0 condivisioni

il giovane del mali scampò al naufragio del 19 luglio

Quando la speranza diventa incubo
Storia di Mohamed salvato a Palermo

Ha 22 anni e dopo un viaggio dal Mali fino alla Libia e da lì su un barcone fino alle coste italiane ha rischiato di morire come tanti altri migranti. E’ stato salvato grazie ad un circuito di solidarietà

0 condivisioni

stamane sbarcati profughi a lampedusa e pozzallo

Emergenza sbarchi, nelle ultime
48 ore soccorsi 3510 migranti

Prosegue il lavoro delle navi della Marina Militare nell’ambito dell’operazione Mare Nostrum che negli ultimi due giorni ha portato al salvataggio di 3510 persone su barconi in difficoltà. A bordo della rifornitrice di squadra Etna ci sono in questo momento 2128 profughi.

0 condivisioni

avvistato a sud di Siracusa diretto a Portopalo

I morti non fermano i viaggi
236 (54 bambini) “stivati” in barcone

Un altro barcone sovraccarico di migranti è stato avvistato questa mattina a Sud di Portopalo di Capo Passero nel Siracusano, l’estrema punta meridionale della Sicilia. Nel soccorso dello scafo, sul quale si trovano 236 migranti (non 250 come dalla prima stima), tra cui 35 donne (4 incinta) e 54 minori, i militari della nave “Vega” della Marina militare,

0 condivisioni

a palermo presentazione progetto di inclusione sociale

“Itinerari d’incontro”: 60 migranti trovano un lavoro in Sicilia

Sono in maggioranza donne le persone di diverse nazionalità coinvolte dal progetto nato dalla sinergia tra l’Istituto di Formazione Politica “Pedro Arrupe” di Palermo, i Centri “Astalli” di Palermo e Catania e la Scuola per Assistenti Sociali “F. Stagno D’Alcontres” di Modica, e finanziato dall’Unione Europea, dal Ministero del Lavoro e dalla Regione siciliana.

0 condivisioni

presentazione e film e dibattito di legacoop e palermo

“Io sono io e Tu sei tu”: migranti
tra accoglienza e integrazione

Un film che racconta la vita dei migranti tra accoglienza e integrazione, girato in Sicilia, al Cara di Mineo, e prodotto dalla Fondazione Integra. La proiezione domani pomeriggio a Sala delle Lapidi a Palermo, diventerà lo spunto per un dibattito sul tema che coinvolge esponenti della politica cittadina, regionale, nazionale e europea.

0 condivisioni

da 3 anni non ricevono fondi dallo stato e dai comuni

Sbarchi, cooperative per minori
querelano ministeri e Comuni

Per conto di venti cooperative di Puglia, Sicilia e Campania che ospitano circa 700 minorenni nordafricani giunti clandestinamente in Italia, un avvocato salentino ha presentato una denuncia-querela per i ministeri dell'Interno, dell'Economia, del Lavoro e delle Politiche Sociali e dei sindaci dei Comuni italiani interessati.

0 condivisioni

la proposta arrivata dalla conferenza unificata

Cara Mineo, il sindaco Aloisi:
“No alla trasformazione in CpA”

Anna Aloisi, sindaco di Mineo (Ct) definisce come “irricevibile” la richiesta arrivata dalla Conferenza Unificata per “trasformare il Cara in un centro di prima accoglienza (Cpa)”.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.