mercoledì - 01 aprile 2020

 

Archivio

Il progetto di Libera a San Giuseppe Jato

‘Chi semina racconta’, 100 ragazzi coltivano bene confiscato alla mafia

Giovani e donne a rischio marginalità che, grazie all’agricoltura sociale, potranno inserirsi nel mondo del lavoro e al tempo stesso essere protagonisti di un percorso di legalità, valorizzando un bene confiscato alla mafia a San Giuseppe Jato, il centro Di Matteo sottratto al boss Bernardo Brusca e intitolato alla memoria del piccolo Giuseppe.

0 condivisioni

il progetto "chi semina racconta"

Bene confiscato alla mafia gestito
da giovani in difficoltà

Obiettivo del progetto è la formazione di ragazzi e giovani donne in condizione di disagio e a rischio marginalità che, attraverso l’agricoltura sociale, diverranno protagonisti della valorizzazione di un bene confiscato alla mafia e quindi di un percorso di legalità.

0 condivisioni

l'evento è in programma giovedì 24 settembre

Presentata la Carovana Antimafia
farà tappa nelle periferie di Catania

San Cristoforo, Galermo-Trappeto Nord e San Berillo vecchio saranno le tappe catanesi della Carovana Antimafie 2015, giovedì 24. L’evento di impegno civile è stato presentato oggi da Arci Catania, Libera, e dai segretari provinciali di Cgil, Cisl, Uil .

0 condivisioni

L'appello di Arci, Libera e Cgil, Cisl e Uil

Degrado delle periferie a Palermo
Lettera aperta a città e a istituzioni

Lettera aperta alla città e alle istituzioni, di Arci, Libera e Cgil, Cisl e Uil Palermo, i soggetti promotori della tappa palermitana della carovana internazionale antimafie, che ieri ha fatto tappa allo Zen.

0 condivisioni

“Le periferie al centro” è il tema di quest’anno

La Carovana internazionale antimafie
arriva in Sicilia, prima tappa allo Zen

Approda in Sicilia la Carovana Internazionale Antimafie di Arci, Libera e Avviso Pubblico. La prima tappa a Palermo, domenica 20 settembre, allo Zen 2. “Le periferie al centro” è il tema scelto per quest’anno.

0 condivisioni

il fondatore di libera a palermo

Beni confiscati, Don Ciotti:
”Il sistema non funziona”

Il prefetto Caruso ha denunciato un sistema che non funzionava, parcelle spropositate che finivano agli amministratori giudiziari e ritardi. E' stato umiliato da tanti ma e' stata una persona perfetta, pulita e trasparente e con un grande naso da bravo poliziotto”.

0 condivisioni

vi si inaugurerà l'anno scolastico

Scuola, raid vandalico al Cassarà
Dove lunedì arriva Don Ciotti

L’istituto ospiterà una inaugurazione ‘antimafia dell’anno scolastico 2015/2016. nella notte sono state rotto le finestre nel corso di un raid vandalico

0 condivisioni

sottoscritto ieri a trapani

Rilanciare le aziende confiscate, accordo tra sindacati e magistrati

Si tratta del primo del genere in Italia, ed avrà il compito di rilanciare le aziende edili gestite dallo Stato affinché abbiano un ruolo propulsivo nell’economia del territorio e di definire attraverso i piani industriali nuove prospettive di assetti societari e occupazionali.

0 condivisioni

alla fiera del mediterraneo

Solidarietà, a Palermo il campo “Passione civile” con 50 volontari

Oltre alla raccolta di materiale usato (si può prenotare il ritiro telefonando al numero 371.1216954) e al mercatino, Passione civile vedrà i volontari del campo impegnati in azioni sociali sul territorio.

0 condivisioni

domani alla cittadella universitaria di palermo

Beni confiscati alle mafie, il forum regionale a supporto dei Comuni

Nell’ambito degli interventi previsti dai Programmi europei 2007-2013, a sostegno dei territori dell’Obiettivo convergenza, il Dipartimento della Funzione Pubblica – Ufficio per la formazione del personale delle pubbliche amministrazioni – ha affidato a LIBERA Associazioni Nomi e Numeri contro le Mafie, da anni impegnata a livello nazionale nella diffusione della cultura della legalità e nella

0 condivisioni

l'iniziativa "M.R.N on the Garden"

Ambiente e solidarietà
Domani a Palermo da Libera

Sarà un pomeriggio all’insegna del verde quello che organizza sabato 18 ottobre il gruppo Facebook M.R.N. in collaborazione con Libera, nella cui Bottega dei Saperi e dei Sapori di piazza Castelnuovo, a Palermo, a partire dalle 16.30 proporrà una serie di iniziative. Dopo la presentazione dei partecipanti e delle finalità dell’iniziativa, dal titolo “M.R.N. on

0 condivisioni

a trappeto la commemorazione dell'attivista

90 anni fa nasceva Danilo Dolci
Don Ciotti visita il Borgo di Dio

Il presidente di Libera visiterà oggi il Borgo di Dio a Trappeto, nel Palermitano, appena riaperto dopo anni di abbandono grazie a un progetto realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud e la partecipazione di Centro per lo Sviluppo Creativo Danilo Dolci, CESIE, Libera Palermo e Comune di Trappeto.

0 condivisioni

pubblicato bando per la concessione gratuita

Castellammare, bene confiscato
alla mafia diventa centro per disabili

Il bene sarà ristrutturato con i fondi regionali dell’assessorato della Famiglia delle politiche Sociali e del Lavoro che ha finanziato il progetto di riqualificazione presentato dall’amministrazione.

0 condivisioni

domani a palermo

Rispettare l’ambiente divertendosi
Con Libera il riciclo è creativo

Si intitola “M.R.N. on tle Lab” e sarà un pomeriggio finalizzato a sensibilizzare al riutilizzo e alla trasformazione di oggetti destinati alla spazzatura, come carta, cartone, plastica, stoffa, facendo vivere loro un secondo ciclo di vita attraverso nuove forme, che daranno modo di creare divertenti giochi.

0 condivisioni

tutela dell'ambiente nella perla delle pelagie

Lampedusa sostenibile e città dell’Europa, settimana di iniziative

Si inizierà lunedì 31 marzo con la pulizia di alcuni siti dell’isola (spiagge e altri luoghi) in collaborazione anche con l’associazione Imprenditori Isole Pelagie, studenti, amministratori e semplici cittadini. Martedì 1 aprile mattina (dalle ore 9,00 alle ore 12,30) ci sarà una raccolta porta a porta di materiale recuperabile.

0 condivisioni

L'incontro nella chiesa romana di San Gregorio VII

Il Papa ai mafiosi: “Cambiate vita”
Francesco riceve parenti delle vittime

Maria Falcone, i parenti di don Peppino Puglisi, quelli di don Giuseppe Diana sono tra i circa mille familiari delle vittime di mafia che partecipano questo pomeriggio alla veglia con Papa Francesco nella chiesa romana di San Gregorio VII.

0 condivisioni

venerdì prossimo a roma oltre 700 persone

Papa Francesco incontrerà i familiari delle vittime delle mafie

Il presidente di Libera, don Ciotti: “Grande la gioia di centinaia di familiari delle vittime innocenti di mafia che, pur avendo, molti di loro, altri culti, hanno gradito questo pensiero. Attendono una parola, ancora una volta, forte, come quella che Francesco sa dare, che dica con chiarezza di nuovo che il Vangelo e’ incompatibile con l’illegalita’, la corruzione e le mafie.

0 condivisioni

domani la commemorazione a palermo

25 anni fa l’omicidio D’Onufrio
Il barone antimafia di Ciaculli

L’ex capo della polizia, il dottor Manganelli, lo ricordava come “amico del dottor Montana, tifoso delle Istituzioni, vicino alla Polizia, pronto a fare chissà che cosa per cambiare il mondo in meglio”. Venne ucciso il 16 marzo del 1989, a soli 39 anni, in una stradina del quartiere Ciaculli con un’esecuzione esemplare: dopo una raffica di mitra, un colpo di pistola in bocca. La firma di Cosa Nostra sui cadaveri di chi ha parlato troppo”.

0 condivisioni

istituita una borsa di studio in memoria della Siragusa

Nasce rete per diritto allo studio
Da Palermo appello per la scuola

L’iniziativa è stata presentata, oggi, nell’ambito della terza edizione dell’Assemblea nazionale “La scuola pubblica non può più attendere” organizzata dal gruppo “la scuola non deve finire” con il supporto di Libera e Amnesty International.

0 condivisioni

La veglia di libera nelle piazze italiane

Don Ciotti su Lampedusa: “Migranti uccisi da leggi cieche e insensibili”

Nella giornata di lutto per l’immane tragedia nel mare di Lampedusa, Libera promuove una veglia di corresponsabilità nelle piazze e nei luoghi del nostro Paese con le associazioni, comunità parrocchiali, presidi, amministrazioni con la partecipazione dei cittadini che vogliono esprimere la loro solidarietà ai migranti vittime della strage e il loro impegno perché la politica cambi davvero.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.