martedì - 23 luglio 2019

 

Archivio

la donna sarebbe affetta da depressione

Omicidio Loris, Veronica trasferita
in opg a Barcellona Pozzo di Gotto

E’ stata trasferita dal carcere di Agrigento all’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto, Veronica Panarello, la giovane madre imputata dell’omicidio del figlio Loris di 8 anni.

0 condivisioni

La mamma del piccolo Loris

Abbreviato condizionato a perizia
psichiatrica: Veronica a giudizio

Abbreviato condizionato a una perizia psichiatrica. Sarà giudicata con questo rito Veronica Panarello, la madre indagata per l’omicidio del piccolo Loris Stival. Il gup di Ragusa Andrea Reale ha accolto la richiesta presentata dal legale difensore Franco Villardita.

0 condivisioni

Integrazione consulenza fascette ai polsi

Delitto Loris, slitta al 3 dicembre
rinvio a giudizio per Veronica

Martedì scorso Veronica Panarello, accompagnata dal legale di fiducia, dalla polizia, dai carabinieri e dagli agenti della penitenziaria, aveva fatto un nuovo sopralluogo nella zona in cui ha ammesso di avere gettato lo zainetto di Loris, quello giallo e blu, di cui la donna voleva disfarsi.

0 condivisioni

le nuove rivelazioni della panarello

Delitto Loris, la madre cambia versione: “Morto mentre giocava”

Secondo le nuove dichiarazioni della donna, che ieri è stata nuovamente sentita in Procura, a Ragusa, si sarebbe trattato di ‘un incidente’. Loris sarebbe morto mentre giocava con alcune fascette elettriche che lo hanno strangolato.

0 condivisioni

avrebbe cambiato versione dei fatti

Delitto Loris, la madre Veronica chiede di essere interrogata

Veronica Panarello ha sempre proclamato la sua innocenza, sostenendo di avere accompagnato il giorno della morte di Loris il bambino a scuola. Una ‘bugia’ per la Procura, Gip, Tribunale del riesame e Cassazione, svelata dalle telecamere del paese.

0 condivisioni

lo avrebbe confessato in carcere al marito

Delitto Loris, la madre: “Non l’ho portato a scuola quel giorno”

Ma alla domanda del marito se sia stata lei a uccidere Loris, è stata categorica: “No, non sono stata io. Non avevo nessun motivo per farlo. Mi ricordo solo quello che ti ho detto, non ti basta? Ora stammi vicino…”.

0 condivisioni

in carcere con l'accusa di averlo ucciso

Omicidio Loris, domani Veronica
in preghiera sulla tomba del figlio

Uscirà domani pomeriggio per qualche ora dal carcere di Agrigento dove è rinchiusa dal dicembre scorso Veronica Panarello, accusata di aver ucciso il figlio Loris Stival, che aveva 8 anni, a Santa Croce Camerina.

0 condivisioni

la richiesta del PG alla corte di cassazione

Delitto Loris davanti la Cassazione
Mamma Veronica resti in carcere

Veronica Panarello, la ventiseienne accusata dell’omicidio del figlio, il piccolo Loris di otto anni, resti in carcere. Questa la richiesta del sostituto procuratore generale della Cassazione Antonio Gialanella nell’udienza a porte chiuse davanti alla Prima sezione penale, chiamata a decidere sul ricorso della difesa della donna contro la custodia cautelare in carcere confermata dal tribunale del riesame di Catania il 3 gennaio

0 condivisioni

ascoltati negli uffici della mobile di ragusa

Omicidio Loris: interrogati il padre, la zia e una testimone

Proseguono gli interrogatori nelle ulteriori indagini sull'omicidio del piccolo Loris a Santa Croce Camerina (Ragusa), tese a individuare eventuali altre responsabilita' in aggiunta quelle della madre Veronica Panarello, in carcere per omicidio aggravato e occultamento di cadavere.

0 condivisioni

la proposta del sindaco Nicosia

Vittoria offre lavoro a Davide Stival
“Così starà accanto a fratello Loris”

Un lavoro per Davide Stival affinché rimanga accanto al fratello del piccolo, Loris. E’ la proposta che il sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosi,  ha inviato all’avvocato Daniele Scrofani, legale del padre del bimbo ucciso a Santa Croce Camerina. 

0 condivisioni

indiscrezioni non confermate

Delitto Loris, ci sarebbero 2 indagati
Si fornirebbero alibi a vicenda

Sarebbero “almeno due i colpevoli” dell’ omicidio del piccolo Loris Stival, secondo l’edizione online del ‘Corriere di Ragusa’, in cui si sostiene che si tratterebbe di persone “note al bambino” trovato nel fosso di Mulino Vecchio nel pomeriggio di sabato 29 novembre. Secondo il giornale, sul conto delle due persone ci sarebbero “parecchi indizi e alcune prove schiaccianti”. I due, prosegue il

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.