Caccia nel Pdl ai senatori traditori
Sono sette i siciliani nella “fronda”

Sarebbero tanti i mal di pancia all’interno del Pdl dopo l’ordine di Silvio Berlusconi. Ed è caccia a traditori che sarebbero disposti a non dimettersi e a votare un Letta bis. Il malessere contagia ministri, senatori dissenzienti per linea politica o più semplicemente per il terrore di non essere rieletti, e nomi alti nel partito, come