venerdì - 03 luglio 2020

 

Archivio

Operazione della dda in Calabria, Lazio e Sicilia

Fiori e cocaina, blitz anti-ndrangheta
In manette anche tre vittoriesi

Una rete internazionale per il traffico di droga è stata smantellata in un blitz condotto da polizia e carabinieri nel Lazio, in Calabria ed in Sicilia in cui complessivamente sono state arrestate oltre persone fra cui tre vittoriesi.

0 condivisioni

le dichiarazioni di consolato villani, ex 'ndranghetista

Pentito rivela: “Servizi segreti deviati dietro stragi Capaci e via D’Amelio”

Villani ha detto che “Falcone e Borsellino sarebbero stati uccisi perche’ all’interno dello Stato c’erano delle
contrapposizioni. In particolare c’era una corrente politica collegata a Cosa nostra e c’era il rischio che questo si
scoprisse”.

0 condivisioni

erano del boss della 'ndrangheta Gioffrè

I beni del boss deceduto
Sequestri fra Messina e Reggio

il boss della ‘ndrangheta aveva affari anche in Sicilia ed è morto nell’ospedale di messina a 75 anni

0 condivisioni

La vicenda riguarda anche la ndrangheta e la camorra

Trasferiti in massa i boss al 41 bis
In 200 hanno cambiato carcere

I movimenti, avvenuti quasi in contemporanea tra il mese scorso e questi giorni, con eccezionali misure di sicurezza e di segretezza, hanno riguardato circa 200 detenuti sottoposti al cosiddetto carcere duro.

0 condivisioni

un lungo elenco

Minacce e intimidazioni
Quei preti nel mirino

È lunga la lista di atti intimidatori contro i sacerdoti. Dalle semplici minacce fino ad arrivare anche al più grave dei delitti. Preti presi di mira perché sempre in prima linea. Obiettivi fin troppo esposti di disperati, delusi, estremisti, truffatori o mitomani.

0 condivisioni

Lo rivela il procuratore di Reggio Calabria Gratteri

Bergoglio nel mirino dell’ndrangheta
“L’opera di pulizia fa paura ai boss”

“Papa Bergoglio sta smontando centri di potere economico in Vaticano. Se i boss potessero fargli uno sgambetto non esiterebbero”. Lo rivela il procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Nicola Gratteri.

0 condivisioni

Ipotizzati anche legami con la 'ndrangheta

Esami facili all’Università di Messina
Sei persone agli arresti domiciliari

Università di Messina nella bufera. Scoperta un’organizzazione che influenzava le prove di ammissione alle facoltà a numero chiuso e agli esami con al vertice esponenti della ‘ndrangheta. Fra i coinvolti anche un docente ed un ex consigliere provinciale. Si indaga su legami con la ‘ndrangheta

0 condivisioni

Ad accusarlo il pentito di 'ndrangheta Roberto Mandalà

L’omicidio di un commerciante:
indagato il pentito Contorno

Il pentito Salvatore ‘Totuccio’ Contorno è indagato dalla procura di Palermo per l’omicidio di un commerciante di bibite, Domenico Russo, assassinato a Palermo il 9 maggio ’89, 17 giorni prima che Contorno venisse arrestato.

0 condivisioni

La donna che decise di testimoniare contro la famiglia

Storia di Lea Garofalo
testimone contro la ‘ndrangheta

Si intitola Lea il nuovo film di Giorgio Treves (La coda del diavolo, Intollerance, Rosa e Cornelia) dedicato alla storia di Lea Garofalo, la donna calabrese che ebbe il coraggio di sfidare la ‘ndrangheta e che per questo fu rapita e uccisa a soli 35 anni. Il film, sceneggiato tra l’altro dallo stesso Treves con la collaborazione di Heidrun Shleff (Il

0 condivisioni

L'attacco dell'ex presidente della Commissione antimafia

Forgione: “Altro che liste pulite,
Monti candida Di Martino”

“Monti alternativo e le sue liste pulite? Una favola. Lo dimostra la storia di Ugo Di Martino, di origini siciliane ma legato ai calabresi. Oggi è inserito nella lista del Maie che in Sud America sostiene appunto Mario Monti”. Con queste parole Francesco Forgione, candidato capolista di Sel in Sicilia al Senato, attacca Monti.

0 condivisioni

La replica del difensore palermitano alle accuse del pentito

Aronica ‘accompagnato’ dalla mafia,
Il calciatore: “Soltanto stupidaggini”

Non si è fatta attendere la replica del calciatore Salvatore Aronica che rispedisce le accuse al mittente: “Sono stupidaggini, ho già diffidato tutti”.

0 condivisioni

Calcioscommesse, dalla trasmissione "Presa Diretta"

Il pentito: “Salvatore Aronica ha avuto contatti con la ‘ndragheta”

“Il calcio in Calabria è quasi tutto controllato dalla ‘ndrangheta, ci sono decine di squadre controllate. Non è per una questione di soldi, ma di potere

0 condivisioni

Il padre è stato arrestato 3 giorni fa

Droga: arrestato il figlio di presunto boss nel Trapanese

Andrea Angelo, 34 anni, figlio di Salvatore, finito in carcere tre giorni fa nell’ambito dell’operazione antimafia ‘Mandamento’, è stato arrestato per detenzione di stupefacenti. In un capannone di Salemi, di sua pertinenza, la polizia del commissariato di Alcamo ha trovato 150 grammi di cocaina purissima. La droga era occultata all’interno di una cassaforte ed è stata scoperta grazie all’ausilio delle unità cinofile.

0 condivisioni

intervista a 'la repubblica'

Grasso: “La democrazia
in Italia ormai è in svendita”

L’analisi del procuratore nazionale Antimafia Piero Grasso sull’attuale momento del Paese travolto dagli scandali e dalle inchieste giudiziarie: “Comprare il consenso per 50 euro è una vera svendita della libertà di voto. Avveniva nei quartieri poveri di Palermo che il voto si comprasse con un pacco di pasta. Adesso a Milano si scopre che un voto si compra, dalla ‘ndrangheta, con 50 euro. E’ davvero devastante il quadro che vediamo in questi giorni: lo scioglimento del Comune di Reggio Calabria, l’arresto di un assessore in Lombardia, quello che e’ accaduto alla Regione Lazio”.

0 condivisioni

intervista a 'la repubblica'

Grasso: "La democrazia
in Italia ormai è in svendita"

L’analisi del procuratore nazionale Antimafia Piero Grasso sull’attuale momento del Paese travolto dagli scandali e dalle inchieste giudiziarie: “Comprare il consenso per 50 euro è una vera svendita della libertà di voto. Avveniva nei quartieri poveri di Palermo che il voto si comprasse con un pacco di pasta. Adesso a Milano si scopre che un voto si compra, dalla ‘ndrangheta, con 50 euro. E’ davvero devastante il quadro che vediamo in questi giorni: lo scioglimento del Comune di Reggio Calabria, l’arresto di un assessore in Lombardia, quello che e’ accaduto alla Regione Lazio”.

0 condivisioni

operazione della squadra mobile di reggio calabria

Scoperto traffico di droga
tra la Locride e Messina

In manette otto persone, accusate, a vario titolo, di spaccio di sostanze stupefacenti, tentata estorsione, sequestro di persona e furto aggravato. Alcuni degli arrestati appartengono alle famiglie di ‘ndrangheta di San Luca. L’inchiesta è coordinata dalla Dda di Reggio Calabria.

0 condivisioni

il magistrato calabrese ieri a catania

Gratteri: “La mafia non è sconfitta, stiamo pareggiando la partita”

Conferito al procuratore aggiunto di Reggio Calabria il Premio ‘Borsellino, Eroe Italiano’. Gratteri, analizzando il fenomeno delle mafie, ha lanciato un appello all’Ue: “Non e’ attrezzata dal punto di vista normativo”.

0 condivisioni

era stata scarcerata due giorni fa

‘Ndrangheta, romena
in manette a Messina

La Squadra Mobile della città dello Stretto ha arrestato Madalina Turcanu, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal Tribunale di Reggio Calabria. La donna è ritenuta “responsabile di associazione di stampo mafioso”.

0 condivisioni

l'imprenditore catanese

Ancora attestati di solidarietà per Mimmo Costanzo

Continuano ad arrivare attestati di stima per Mimmo Costanzo che denunciando una tentata estorsione ai danni di una sua azienda la Cogip impegnata nei lavori di ammodernamento della strada statale 106 jonica, ha fatto scattare l’operazione condotta nei giorni scorsi in Calabria che ha portato al fermo di sei presunti affiliati alla ‘ndrangheta.

0 condivisioni

È successo a Reggio Calabria

Ingerisce acido muriatico
Si suicida testimone di giustizia

Una testimone di giustizia, Maria Concetta Cacciola, si è tolta la vita ingerendo acido muriatico. La 31enne a maggio aveva iniziato a collaborare con la Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria raccontando quanto era a sua conoscenza sui segreti del clan Bellocco di Rosarno.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.