Archivio

il governatore parte e infuria la polemica

L’opposizione contro Crocetta:
”E’ incrocio tra Nerone e Schettino”

“Crocetta è un incrocio tra un novello Nerone che dà fuoco alla Sicilia e uno Schettino che scappa mentre la Sicilia affonda”. Lo ha detto il capogruppo di Forza Italia all’Ars Marco Falcone, in conferenza stampa a Palazzo dei Normanni.

0 condivisioni

dopo la morte della piccola nicole

Sanità, l’opposizione prepara mozione di censura contro Borsellino

“Ho chiesto in conferenza dei capigruppo all’Ars di calendarizzare la discussione sulle disfunzioni della sanità siciliana, ricevendo come risposta un no perentorio da parte del Pd e di tutta la maggioranza – dice Falcone – .Lo stesso presidente Ardizzone, ignorando il regolamento che prevede che il 30 per cento dei lavori dell’assemblea siano indicati dall’opposizione, si è schierato con Crocetta e i crocettiani”.

0 condivisioni

la nota del gruppo all'ars

La carica di M5S contro Crocetta:
una raccolta di firme e lo sfiducia day

Il Movimento 5 Stelle ha  annunciato “lo sfiducia-day” contro il governatore Crocetta che “vedrà il coinvolgimento della piazza con una mega raccolta di firme, che andranno a corredo di quelle raccolte dalla mozione Cinquestelle”. E’ in programma per il prossimo 26 ottobre.

0 condivisioni

le reazioni dell'opposizione

Fi e Musumeci: ‘sfiduciamo Crocetta’
Ncd: “Legge elettorale e poi al voto”

Il centrodestra si ricompatta in aula nel giorno in cui Crocetta si è presentato per riferire della situazione politica che attraversa il suo governo. Forza Italia, Ncd e Lista Musumeci hanno ribadito nei vari interventi la necessità di tornare alle urne.

0 condivisioni

il presidente riferisce sulla crisi del suo governo

“Intendo governare come un santo”
Il presidente lancia patto per la Sicilia

“Io ho una resistenza al dolore inimmaginabile quindi non si illudano che me ne vada. Non ho la maggioranza ma resto lo stesso qui a lavorare. Non ho imprese, non ho interessi personali. Usciró da qui nudo come sono entrato”.

0 condivisioni

riguarda "disposizioni varie sulla spesa"

Finanziaria, bagarre sull’articolo 46
M5S: “Una porcata ad personam”

E’ scontro sull’articolo 46, che ha tenuto la manovra in standby, ma depurato di tutti i commi tranne quelli che riguardano i pagamenti dei debiti della pubblica amministrazione alle imprese (mutuo da 850 milioni) e la liquidazione di gran parte delle società partecipate.

0 condivisioni

"Sono il presidente di tutti i siciliani"

Tutti a bordo della nave Crocetta
Il presidente apre alle larghe intese

Il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, ospite di una tv locale, prova a ricucire con il Pd ma afferma di avere “grande apertura a tutti i partiti” perché “voglio essere il presidente di tutti i siciliani”.

0 condivisioni

manca l'intesa tra maggioranza e opposizione

Consiglio comunale Catania:
c’è da sciogliere il nodo commissioni

Il nodo da sciogliere è quello per l’assegnazione delle presidenze delle commissioni consiliari a Palazzo degli Elefanti. L’ipotesi era quella di assegnare alla minoranza tre presidenze importanti per creare una sorta di gentlemen agreement in grado per far viaggiare spedito il Consiglio soprattutto sui temi più delicati.

0 condivisioni

Musumeci: "Noi non l'abbiamo votata"

Antiparentopoli, opposizione sarcastica: “Legge concordata?”

“Ma non era una legge “concordata” con il Commissario dello Stato? O probabilmente, ancora una volta, era una balla colossale del Presidente Crocetta?” Giovanni Di Mauro, Presidente dei deputati regionali del Partito dei Siciliani MpA non usa mezzi termini per commentare il provvedimento del Commissario dello Stato che ha impugnato la normativa approvata dall’ARS sulla incompatibilità con la carica di

0 condivisioni

L'amministrazione si oppone all'ingiunzione

Gesip, il Comune di Palermo
contro il pagamento di 4,2 milioni

Il Comune di Palermo ha dato mandato all’avvocatura comunale di predisporre immediata opposizione al decreto del tribunale che ha ingiunto l’amministrazione comunale a pagare 4,2 milioni di euro alla Gesip.

0 condivisioni

"la sua è una giunta al capolinea"

Bufera a Sciacca: l’opposizione chiede le dimissioni del primo cittadino

E’ sempre più critica la posizione del sindaco di Sciacca, Vito Bono e della sua stabilità a governare. Una serie di malumori su diversi punti, non in ultimo lo sforamento del patto di stabilità, ma anche la questione degli impianti di energia alternativa, hanno messo a dura prova la già compromessa vita amministrativa.

0 condivisioni

Nuovo vertice a palazzo grazioli

Monti al governo? Maroni minaccia
il passaggio all’opposizione

Berlusconi deve ora ascoltare i big del partito per trovare una posizione unitaria: nel Pdl, infatti, alcuni ex Fi ma soprattutto l’area degli ex An non è d’accordo sull’ipotesi di sostenere un governo tecnico e insiste sulla necessità di tornare a elezioni subito dopo le dimissioni del presidente del consiglio.
Nella maggioranza, c’è problema Lega Nord.

0 condivisioni

E all'opposizione dice: "Siate responsabili"

Berlusconi dall’Ue:
“L’Italia è un Paese solido”

La crisi, secondo il Presidente del Consiglio, sarebbe da attribuire ad un’Europa “che ha una moneta unica ma senza un governo unico e senza una banca che la garantisca e la sostenga”. E a quanti gli hanno chiesto sull’opportunità di un governo tecnico e di farsi da parte, il premier ha risposto: “Che novità… Non credo che questa sia la soluzione.

0 condivisioni

Il segretario del Pdl da Cortina d'Ampezzo

Alfano:”Contro Berlusconi
aggressione senza precedenti”

“L’obbiettivo è mandare a casa il presidente del Consiglio, come se questa fosse la soluzione ai problemi reali del Paese”. E ha ricordato come esempi negativi da non ripetere il primo governo Prodi durato poco più di un anno e i due D’Alema.

0 condivisioni

Camusso: "Si parte con il piede sbagliato", Alfano: "L'opposizione faccia delle proposte"

La crisi economica e l’ottimismo
di Berlusconi: “L’Italia ce la farà”

Berlusconi ha invocato la coesione del mondo politico nel corso di un discorso che a molti è parso mediocre e volutamente orientato a minimizzare l’entità dei problemi dell’Italia. E dati alla mano, ha parlato di un debito pubblico italiano inferiore a quello di molti altri paesi europei, e del disavanzo economico annullabile entro il 2014. Intanto non sono pochi oggi i giornali secondo i quali “Berlusconi fa finta di niente”.

0 condivisioni

Un'intervista dei presidente dei senatori pidiini

Anna Finocchiaro: “L’alternativa ?
C’è già: Pd, Idv e Udc”

La manovra ? “E’ pessima, inciderà pesantemente sui redditi medio bassi e sulle condizioni di vita delle famiglie. La stessa scelta di applicare i ticket è una decisione oscura perchè specula sul diritto alla
salute”.

0 condivisioni

Presentata al Consiglio comunale di Palermo

Mozione opposizione
Una holding per la Gesip

I consiglieri comunali di Palermo Leonardo D’Arrigo (Mpa), Salvo Italiano (Udc) e Salvatore Orlando (Idv) hanno presentato una mozione per la costituzione di una holding che gestisca le società partecipate affinchè vengano riordinati i servizi, ridotti i costi e favorirne la qualità.

0 condivisioni

"La loro maggioranza in aula è schiacciante"

Cammarata: “Il destino della Gesip dipende dall’opposizione”

”Ognuno è libero di decidere quello che vuole ed io sono il primo a rispettare una posizione contraria alla mia, – ha concluso – ma Faraone e il centrosinistra devono spiegare a duemila famiglie palermitane, che sulla decisione del Consiglio comunale ripongono le loro speranze per avere assicurati la continuità del reddito e la certezza del lavoro, quale è la loro posizione sul futuro della Gesip”.

0 condivisioni

Cammarata: "Fatto gravissimo"

Palermo, le opposizioni bocciano la variazione di bilancio

Il capogruppo dell’Mpa: “Il sindaco si dimetta subito”.Davide Faraone, del Pd: “Le emergenze le ha create l’amministrazione Cammarata”. Spallitta: “Tardivo e inadeguato”. Ma il sindaco respinge le accuse.

0 condivisioni

Il leader siciliano protagonista del 61 a 0 all'opposizione?

Ed alla fine… Miccichè restò con la candela in mano

Nella gestazione della lunghissima crisi regionale, ad un certo punto, sembrava che Lombardo fosse costretto in un angolo e Miccichè avesse il pallino in mano e le sorti della legislatura nelle sue decisioni.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui