Archivio

Aveva già subito un sequestro di oltre tre milioni

Nuovo sequestro per Cammarata
in affari con Piddu Madonia

Beni per 700mila euro sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Caltanissetta a Alberto Cammarata, imprenditore gelese di 44 anni. Il provvedimento, emesso dal Tribunale Nisseno, riguardante una società con sede a Milano impegnata nella realizzazione di appalti pubblici.

0 condivisioni

sarebbe vicino alla famiglia mafiosa dei madonia

Mafia, sequestro beni per 3,5 milioni
Colpito l’imprenditore Cammarata

L’imprenditore viene indicato come uomo vicino a giuseppe ‘Piddu’ Madonia. sequestrate aziende, beni mobili e immobili e rapporti bancari

0 condivisioni

si tratta di leonardo lombardo, di marianopoli

Confiscati beni per 1 milione
ad affiliato nisseno del clan Madonia

Oggetto del provvedimento sono terreni ed immobili, per un valore di circa un milione euro, costituiti da una villa e 15 appezzamenti di terreno con annessi fabbricati, situati a cavallo dei territori di Caltanissetta e Petralia Sottana (Palermo).

0 condivisioni

Trai condannati 'PIddu' Madonia

Omicidio di mafia nel Nisseno
Tre condanne all’ergastolo

Il boss Giuseppe “Piddu” Madonia e gli esponenti della famiglia mafiosa di Campofranco Salvatore Termini detto “Giuvannazzu” e Domenico Vaccaro detto “Mimì”, sono stati condannati all’ergastolo in quanto ritenuti responsabili dell’omicidio di Giuseppe Ricottone, indiziato mafioso, ucciso con una fucilata il 2 maggio 1990 mentre era seduto sul balcone della sua casa nelle campagne di Milena.

0 condivisioni

La giornata siciliana in pillole

BlogSicilia Video News
Il video riassunto della giornata

La giornata siciliana in breve. E’ on line l’edizione odierna (7 aprile) dello smart Tg di BlogSicilia Tv. Il riassunto delle principali notizie siciliane è disponibile ogni sera dal lunedì al venerdì.

0 condivisioni

La giornata siciliana in pillole

BlogSicilia Video News,
Oggi in Sicilia in 2 minuti

La giornata siciliana in 2 minuti. E’ on line l’edizione odierna (24  gennaio) dello smart Tg di Blog Sicilia Tv. Il riassunto delle principali notizie siciliane è disponibile ogni sera dal lunedì al venerdì

0 condivisioni

Oggi la quattordicesima udienza

Stato-mafia, depone Messina
“Cosa nostra voleva Lega del Sud”

In Cosa nostra, durante il maxiprocesso veniva detto che tutto si sarebbe ridotto in una bolla di sapone. Non ci sarebbero state grandi condanne e tutto sarebbe andato bene“. Queste le parole del collaboratore di giustizia Leonardo Messina, rispondendo al pm Nino Di Matteo nell’aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo.

0 condivisioni

le indagini a catania e i tre nuovi arresti

Luigi Ilardo quasi collaboratore
stava facendo arrestare Provenzano

Le indagini della Procura di Catania, a quasi vent’anni dal delitto di Luigi Ilardo, hanno portato all’arresto il cugino della vittima, Piddu Madonia di Vallelunga Pratameno e i catanesi Maurizio Zuccaro uno dei sicari più spietati della cosca Santapaola e Orazio Benedetto Cocimano.

0 condivisioni

Aveva svelato il rifugio di Provenzano

Omicidio Ilardo a Catania
Tre arresti dopo 17 anni

Fatta luce dopo 17 anni sull’omicidio di Luigi Ilardo, commesso a Catania nel 1996.  Ordinanza di custodia cautelare in carcere per Giuseppe Madonia inteso Piddu, Maurizio Zuccaro e Orazio Benedetto Cocimano. I particolari dell’operazione sono stati illustrati nella sede della Procura di Catania, dal procuratore Giovanni Salvi. 

0 condivisioni

indagine della procura di ragusa

Vacanza al mare nella villa confiscata,
denunciati familiari di Piddu Madonia

L’abitazione sul litorale di Santa Croce Camerina, nel Ragusano, era stata confiscata e trasferita al Comune. La scorsa estate la figlia e il genero del boss mafioso di Caltanissetta Giuseppe ‘Piddu’ Madonia hanno violato i sigilli, cambiato le serrature e stipulato tanto di contratto nominativo con l’Enel, peraltro mai onorato.

0 condivisioni

Mafia, sciolto il consiglio comunale di Vallelunga

In seguito alle ispezioni disposte dal Prefetto di Caltanissetta, Vincenzo Petrucci, il consiglio dei ministri ha deliberato lo scioglimento del consiglio comunale di Vallelunga Pratameno, perché vi sono state accertate delle interferenze da parte della criminalità organizzata. L’amministrazione del paese, noto per aver dato i natali al boss Piddu Madonia, sarà dunque affidata ad un

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui