mercoledì - 13 novembre 2019

 

Archivio

contrasto alla criminalità informatica

Cyber-terrorismo e pedopornografia
L’anno della Postale di Catania

L’impegno della Polizia Postale del Compartimento Sicilia Orientale nel 2015 è stato incentrato sull’attività di prevenzione e di contrasto  al fenomeno emergente del cyberterrorismo e della pedopornografia on-line.


0 condivisioni

Il vademecum della polizia postale

Regali di Natale on line
Come fare acquisti sicuri

Dall’esperienza acquisita nella tutela dai rischi di truffe on line, la Polizia Postale e delle Comunicazioni mette a disposizione una serie di informazioni per garantire la sicurezza in rete, la tutela dei dati personali, la protezione da frodi e rischi negli acquisti: temi caldi e particolarmente sentiti da chi utilizza Internet.

0 condivisioni

Contatti con gruppi armati e combattenti in Siria

Siriano con i file sull’Isis
Gip Catania convalida fermo

Il gip del Tribunale etneo ha convalidato il fermo del cittadino siriano di 20 anni indagato per associazione a delinquere con finalità di terrorismo internazionale.

0 condivisioni

l'interrogatorio di garanzia a Catania

‘Allah è grande, ma l’Isis lo è di più’
Sms di un siriano sbarcato in Sicilia

“Allah è grande, ma l’Isis lo è di più”: è il testo di uno degli sms contenuti nel telefono cellulare di un siriano fermato nei giorni scorsi  perché sospettato di terrorismo.

0 condivisioni

In manette l'uomo siciliano e la donna napoletana

Inviava foto porno della figlia ad un palermitano di Brancaccio

Una donna costringeva la figlia 13enne a masturbarsi e inviava poi le immagini a un quarantenne residente a Palermo.

0 condivisioni

Le indagini della polizia

Passaggi in auto e gelati per abusare di minori: choc a Pozzallo

Si sarebbe presentato alla vittima come un amico dei genitori, ma poi ne avrebbe abusato sessualmente. E’ una brutta storia quella scoperta dalla polizia  che ha eseguito un provvedimento di misura cautelare nei confronti di un 53enne originario di Pozzallo accusato di violenza sessuale aggravata nei confronti di minori.

0 condivisioni

Dirigente postale la bella e procuratore Patane'

Il pedofilo ha un profilo trasversale
L’organizzazione delinque sul web

La polizia Postale di Catania ha monitorato l’archivio segreto, il sistema cloud, degli indagati postato sul web. Stanze virtuali in cui veniva immagazzinato il materiale pedo pornografico garantito dal l’anonimato e impenetrabile da parte delle forze dell’ordine.

0 condivisioni

17 indagati, tre arrestati da polposta di catania

Un milione di file pedopornografici:
scoperta la community dell’orrore

Diciassette le persone indagate, di queste, tre sono state arrestate in flagranza per la detenzione di ingente quantitativo di immagini e video ritraenti minori impegnati in scene di sesso anche con adulti o in pose erotiche. La Procura di Catania contesta anche l’associazione a delinquere.

0 condivisioni

Operazione 'cloud' della postale di Catania

Associazione per delinquere e pedofilia: tre arresti e 14 indagati

Scoperta per la prima volta in Italia  un’associazione per delinquere finalizzata allo scambio, alla divulgazione e distribuzione di materiale pedopornografico su internet.

0 condivisioni

il vademecum della polizia postale su come prevenirle

Estorsioni sessuali on line
in aumento a Palermo

Le vittime, di sesso maschile, vengono circuite secondo uno schema sempre identico: viene, innanzitutto, ricevuta una richiesta di “amicizia” sui social network proveniente da una ragazza giovane ed avvenente.

0 condivisioni

già denunciati, erano tenuti d'occhio dalla postale

Truffatori bulgari in azione a Catania
In casa carte e bancomat clonati

Avevano in casa sofisticate apparecchiature informatiche di ultimissima generazione atte a carpire fraudolentemente i dati delle carte di credito e di debito (skimmer), microtelecamere, 200 carte di credito clonate, quasi 17.000 euro in contante e alcuni computer portatili.

0 condivisioni

oggi la prima prova

Le tracce degli esami di maturità
fra bufale e leggende metropolitane

Ogni anno in occasione della Maturità si rincorrono puntualmente voci incontrollate sulle anticipazioni delle tracce ministeriali provenienti da Internet. Le risposte della polizia postale a tutte le domande dei maturandi a ‘caccia’.

0 condivisioni

indagini della polizia postale di catania

Pedofilia e pedopornografia
Perquisizioni in 16 città, 5 in Sicilia

Venti i soggetti sui quali si indaga. Fra i presunti aguzzini ci sono anche altri minorenni che sfrutterebbero i propri coetanei

0 condivisioni

Il Bus della Polizia Postale oggi in centro città

Una vita da Social anche a Messina
Campagna educativa della Polizia

Una vita da social: la campagna educativa lanciata dalla polizia postale, ripercorrendo in qualche misura i modelli dei maestri di strada, farà tappa oggi a Messina.

0 condivisioni

L'allarme arriva dalla Polizia postale

In rete un virus che arriva via mail
e blocca il computer

A lanciare l’allarme e’ la Polizia postale che invita a fare attenzione alle mail poiche’ numerosi destinatari che hanno aperto il messaggio nella posta elettronica hanno subìto il blocco immediato del pc e la richiesta del pagamento di un somma di denaro per sbloccare il sistema.

0 condivisioni

il bilancio dell'attività 2014

Lotta al crimine on line
L’impegno della Polizia Postale

Costante è stato l’impegno del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni “Sicilia orientale” di Catania, con le dipendenti Sezioni di Messina, Siracusa e Ragusa, nel corso del 2014.

0 condivisioni

Vittima una ballerina brasiliana di 50 anni

“Se non sarai mia non sarai di nessuno”: indagato per stalking

“Se tu non sarai mia non sarai di nessuno”. Con frasi di questo tipo un uomo di 35 anni di Acireale avrebbe perseguitato una ballerina brasiliana di 50 anni conosciuta in un locale, che si è vista costretta a rivolgersi alla polizia postale di Catania.

0 condivisioni

in virtù della legge 114 del 2014

Chiudono sezioni polizia postale in 5 province: mozione all’Ars dei grillini

Tra le competenze della Polizia postale, come noto, – afferma la deputata Vanessa Ferreri – rientra il delicato compito di vigilare e reprimere fenomeni come la pedofilia on-line, gli attacchi a sistemi informatici, le truffe perpetrate grazie all’utilizzo fraudolento di codici di carte di credito o di debito”.

0 condivisioni

tra i reati ipotizzati la violenza sessuale

Video hard di studenti: indagano procura di Palermo e dei minori

Due Procure – quella dei minorenni e quella ordinaria – indagheranno sui video hard girati coi telefonini da un gruppo di studenti di due licei palermitani e diffusi tramite whatsapp. Di uno dei video sono protagonisti una ragazzina e un diciottenne: da qui la competenza della Procura. Nell’altro un minorenne e due adolescenti: e su questo indagherà la Procura dei minori.

0 condivisioni

Preoccupati di un'incriminazione per pedopornografia

Lo scandalo hard di Palermo
A denunciare sono stati gli adulti

Il video che ritrae alcuni studenti di un liceo linguistico e di un liceo artistico palermitani che fanno sesso è stato consegnato alla polizia postale da alcuni adulti che se lo sono trovati sul loro smartphone nell’applicazione WhatsApp. Preoccupati perché per loro si potrebbe rischiare una pesante incriminazione per detenzione e scambio di materiale pedopornografico,

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.