venerdì - 22 novembre 2019

 

Archivio

si tratta di oltre 6 milioni di euro

Sussidio al reddito minimo, pronto decreto per Enna e Caltanissetta

Si tratta, per l’anno 2015, di ben 1320 soggetti a rischio di povertà assoluta, che avranno così la possibilità di ricevere un sussidio, impegnandosi al tempo stesso in mansioni a supporto dei Comuni interessati. Dalla manutenzione di strade e verde pubblico al supporto a servizi scolastici.

0 condivisioni

Una risposta all’emergenza delle nuove povertà

Arrivano in Sicilia gli empori sociali
Alimenti a prezzi bassi e gratuiti

Già dalle prossime settimane saranno operativi a Erice, Salemi, Partanna, Capo d’Orlando e Lipari.

0 condivisioni

il 16 settembre a palermo

Allarme povertà tra gli anziani
Assemblea della Cisl

La povertà dilagante fra gli anziani, i servizi socio-assistenziali da potenziare in tutta la Sicilia, la riorganizzazione del sindacato nel territorio. Saranno gli argomenti principali al centro dell’assemblea programmatica e organizzativa della Fnp Cisl Sicilia.

0 condivisioni

Crisi Gdo: scappano dal Sud e restano al Nord

Sicilia, Coop e Carrefour
Chiuderanno 20 punti vendita

La Coop Sicilia distacca 43 lavoratori e chiude sei punti vendita: Pachino, Avola, Mazara del Vallo, Pozzallo e Scicli. Carrefour lascia Palermo e Trapani e cede il marchio alla Cds di Caltanissetta.

0 condivisioni

i dati della fondazione res

Sicilia, disoccupazione al 23%
Un quarto delle famiglie in povertà

Per effetto della riduzione delle forze di lavoro, il tasso di disoccupazione registra nel primo trimestre del 2015 un nuovo primato negativo al 23%, un livello che colloca la Sicilia al penultimo posto della graduatoria nazionale, seguita dalla Calabria con il 25,1%.

0 condivisioni

a palermo gli stati generali del volontariato

Allarme povertà a Palermo, sempre più persone al banco alimentare

Nel territorio di Palermo sono circa 143 mila le famiglie in povertà relativa e circa 48 mila in povertà assoluta, senza considerare i poveri tra gli immigrati. In Sicilia sono 180 mila i nuclei familiari in povertà. Nel capoluogo sono stati oltre 113 mila gli assistiti dal banco alimentare quest’anno in soli 9 mesi nel

0 condivisioni

venerdì gli stati generali del forum terzo settore

Cresce la povertà a Palermo

Nel territorio di Palermo sono circa 143 mila le famiglie in povertà relativa e circa 48 mila in povertà assoluta, senza considerare i poveri tra gli immigrati. Un dato allarmante che continua ad aumentare, cosi tornano a chiedere un piano nazionale contro la povertà, l'utilizzo dei beni confiscati alla mafia, i rappresentanti del Forum Terzo settore di Palermo che raggruppa 15 associazioni di volontariato.

0 condivisioni

l'allarme dal meeting di mazara del vallo

Caritas Sicilia: “Poveri in aumento, senza nemmeno i soldi per mangiare”

“Negli ultimi cinque anni in Sicilia abbiamo registrato un aumento dei poveri -ha detto don Enzo Cosentino, direttore regionale Caritas- tanti, che in forma dignitosa, chiedono da mangiare prima che soldi. Questo è un campanello allarmante perché la gente ha la necessità di sopravvivere”.

0 condivisioni

Caritas diocesana di messina devolve le risorse aggiuntive

Allarme povertà nel messinese
21 mila euro per le famiglie povere

A fronte del tasso di povertà in costante aumento nel messinese, la Caritas diocesana ha scelto di devolvere tutte le risorse aggiuntive messe a disposizione da Caritas Italiana. Tra giugno e agosto sono stati identificati i criteri di assegnazione prioritaria…

0 condivisioni

esperti a confronto su come affrontare l'allarme dell'istat?

In povertà due famiglie su tre
Se ne parla a “SiciliaHd”

Nel 2013 un italiano su tre secondo l’Istat, risulta in condizioni di povertà, in particolare  lo sarebbero 2/3 delle famiglie residenti in Calabria e Sicilia.

0 condivisioni

partiti da palermo domani arriveranno a gela

Solidarietà ai migranti, 300 km
a piedi in Sicilia per “nuovi nomadi”

I protagonisti di questo singolare viaggio, sono un gruppo di uomini e donne. I “nomadi” hanno scelto la Sicilia per lanciare un messaggio nella terra dei migranti che arrivano ma anche dei siciliani che vanno via a causa della crisi, per dire che le frontiere devono “essere aperte” e per fondare una repubblica di camminanti.

0 condivisioni

il progetto "la lampada di aladino"

Minori e povertà, a Palermo
il “Punto luce” di Save the Children

Obiettivo dei Punti Luce, aperti a Palermo, Catania, Gioiosa Ionica (RC), Bari, Genova è quello di rispondere concretamente alla deprivazione educativa e culturale di tanti minori e dare loro la possibilità di conoscere e coltivare i propri talenti.

0 condivisioni

al teatro alla guilla di palermo

“Pane e teatro”, al posto del biglietto generi alimentari per i poveri

Anziché pagare il biglietto per assistere agli spettacoli gli spettatori sono invitati a portare a teatro generi alimentari che saranno donati alle famiglie in difficoltà della rete delle associazioni che operano nel quartiere del Capo. A curare i 34 appuntamenti in programma da marzo a giugno, il direttore artistico, Valerio Strati, in collaborazione con l’attore e regista Sandro Dieli e il musicista Gianni Gebbia.

0 condivisioni

la denuncia di una famiglia palermitana

Discriminati perché disabili
”Nessuno ci vuole affittare casa”

Voler tornare ad una vita normale, tra le pareti di una casa da sentire propria, dove racchiudere i ricordi del passato e provare a ricostruire il presente. Un bisogno irrinunciabile scalzato da un “mi dispiace, non è il caso”. La storia di una famiglia senza un ‘nido’ dove ricostruire una vita sconvolta dal lutto e dalla malattia.

0 condivisioni

a palermo il consiglio generale dei Pensionati

I pensionati e la crisi, in Sicilia
l’82% sotto la soglia di povertà

Allarme povertà per i pensionati: il 18,53% della popolazione siciliana è composta da anziani, cresce l’indice di vecchiaia giunto al 128,3% (rapporto fra giovani e anziani) e cresce l’indice di povertà, giunto al 27,3%. I pensionati siciliani vivano al di sotto della soglia di povertà, ben l’82% delle pensioni sono comprese nella soglia fra i 500 e i mille euro.

0 condivisioni

la denuncia della caritas

Messina, allarme povertà: “Chiedono aiuto per pagare bollette e farmaci”

Il dramma della mancanza di lavoro continua a produrre nuovi poveri, che fino a qualche tempo fa potevano contare su piccole entrate, e che oggi, letteralmente, non sanno come andare avanti. Da qui l’aumento delle richieste di sostegno economico, anche per bisogni elementari come il pagamento dei canoni d’affitto e delle bollette, l’acquisto di farmaci e libri scolastici.

0 condivisioni

la santa con la valigia negli stencil apparsi a palermo

Fermate la fuga delle nuove Rosalie

Gli stencil apparsi a Palermo con Santa Rosalia con la valigia in mano rilanciano una riflessione sulle ‘fughe’ dall’Italia in crisi. Ma siamo certi che la Patrona non fuggirebbe mai dalla sua città.

0 condivisioni

il progetto di comune di palermo e università

“Produrre sociale X fare Comunità”
2191 giovani imparano un lavoro

Significativi i dati sui risultati del progetto – presentati ieri al Teatro Biondo di Palermo – finanziato con risorse del Fondo sociale europeo. Il 98% dei partecipanti ritiene di aver acquisito competenze necessarie che prima non aveva per proporsi sul mercato del lavoro, il 55% dei giovani riconosce di aver sviluppato competenze relazionali utili ad esercitare pienamente quel diritto alla cittadinanza attiva che povertà ed emarginazione spesso rendono soltanto un'utopia.

0 condivisioni

lo rivela l'atlante dell'infanzia di Save the Children

Bambini siciliani più poveri d’Italia
Uno su cinque in disagio economico

L’ Atlante dell’Infanzia in Italia di Save the children rivela delle tristi verità. Il disagio economico aumenta e la regione più povera della Penisola è proprio la Sicilia, con 175 mila minori poveri, quasi un bambino su cinque.

0 condivisioni

l'analisi di coldiretti

Alimentazione, nel bidone finiscono ogni anno 75 chili di cibo a persona

Ogni persona in Italia ha buttato nel bidone della spazzatura ben 76 chili di prodotti alimentari durante l’anno anche se con una tendenza positiva alla riduzione provocata dalla crisi che negli ultimi cinque anni ha tagliato di circa il 25 per cento gli avanzi da gettare. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti in

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.