Archivio

Presidio dalle 9 alle 14 davanti alla sede dell'azienda

Senza stipendio da tre mesi
In sciopero operatori call-center 4U

In sciopero oggi i 375 operatori del call-center 4U, “senza stipendi da tre mesi”, lamentano. L’astensione dal lavoro è stata proclamata da Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Telecomunicazioni: è già la seconda dall’inizio dell’anno.

0 condivisioni

il 24 ottobre in p.zza verdi a palermo

“Riguarda anche me”, il presidio contro la violenza sulle donne

Il presidio è stato indetto per chiedere alla Regione Siciliana il rilevamento delle strutture e dei servizi che si occupano di violenza nella Regione siciliana, la messa in opera dell’Osservatorio Regionale, l'implementazione della presenza dei centri anti violenza – almeno 1 per ognuno dei 55 distretti socio sanitari presenti in Regione.

0 condivisioni

continua l'occupazione del call center

Vertenza Accenture, seconda notte
di presidio per i lavoratori a rischio

Hanno trascorso la seconda notte nei locali dell’ azienda occupata a Palermo, alcuni dipendenti del call center Accenture, che si si trova in via Ugo La Malfa. Temono di perdere il lavoro i 262 addetti della societa’, che protestano da martedi’, perche’ la committente British Telecom ha deciso di recedere anticipatamente dal contratto per servizi di customer service.

0 condivisioni

oltre 200 operai hanno protestato a roma

Fiat Termini, sciolto presidio al Mise
Vertice a Palazzo Chigi il 14 febbraio

Si conclude per i dipendenti Fiat di Termini Imerese con una promessa importante ed una data precisa, l'occupazione romana, iniziata venerdì, di un'area del Mise. Il 14 febbraio si terrà a Roma un vertice sul futuro delle tute blu. Oltre 200 dipendenti, arrivati a Roma in pullman, hanno chiesto con forza che il governo nazionale si occupi della vertenza iniziata nel 2011.

0 condivisioni

il giovane fermato durante gli scontri è all'ucciardone

No Muos, Michele è stato scarcerato
La decisione del gip di Palermo

Dopo la manifestazione di ieri sera per chiedere il rilascio dell’attivista del Movimento No Muos fermato durante gli scontri di sabato a Palermo, stamattina un gruppo di compagni del giovane si sono riuniti in presidio ancora davanti al carcere Ucciardone. Attendono di conoscere l’esito della decisione del giudice per le indagini preliminari che stamane ha tenuto l’udienza per la convalida o meno del fermo del giovane.

0 condivisioni

tutti gli appuntamenti

No Muos, a Niscemi continua
la mobilitazione

Si preannuncia calda la prossima settimana a Niscemi, dove continuano le proteste No Muos, soprattutto dopo la decisione di Crocetta di revocare le revoche che l’amministrazione regionale aveva concesso dopo la relazione dell’Istituto Superiore di Sanità. Dal 5 all’11 agosto una grande mobilitazione, si legge sul sito dei No Muos “contro la militarizzazione della Sicilia”.

0 condivisioni

Sono senza stipendio da aprile

Presidio dell’Orchestra sinfonica siciliana davanti Palazzo D’Orleans

Un centinaio di musicisti e tecnici dell’Orchestra sinfonica siciliana stanno manifestando a Palermo davanti a Palazzo D’Orleans, sede della presidenza della Regione siciliana. Gli orchestrali, senza stipendio da aprile, chiedono un incontro con il governatore Rosario Crocetta, il pagamento degli arretrati e misure per il rilancio del settore culturale nell’isola.

0 condivisioni

Protesta contro i tagli e l''assenza' del sovrintendente

La sinfonica “occupa” il Politeama
Chieste dimissioni della Bonafede

Chiedono le dimissioni del sovrintendente Ester Bonafede i circa cento componenti dell’Orchestra sinfonica siciliana in presidio da stamattina al teatro Politeama di Palermo. La protesta durerà 12 ore ed è un atto simbolico per protestare contro i tagli in finanziaria che la sinfonica ha subito e contro quello che gli orchestrali definiscono, lo stato di abbandono dell’ente da parte del sovrintendente Bonafede, che è anche assessore al Lavoro del governo Crocetta.

0 condivisioni

Domani l'incontro a Roma con il ministro Fornero

Gesip: presidio degli operai
davanti al Comune

Una cinquantina di operai della Gesip sta manifestando davanti al municipio di Palermo, dove schierati in assetto antisommossa ci sono agenti delle forze dell’ordine. I lavoratori chiedono risposte sulla cassa integrazione in deroga.

0 condivisioni

Calderone: "Non ho condiviso le scelte di Ferro"

Rottura fra i Forconi
Nessun presidio a Palermo

“Non ho condiviso le scelte di Mariano Ferro e dei leader del movimento della Sicilia orientale – dice Franco Calderone dei Forconi – Non possiamo bloccare l’economia in questi momenti cosí delicati. Per questo non aderiamo alla protesta e non organizzeremo nessun volantinaggio”

0 condivisioni

Presepe, cena natalizia e concerto di Capodanno

No Muos: per la riserva Sughereta
il “Natale resistente a Niscemi”

Sabato 22 dicembre dalle ore 10 il Comitato di Base No Muos di Palermo ha previsto un presidio informativo presso la sede regionale Rai di viale Strasburgo a Palermo. Tra presepe, cena natalizia e concerto di Capodanno, iniziano le attività del “Natale resistente”.

0 condivisioni

I deputati domani mattina al presidio di Niscemi

Il Movimento 5 stelle siciliano
manifesta contro il Muos

“Fa male alla salute perché è fonte di elettromagnetismo ad alta frequenza, è un sistema militare per guidare aerei da guerra e l’Italia è contro la guerra per Costituzione, inoltre per farlo si distrugge un sito SIC come la sughereta di Niscemi, unico al mondo!”. Sono le parole del portavoce del movimento cinque stelle Giancarlo Cancelleri sul Muos, il sistema di comunicazione militare americano in costruzione a Niscemi.

0 condivisioni

iniziativa di sunia, cgil e spi

Giornata di mobilitazione degli inquilini, venerdì presidio anche a Catania

Nel capoluogo etneo previsto un presidio davanti alla Prefettura a sostegno della piattaforma nazionale per le politiche abitative. Tra i punti più salienti del documento, la richiesta al Governo nazionale del blocco degli sfratti, del rifinanziamento del fondo per il sostegno all’affitto, dell’introduzione di una detrazione per gli inquilini.

0 condivisioni

Pronti a bloccare tutto

Forconi terzo giorno di protesta, Ferro: “La rivoluzione gentile non esiste”

Terzo giorno di protesta oggi per i Forconi. Continua, infatti, il presidio a Villa San Giovanni in Calabria dove un folto gruppo di Forconi sta continuando a rallentare il traffico dei traghetti e dei tir in marcia verso il continente: “Siamo pronti a bloccare tutto” dichiara Mariano Ferro leader del Movimento. Tensione tra manifestanti e Questura.

0 condivisioni

Manifestano anche i medici specializzandi

Forestali e operai Gesip protestano
davanti a Palazzo dei Normanni

Ancora un giorno di proteste a Palermo. Tre le categorie che stanno manifestando davanti a Palazzo dei Normanni dove stamattina riprendono i lavori d’aula dell’Assemblea siciliana. Il gruppo più folto è costituito dai forestali, oggi in sciopero generale. C’è anche un gruppo di giovani medici specializzandi e un presidio di operai della Gesip.

0 condivisioni

Senza stipendio da un anno per i ritardi della Regione

Catania, presidio della Cisl Scuola
davanti all’Ufficio del lavoro

Un presidio davanti all’Ufficio provinciale del Lavoro di Catania è stato organizzato stamattina da Cisl e Cisl Scuola, per denunciare la grave situazione dei lavoratori della formazione senza stipendio da circa un anno a causa dei ritardi della Regione siciliana.

0 condivisioni

sciolto il comitato, continua la mobilitazione

Palermo, il Teatro Garibaldi
in assemblea permanente

“Buongiorno a tutti, noi siamo ancora qui”. Con questo messaggio i cittadini e i lavoratori dello spettacolo, della cultura e dell’arte che da venerdì scorso occupano il Teatro Garibaldi di Palermo hanno dato inizio alla giornata. Ieri a mezzanotte il termine ultimo per la smobilitazione della struttura secondo quanto previsto dagli accordi con il commissario straordinario del Comune, Luisa Latella. Ma il Teatro Garibaldi è ancora aperto, vivo, palpitante.

0 condivisioni

notte davanti ai cancelli per le tute blu

Fiat di Termini, operai in presidio
“Da qui non ce ne andiamo”

Un epilogo temuto. Dopo 41 anni, alle 22 di ieri sera, con la conclusione del secondo turno in fabbrica, a Termini Imerese si è scritta la parola fine sulla storia della Fiat nella cittadina alle porte di Palermo.

0 condivisioni

Dal 21 al 24 novembre

Gesip: presidio a oltranza davanti la Regione

Su iniziativa delle rappresentanze aziendali della Gesip, dal 21 al 24 novembre sarà realizzato
un presidio permanente davanti alla sede della Regione siciliana a Palermo per sollecitare anche il governo regionale sulle criticità dell’azienda.

0 condivisioni

Domani alle 17 davanti al negozio

Intimidazione a Cantina sociale
Presidio a Palermo

Dopo l’atto intimidatorio subito la scorsa settimana dalla Cantina sociale Alto Belice di via Piave a Palermo domani si terrà un presidio davanti al negozio per confermare il sostegno alla cooperativa.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui