lunedì - 20 maggio 2019

 

Archivio

Perquisizioni in diverse città d'Italia

Inneggiava alla jihad sul web
Arrestato pakistano dalla Digos

Un cittadino pakistano è stato arrestato a Mantova dai poliziotti della Digos di Enna, coordinati dal servizio centrale antiterrorismo della Polizia e dalla Procura di Caltanissetta.

0 condivisioni

lo ha deciso il gip di caltanissetta

Strage di via D’Amelio: restano indagati i tre dirigenti di polizia

Udienza dunque il 23 novembre per Mario Bo, Vincenzo Ricciardi e Salvatore La Barbera, tutti componenti, nei primi anni ’90, del gruppo investigativo Falcone-Borsellino, coordinato dal defunto questore Arnaldo La Barbera.

0 condivisioni

oggi a caltanissetta

Via D’Amelio, al via l’appello
per i pentiti Candura e Tranchina

Imputati l'ex pentito di mafia Salvatore Candura, condannato in primo grado a 12 anni per calunnia aggravata e il collaboratore di giustizia, Fabio Tranchina, che in primo grado era stato condannato a 10 anni di carcere. Sempre in primo grado era stato condannato anche il pentito Gaspare Spatuzza, a 15 anni.

0 condivisioni

Oggi sul quotidiano La Repubblica

Un pc di Falcone alla Procura
22 anni dopo Capaci nuova pista

Sono passati 22 anni dalla strage di Capaci e sulla verità dell’attentato a Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Rocco Dicillo, Vito Schifani e Antonio Montinaro non è mai stata fatta chiarezza. Anzi, decenni di inchieste affidata alla procura di Caltanissetta si sono contraddistinte per superficialità, approssimazione e anche depistaggi e manomissioni. Come quelle accertate sui computer

0 condivisioni

l'ex magistrato depone a caltanissetta

Ingroia: “Mai sentito Borsellino parlare di trattativa Stato-mafia”

“Non ho mai sentito Paolo Borsellino parlare di trattativa” ha spiegato l'ex magistrato ricordando il livello di tensione vissuto dal giudice dopo l'eccidio di Capaci. “Bisogna calarci nel contesto – ha aggiunto -. Una volta in una riunione ristretta si espresse anche per introduzione di pene eccezionali se non la pena capitale”.

0 condivisioni

Da mesi magistrati trapanesi oggetto di inquietanti episodi

Pm di Trapani ascoltati in Procura
a Caltanissetta sulle intimidazioni

I pm di Caltanissetta, che indagano su una serie di minacce e intimidazioni subite dai magistrati della Procura di Trapani, hanno sentito oggi i colleghi trapanesi e acquisito una serie di documenti.

0 condivisioni

Le dichiarazioni alla Corte di assise di Caltanissetta

Borsellino quater, il pentito Candura:
“Picchiato per confessare furto 126”

Mi massacrano, mi fracassarono. Un poliziotto mi fece sbattere la testa a terra mentre io piangevo“. Ha sostenuto cosi' in aula di essere stato picchiato dopo il suo arresto Salvatore Candura, ex collaboratore di giustizia sentito oggi dalla Corte di assise di Caltanissetta nel processo “Borsellino quater”.

0 condivisioni

Aperto un fascicolo sull'ex pm di Palermo

Fuga di notizie sul boss Provenzano
Indagato Antonio Ingroia

L’ex pm di Palermo, Antonio Ingroia, è indagato dalla Procura di Caltanissetta per il reato di violazione del segreto istruttorio.

0 condivisioni

Sta ricostruendo il ruolo di insospettabili "avvicinati"

Mafia e politica, parla un nuovo pentito: Caltanissetta trema

E’ considerato il reggente della famiglia mafiosa di Niscemi ma negli anni ’90 era stato anche consigliere comunale della Democrazia Cristiana. Adesso ha deciso di saltare il fosso e sta parlando con gli inquirenti di mafia e di politica locale e regionale. Si chiama Giancarlo Giugno il nuovo pentito che da una località segreta sta

0 condivisioni

Il capo della procura nissena su Provenzano

Il procuratore di Caltanissetta, Lari:
“Non è più socialmente pericoloso”

Il Procuratore di Caltanissetta, procura incaricate delle inchieste sulle stragi di Capaci e via D’Amelio, Sergio Lari difende l’assenso dato dal suo ufficio alla revoca del carcere duro per Binnu. “Le condizioni di salute di Bernardo Provenzano sono tali che non gli permettono di essere un soggetto socialmente pericoloso” dice Lari. “Fermo restando lo stato

0 condivisioni

Per l'assenza di alcuni magistrati

Csm, trasferimento per Messineo:
rinviato il voto della I commissione

Su Messineo pende un fascicolo al Csm che è stato aperto dopo che la procura di Caltanissetta ha comunicato di aver aperto un’inchiesta a suo carico per rivelazione del segreto d’ufficio; indagine che si è appena conclusa con la richiesta di archiviazione.

0 condivisioni

Adesso la decisione spetta al gip

Fuga di notizie: richiesta
di archiviazione per Messineo

Per la Procura di Caltanissetta non ci sarebbero gli estremi per contestare al procuratore di Palermo, Francesco Messineo, il reato di rivelazione di segreti d’ufficio. Per questo motivo, il procuratore aggiunto Domenico Gozzo e i sostituti Elena Caruso e Donato Pianezza hanno chiesto l’archiviazione dell’inchiesta e adesso tocca al gip decidere.

0 condivisioni

Indagini della Capitaneria di Porto

Disastro ambientale a Gela
Continua la bonifica a mare

Sono ripresi stamani sul mare di Gela i voli di perlustrazione dell’Atr 42 della Guardia costiera alla ricerca di eventuali macchie di idrocarburi in superficie e sulla riva, dopo le operazioni di bonifica effettuate ieri per recuperare il petrolio fuoruscito, per un guasto tecnico, dall’impianto ‘Topping 1’ della raffineria dell’Eni. Campioni d’acqua e di sabbia

0 condivisioni

La giornata siciliana in pillole

BlogSicilia Video News,
oggi in Sicilia in 2 minuti

La giornata siciliana in 2 minuti. E’ on line l’edizione odierna (16 aprile) dello smart Tg di Blog Sicilia Tv. Il riassunto delle principali notizie siciliane è disponibile ogni sera dal lunedì al venerdì

0 condivisioni

lo ha reso noto il procuratore nazionale antimafia

Il boss Messina Denaro indagato
per la Strage di Capaci

Matteo Messina Denaro sarà indagato dalla procura di Caltanissetta anche per il coinvolgimento nella strage di Capaci. L’attivita’ investigativa riguarda la partecipazione di Messina Denaro “alla fase antecedente alla strage, con la presenza a Roma, nel febbraio del ’92, nel commando incaricato di uccidere Falcone”.

0 condivisioni

lo ha reso noto il procuratore nazionale antimafia

Il boss Messina Denaro indagato
per la Strage di Capaci

Matteo Messina Denaro sarà indagato dalla procura di Caltanissetta anche per il coinvolgimento nella strage di Capaci. L’attivita’ investigativa riguarda la partecipazione di Messina Denaro “alla fase antecedente alla strage, con la presenza a Roma, nel febbraio del ’92, nel commando incaricato di uccidere Falcone”.

0 condivisioni

l'intimidazione risale al 19 aprile scorso

Identificati gli autori dell’inseguimento del procuratore di Trapani

Sono stati identificati i presunti autori dell’inseguimento sull’autostrada A29 del procuratore capo di Trapani, Marcello Viola. Lo ha rivelato la Procura di Caltanissetta, titolare per competenza dell’inchiesta.

0 condivisioni

Marcello Viola tallonato sull'A29 per 40 chilometri

Aperta inchiesta sull’inseguimento in autostrada del procuratore di Trapani

La Procura di Caltanissetta ha aperto un’inchiesta su un inseguimento in autostrada che ha riguardato l’auto blindata del procuratore della Repubblica di Trapani, Marcello Viola, inseguita per 40 chilometri circa a 200 chilomentri orari da un’Audi grigia dai vetri oscurati. L’episodio è avvenuto il 19 aprile scorso.

0 condivisioni

Nella camera da letto trovati armi e munizioni

Arrestato operaio nisseno

Arrestato a Mussomeli, nella provincia di Caltanissetta, un operaio di 52 anni, Vincenzo Anzalone. I carabinieri avevano trovato all’interno della sua camera da letto, una pistola con matricola abrasa e 39 proiettili calibro 7,65

0 condivisioni

Il 17 maggio l'audizione del Procuratore nazionale

Scontro tra Procure
Il Csm ascolterà Grasso

La prima commissione del consiglio superiore della magistratura presieduta dal senatore Pd, Guido Calvi ha avviato l’esame della questione legata alla gestione del collaboratore Massimo Ciancimino, in carcere al Pagliarelli di Palermo dopo l’arresto per calunnia aggravata nei confronti dell’ex capo della Polizia, Gianni De Gennaro. In un vertice all’Antimafia, nelle scorse settimane, i vertici delle procure di Caltanissetta e Palermo che si contendono la gestione, avevano usato toni concilianti e promesso collaborazione, ma il Csm ha comunque disposto l’istruttoria.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.