Archivio

ma la procura ricorrerà in appello

Mannino dopo l’assoluzione
”Perseguitato ma ancora vivo”

Si sente un perseguitato anche se ha fiducia nella magistratura e soprattutto “ho servito lo stato e non ho nulla di cui pentirmi”. reagisce così l’ex ministro Calogero Mannino all’ennesima assoluzione pronunciata oggi a Palermo

0 condivisioni

caltanissetta conferma l'inchiesta su Palermo

Tornano i veleni al ‘palazzaccio’
Indagine su un magistrato di punta

La procura di Caltanissetta conferma una indagine per corruzione ed abuso d’ufficio sul presidente della sezione misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, Silvana Saguto, che si occupa di confische beni

0 condivisioni

La strana scorta a Lucia Borsellino
Aperta una inchiesta solo dopo la decisione

L’intercettazioni fantasma fra Matteo Tutino, il primario dell’ospedale Villa Sofia agli arresti domiciliari, e il ‘silente’ presidente della Regione che non reagisce alle affermazioni ‘pesanti’ di Tutino non avrebbe nulla a che fare con questa decisione. Quella intercettazione smentita dalle procure di mezza Sicilia continua essere oggetto di altra inchiesta. Lucia Borsellino, però, per decisione

0 condivisioni

Respinto e dichiarato inammissibile ricorso Procura

Cassazione, no a misure cautelari
per militanti centri sociali di Palermo

Si conclude a favore dei centri sociali di Palermo il caso giudiziario che riguarda i 17 attivisti di Anomalia ed Ex Karcere, indagati per associazione a delinquere.

0 condivisioni

a radio 24 parla salvatore borsellino

“Per ora Crocetta farebbe bene a non presenziare in via D’Amelio”

Salvatore Borsellino sospende giudizio: “Se fossero in realtà una macchina del fango sarebbe un atto di sciacallaggio, aspetto che lo dica la magistratura. Ma in questo momento (di incertezza) Crocetta farebbe bene a evitare di presentarsi” alle celebrazioni in via D’Amelio.

0 condivisioni

le reazioni dopo la smentita della procura

Cracolici: “Capire cosa è accaduto”
Lumia: “Chi risarcirà Crocetta?”

“Una giornata che lascia disorientati”. Antonello Cracolici, poco dopo la smentita della procura di Palermo in una nota tratteggia così le convulse ore di questo giovedì di mezza estate ma subito dopo arriva la conferma de L’espresso che torna a spiazzare tutti

0 condivisioni

Bufera su Crocetta, la Procura smentisce
Ma L’Espresso conferma: “Intercettazione c’è”

La direzione de L’Espresso ribadisce: l’intercettazione esiste e risale al 2013, appartiene a uno dei tre filoni dell’inchiesta attualmente secretati”

0 condivisioni

pronunciamento nel merito a novembre

Lo Voi resta procuratore di Palermo
Il Consiglio di Stato ‘stoppa’ il Tar

Francesco Lo Voi resta al suo posto. il Consiglio di Stato ha sospeso la sentenza del Tar che ne annullava la nomina ma solo a novembre si pronuncerà definitivamente nel merito della contesa con Sergio lari e Guido Lo forte che ritengono di aver maggiori titoli per ricoprire quell’incarico

0 condivisioni

La 'pacificazione' auspicata dal Csm è ancora lontana

Procura di Palermo e veleni
Doppio ricorso su Di Matteo e Lo Voi

Il palazzaccio di Palermo non si smentisce mai. La ‘pacificazione’ auspicata dal Csm è ben lontana dall’arrivare. sarà invece tutto in discussione fin da questo stesso mese di giugno per gli incarichio dei magistrati di punta della procura di Palermo che mettono a rischio perfino la capacità di autodeterminarsi del Consiglio Superiore della Magistratura. Saranno

0 condivisioni

ma parte una nuova inchiesta patrimoniale

Tangenti alla Gesap di Palermo
Giudizio immediato per Roberto Helg

La Procura di Palermo ha chiesto il giudizio immediato per Roberto Helg, ex presidente della Camera di Commercio di Palermo arrestato in flagranza il 3 marzo scorso mentre intascava una mazzetta di 100mila euro, 30mila in contanti e 70mila con assegno, dall’imprenditore Santi Palazzolo, titolare di una pasticceria all’aeroporto palermitano Falcone-Borsellino. Helg, che si trova agli arresti domiciliari, ha ammesso

0 condivisioni

si è insediato stamani con un discorso 'pacificatore'

“Niente veleni al ‘palazzaccio’ di Palermo”, ecco il nuovo procuratore

Barra dritta seguendo due fari: la Costituzione e la legge italiana e le disposizioni del Csm che da essa derivano, dialogo aperto e franco fino a quando non si decide, nessun processo e nessuna indagine si ferma perché l’obbligatorietà e l’irrinunciabilità all’azione penale non sono in discussione. Si è presentato così nel suo primo discorso

0 condivisioni

l'inchiesta coinvolse il procuratore Messineo

Rito abbreviato per Maiolini
Giudizio per presunta usura bancaria

L’inchiesta coinvolse anche il procuratore di Palermo Francesco Messineo accusato di fuga di notizie ma la posizione del magistrato venne archiviata. Per sostenere l’accusa nei confronti di Maiolini, invece, torna da Trapani il Pm Verzera

0 condivisioni

La giornata siciliana in pillole

BlogSicilia Video News
Il video riassunto della giornata

La giornata siciliana in breve. E’ on line l’edizione odierna (10 febbraio) dello smart Tg di Blog Sicilia Tv. Il riassunto delle principali notizie siciliane è disponibile ogni sera dal lunedì al venerdì

0 condivisioni

dopo l'allarme bomba sotto casa di Messineo

Palermo, cresce tensione in Procura
Da giovedì uffici giudiziari “blindati”

Cresce la tensione a palazzo di giustizia di Palermo. Dopo le minacce dirette ed indirette ai Pm del processo Stato-mafia, dopo le intercettazioni in carcere nei confronti del boss Totò Riina, sale la preoccupazione per possibili attentati. Per motivi di sicurezza da giovedì prossimo non sarà più possibile accedere all’area della Procura di Palermo, ovvero

0 condivisioni

Il boss di Terrasini è atterrato a Milano

Estradato Vito Roberto Palazzolo
Il cassiere di Cosa nostra è in Italia

Dopo quasi due anni dall’arresto,  è stato estradato in Italia, Vito Roberto Palazzolo. Il boss è atterrato stamattina all’aeroporto di Milano-Malpensa , proveniente dalla Thailandia ricercato in campo internazionale dai primi anni ’90 per il reato di concorso in associazione a delinquere di tipo mafioso, dovendo scontare la condanna a 9 anni di reclusione.

0 condivisioni

Era stato arrestato in Thailandia

Mafia, via libera all’estradizione
del boss Vito Roberto Palazzolo

Dopo quasi 2 anni dall’arresto, sarà estradato in Italia, Vito Roberto Palazzolo. Il boss mafioso di 65 anni originario di Terrasini è in carcere in Thailandia dal 31 marzo 2012. La notizia è confermata dal procuratore aggiunto di Palermo Leonardo Agueci che ha presentato l’istanza alle autorità giudiziaria thailande

0 condivisioni

operazione della guardia di finanza

Riciclaggio a Palermo, 34 arrestati
C’è anche un magistrato del Tar Lazio

Funzionari di banca, commercialisti, avvocati e appartenenti alle forze dell’ordine tra le persone coinvolte nell’inchiesta della Procura di Palermo per associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio e abusiva attività finanziaria. Manette per l’avvocato Gianni Lapis e Vittore Pascucci.

0 condivisioni

l'inchiesta

Trattativa Stato-mafia:
“I pm di Palermo sono spiati”

Una lettera anonima sarebbe stata recapitata a Nino Di Matteo, uno dei sostituti procuratori di Palermo che si occupano dell’inchiesta sulla trattativa Stato-mafia. E’ quanto rivela il quotidiano “La Repubblica” in edicola oggi. La missiva oltre a mettere in guardia i magistrati avvertendoli di essere spiati, indica anche dove trovare altre prove del patto, fa i nomi di politici di spessore che potrebbero sapere molto e sostiene che l’agenda rossa di Paolo Borsellino fu rubata da un carabiniere.

0 condivisioni

palermo, operazione della guardia di finanza

Beni per 10 mln sequestrati a prestanome di Riina e Brusca

Il provvedimento della Procura ha riguardato un’ingente disponibilità patrimoniali e finanziarie per un valore complessivo di oltre 10 milioni di euro a un imprenditore agricolo di Giovanni Simonetti, 62 anni, palermitano, è considerato vicino al mandamento mafioso di San Giuseppe Jato. Fra i beni sequestrati, due imprese agricole, 70 terreni, 12 unità immobiliari e diversi fabbricati rurali e magazzini, e vari dossier finanziari riferibili all’imprenditore e ai suoi familiari.

0 condivisioni

Formalizzato l'atto del Quirinale

Trattativa Stato-mafia, notificato il ricorso alla procura di Palermo

L’atteso ricorso del Quirinale è stato formalmente notificato alla Procura della Repubblica di Palermo. Un messo dell’Avvocatura dello Stato oggi ha presentato la notifica dell’atto. il Presidente della Repubblica ha già sollevato il conflitto di attribuzione alla Corte Costituzionale sulle telefonate intercettate tra l’allora ministro dell’Interno Nicola Mancino e il Capo dello Stato.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui