lunedì - 06 luglio 2020

 

Archivio

la denuncia di un lettore di blogsicilia

Policlinico di Palermo, tra estintori
scaduti e attese snervanti

Gli estintori del reparto di Neurologia e Radiologia hanno la certificazione di manutenzione scaduta a febbraio, ovvero quasi un anno fa. Cosa accadrebbe se divampasse un incendio? Al Policlinico di Palermo i pazienti non sono al sicuro. GUARDA LE FOTO

0 condivisioni

Il giovane ha riportato una profonda ferita alla coscia

Agrigento, aggredito 22enne
da un cane al Villaggio Mosè

Un 22enne è rimasto ferito in seguito all’aggressione di un cane di grossa taglia al Villaggio Mosè, ad Agrigento.

0 condivisioni

Cinque sono finiti al Pronto Soccorso

Rissa per un ciclomotore
Sei arresti a Siracusa

Sono dovuti intervenire i carabinieri per sedare una rissa in viale Luigi Cadorna, a Cassibile, frazione di Siracusa.

0 condivisioni

l'intervista ad una dottoressa del 118

10 anni sulle ambulanze
I medici di Palermo festeggiano

La dottoressa Zavatteri: “In Sicilia c’è ancora tanto da fare: qui la cultura dell’emergenza non è ancora molto diffusa. La gente non sa cosa fare in caso di crisi epilettiche o arresto cardiaco, bisognerebbe fare prevenzione e informazione nelle scuole, nei luoghi di lavoro o di ritrovo, persino nei negozi”. GUARDA LE FOTO

0 condivisioni

L'arsa approva ddl, critiche dal M5S

Ars accorpa l’ospedale Piemonte
al Centro neurolesi, approvato ddl

L’Assemblea regionale siciliana ha approvato il disegno di legge che prevede l’accorpamento dell’Ospedale Piemonte con il Centro neurolesi “Bonino Pulejo” di Messina.

0 condivisioni

dopo la fusione con il centro neurolesi

“Pronto soccorso depotenziato”, dubbi su futuro ospedale Piemonte

“Il pronto soccorso che verrà fuori dall’accorpamento dell’ospedale Piemonte con il centro neurolesi sarà un pronto soccorso diverso. Nella stessa nota del ministro Lorenzin si fa riferimento a un pronto soccorso di base, che è una cosa diversa dal pronto soccorso attuale”.

0 condivisioni

al vittorio emanuele di catania

Ancora aggressioni negli ospedali
Ferita infermiera del pronto soccorso

Ancora un’aggressione al personale che lavora nei pronto soccorso degli ospedali siciliani. Il caso è stato segnalato dai sindacalisti Calogero Coniglio, segretario regionale del Coordinamento Nazionale Infermieri della FSI e Vincenzo Messina, segretario territoriale della FSI Federazione Sindacati Indipendenti.

0 condivisioni

all'ospedale garibaldi di catania

Muore dopo incidente stradale
La rabbia dei familiari in ospedale

I familiari del ragazzo, in preda alla rabbia e al dolore, sono andati in escandescenza danneggiando  l’ambulatorio di chirurgia e aggredendo  un infermiere che ha riportato delle ferite ad un orecchio.

0 condivisioni

La ragazza è stata ricoverata

Ragusa, diciottenne tenta il suicidio gettandosi dal balcone

Una ragazza di 18 anni ha tentato il suicidio nella notte, gettandosi dal balcone della sua abitazione. Sul posto sono giunti tempestivamente i Carabinieri allertati dai familiari della studentessa, sconvolti dall’accaduto.

0 condivisioni

La scoperta degli operai che stanno ristrutturando

Deposito di oggetti scippati nel pronto soccorso di Villa Sofia

Trovato all’interno dell’ospedale Villa Sofia a Palermo il deposito di borselli, borse e portafogli rubati. A scoprirlo gli operai che stanno eseguendo i lavori di ristrutturazione nella sala d’aspetto del pronto soccorso nei pressi dei bagni.

0 condivisioni

ammodernare i Policlinico contro gli episodi violenza

Violenza al Policlinico di Messina
Istituire un posto di polizia

Un appello per l’istituzione di un posti di polizia e di un punto di assistenza psicologica dopo il grave episodio di violenza avvenuto al Policlinico di Messina, ai danni di un medico del pronto soccorso. Lo lancia il Presidente del Comitato Consultivo, Salvatore Vernaci

0 condivisioni

il caso al cannizzaro di catania

Tre giorni in barella poi il ricovero:
attesa record al pronto soccorso

Ha dovuto attendere 72 ore al pronto soccorso dell’ospedale Cannizzaro di Catania, dove si era recata per una febbre alta ed un forte mal di testa, prima di essere ricoverata.

0 condivisioni

Una denuncia è stata presentata alla magistratura

Ospedale con un solo medico
Protesta del sindaco e della giunta

C’è un solo medico in servizio, nell’ospedale “Suor Cecilia Basarocco” di Niscemi, cittadina di 37 mila abitanti a 80 km da Caltanissetta, per garantire contemporaneamente l’assistenza di primo intervento al pronto soccorso e le operazioni nel reparto di chirurgia.

0 condivisioni

Presunto caso di malasanità a Palermo

Muore durante un intervento di endoscopia all’ospedale ‘Cervello’

La polizia indaga su un presunto caso di malasanità all’ospedale Cervello. Un uomo di 39 anni, Salvatore Manzella, è morto la notte scorsa nel reparto di Gastroenterologia durante un intervento in endoscopia allo stomaco. Secondo i parenti ci sarebbero responsabilità dei medici al pronto soccorso.

0 condivisioni

è la società che gestisce il 118 in Sicilia

“Ti abbiamo a cuore” di Seus
310 defibrillatori in luoghi pubblici

La S.E.U.S. SCpA (SICILIA EMERGENZA‐URGENZA SANITARIA) è la società consortile per azioni a capitale interamente pubblico, in house providing — costituita dalla Regione Siciliana e le Aziende del Servizio Sanitario Regionale — che dal 2009 gestisce il servizio del 118 in Sicilia, nonché tutti i servizi inerenti l’emergenza‐urgenza. Il suo operato è caratterizzato da un

0 condivisioni

stava per lanciarsi dal 5°piano, salvato dai due medici

Paziente 20enne tenta il suicidio
al Civico di Palermo

Tragedia scampata all’ospedale Civico di Palermo. Due medici del pronto soccorso hanno salvato un giovane di 20 anni che stamani ha cercato di lanciarsi nel vuoto dal quinto piano del reparto di Medicina d’urgenza. Il ragazzo stava per buttarsi giù quando sono intervenuti due medici. Il giovane e’ stato sedato e trasferito in psichiatria. I due medici sono stati soccorsi dai colleghi.

0 condivisioni

Azzaretto:"Sono vivo per merito del soccorso del 118"

Misilmeri, lettera aperta
di un giovane alla Seus

Oggi riportiamo la testimonianza di Giuseppe Azzaretto un trentasettenne di Misilmeri che con una lettera rivolta a Angelo Aliquò, direttore generale della Seus,dove  ha voluto ringraziare per il tempestivo intervento  di soccorso ricevuto, intervento che “gli ha  salvato la vita”.

0 condivisioni

la denuncia del coordinamento degli infermieri

Infermiera aggredita a Catania
“Violenze sono all’ordine del giorno”

La vittima aveva invitato il parente di un paziente ad accomodarsi fuori in quanto impegnata con un codice più urgente. L'uomo, un pregiudicato conosciuto nel reparto per le numerose richieste di soccorso registrate.

0 condivisioni

la denuncia del sindacato degli infermieri

Pronto soccorso siciliani al collasso
Manca personale ma più emergenze

“Il personale infermieristico è già infatti carente durante il resto dell’anno, ma in estate la situazione diventa drammatica. Durante le ferie estive che devono essere garantite agli infermieri per il recupero psico-fisico non si capisce perché non viene predisposto un piano aziendale per fronteggiare la situazione”.

0 condivisioni

Direttiva emanata dall'assessore alla Salute

Nasce in Sicilia il ‘Codice Rosa’ per donne e minori vittime di violenza

Per le donne vittime di violenza e i minori maltrattati nasce in Sicilia il “Codice Rosa” per intervenire in maniera indistinta e immediata nei casi di violenza che arrivano al Pronto Soccorso.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.