Archivio

Il processo di Palermo in trasferta: c'è anche Di Matteo

Stato-mafia, è il giorno di Spatuzza
“Don Puglisi voleva nostro territorio”

All’aula bunker di Rebbibia a Roma è il giorno di Gaspare Spatuzza. Il pentito di mafia comparirà davanti alla II corte d’Assise di Palermo. Verrà ascoltato all’interno del processo sulla presunta trattativa Stato-Mafia. Blindatissima l’aula dove parlerà l’ex affiliato al clan di Brancaccio di Palermo.

0 condivisioni

Sentito dai pm di Palermo

Tentato suicidio di Provenzano
Interrogato per tre ore il figlio

Angelo Provenzano, 36 anni, figlio maggiore del boss Bernardo, è stato sentito per oltre tre ore dai magistrati di Palermo che indagano su un presunto tentativo di eliminare il capomafia in carcereProvenzano jr è stato sentito dai pm Nino Di Matteo, Roberto Tartaglia e Vittorio Teresi.

0 condivisioni

alfano: "non escludiamo nuova strategia stragista"

Mafia, nuove minacce a Di Matteo
Riina intercettato da una microspia

Proprio mentre il Ministro Alfano a Palermo riuniva il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza Pubblica per esprimere ai magistrati la presenza dello Stato, (VIDEO) si apprende, a margine del medesimo comitato, che il boss Totò Riina sarebbe tornato a minacciare il pm palermitano Nino Di Matteo. ASCOLTA IL MINISTRO ALFANO

0 condivisioni

Il ministro dell'Interno nel capoluogo dell'Isola

Alfano: “Task force per emergenza abitativa con beni confiscati”

Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, a Palermo, incontrando i giornalisti al termine della riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica, svoltasi nella prefettura del capoluogo, parla delle continue minacce rivolte ai magistrati.

0 condivisioni

Il commento del procuratore di Palermo

Minacce a pm Di Matteo, Messineo:
“Sembra chiamata alle armi di Riina”

Il procuratore di Palermo Francesco Messineo ha commentato la notizia di minacce rivolte dal capomafia detenuto ai Pm, Nino Di Matteo, Roberto Tartaglia e Francesco Del Bene.

0 condivisioni

Lo rivela il quotidiano la Repubblica

Stato mafia, l’ordine di Riina:
“Uccidete il pm Di Matteo”

Dal carcere milanese di Opera il boss corleonese Toto’ Riina si sarebbe lasciato andare a uno sfogo con un detenuto.

0 condivisioni

I pm Di Matteo e Tartaglia: "Corte d'Appello competente"

Trattativa Stato-mafia, la Procura
“Infondate le eccezioni della difesa”

La competenza a giudicare il processo sulla trattativa Stato-mafia è della Corte d’Assise di Palermo. I pm di Palermo Nino Di Matteo e Roberto Tartaglia, alla presenza del procuratore Francesco Messineo, alla corte che celebra il dibattimento hanno chiesto che vengano respinte tutte le eccezioni di incompetenza sollevate alla scorsa udienza dai legali degli imputati.

0 condivisioni

Il ministro per la Funzione Pubblica

Intimidazione a Tartaglia, D’Alia:
“Mai abbassare la guardia contro la mafia”

“Esprimo la mia solidarietà al dottor Tartaglia, vittima di un inquietante gesto intimidatorio”. Lo afferma il ministro per la Funzione Pubblica  Gianpiero D’Alia dopo il raid compiuto da ignoti nell’appartamento del magistrato palermitano.

0 condivisioni

Il capogruppo del Pd in Commissione giustizia

Intimidazione a Tartaglia, Lumia:
“Strategia mafiosa contro i pm”

Il senatore Giuseppe Lumia, capogruppo del Pd in Commissione giustizia, commenta l’intimidazione mafiosa nei confronti del pool di magistrati di Palermo che conduce le indagini sulla trattativa Stato-mafia.

0 condivisioni

Roberto Tartaglia lavora nel pool dal mese scorso

Stato-mafia, riceve minacce telefoniche
Chiesta scorta per un giovane pm

Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Palermo discuterà oggi la proposta di assegnare al pubblico ministero Roberto Tartaglia una misura di protezione, dopo alcuni “segnali” minacciosi ricevuti dal giovane magistrato, che dal mese scorso e’ stato inserito nel pool sulla trattativa Stato-mafia.

0 condivisioni

Roberto Tartaglia lavora nel pool dal mese scorso

Stato-mafia, riceve minacce telefoniche
Chiesta scorta per un giovane pm

Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Palermo discuterà oggi la proposta di assegnare al pubblico ministero Roberto Tartaglia una misura di protezione, dopo alcuni “segnali” minacciosi ricevuti dal giovane magistrato, che dal mese scorso e’ stato inserito nel pool sulla trattativa Stato-mafia.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui