Archivio

I tagli agli stipendi d’oro non si fermeranno
L’Ars riapre oggi fra le polemiche

E’ l’atteso giorno della riapertura dell’Ars ma i deputati non hanno atteso che le ferie fossero formalmente finite per tornare a scaldare gli animi prima che i motori. L’assemblea regionale siciliana è convocata per il pomeriggio ma già nel corso della mattina sarà la conferenza dei capigruppo a riunirsi per stabilire le priorità ed il

0 condivisioni

Primo firmatario il deputato Sergio Tancredi

Concordia, all’Ars mozione del M5S
“Il relitto sia portato a Palermo”

Sarà discussa domani a Sala d’Ercole la mozione del Movimento Cinque Stelle, primo firmatario Sergio Tancredi, “per impegnare il governo regionale a mettere in pratica tutte le iniziative possibili per dirottare i lavori a Palermo.

0 condivisioni

Resta alta la tensione nella maggioranza

Parentopoli, Crocetta in commissione
Forzese: “Approvare ddl o no ferie”

Costi anche un rinvio delle ferie, la legge che separa l’incarico di parlamentare dagli “affari di famiglia” si deve fare prima della chiusura estiva di Sala d’Ercole”. E’ questo il monito lanciato a governo e maggioranza da Marco Forzese, presidente della I commissione Affari istituzionali dell’Ars e deputato dei Democratici riformisti per la Sicilia. Domani (lunedì) alle 16 la commissione tornerà a riunirsi. Ai lavori della commissione prenderà parte il presidente della regione Rosario Crocetta.

0 condivisioni

Il capogruppo Di Mauro annuncia battaglia in Aula

Ddl Antiparentopoli, Pds-Mpa:
“Solo fumo, pronti emendamenti”

Il disegno di legge spacciato per ‘Antiparentopoli’ presentato dal Governo Crocetta si è finalmente mostrato per quello che è: puro fumo negli occhi senza alcun vero intervento per limitare comportamenti eticamente scandalosi e politicamente inaccettabili”. Così Giovanni Di Mauro, capogruppo all’ Ars del Partito dei Siciliani Mpa  che sottolinea che il ddl “non contiene né norme basilari per evitare la nomina dei parenti né il recepimento di importanti leggi nazionali su questo argomento.”

0 condivisioni

In discussione la finanziaria Crocetta

Riprende la seduta dell’Ars
Sì al fondo per i vigili di Messina

E’ ripresa la seduta dell’Ars che entro stanotte dovrà approvare bilancio e finanziaria. “Oggi non sospenderemo neppure per la pausa pranzo, lo sanno anche i deputati in aula… Noi siamo sempre concentrati sulle entrate che è la cosa che più ci interessa e ci riguarda, ed entro oggi finiremo. Dobbiamo finire, ce lo impone la

0 condivisioni

Ars, verso la stralcio della tabella H

Bilancio regionale, slitta l’esame
in aula. Seduta alle 16

Il bilancio di previsione 2013 del governo Crocetta non c’è ancora. In commissione bilancio dove hanno continuato ad esaminare i testi, compresa la legge di stabilità che questa mattina avrebbe dovuto approvare a sala d’Ercole per la maratona d’aula fino alla scadenza del 30 aprile, il lavoro dei parlamentari siciliani non si è ancora concluso.

0 condivisioni

La giornata siciliana in pillole

BlogSicilia Video News,
oggi in Sicilia in 2 minuti

La giornata siciliana in 2 minuti. E’ on line l’edizione odierna (12 aprile) dello smart Tg di Blog Sicilia Tv. Il riassunto delle principali notizie siciliane è disponibile ogni sera dal lunedì al venerdì

0 condivisioni

Il caso a Sala d'Ercole

Manca la bandiera dell’Ue all’Ars
5 deputati a Bruxelles per ritirarla

Manca la bandiera dell’Unione Europea a Palazzo dei Normanni e una delegazione formata da cinque parlamentari siciliani volerà a Bruxelles a ritirarla.

0 condivisioni

Prende il posto di Francesco Scoma eletto al Senato

Giuseppe Milazzo (Pdl)
proclamato deputato all’Ars

Giuseppe Milazzo è stato proclamato a Sala d’Ercole, dal presidente Giovanni Ardizzone, deputato di questa legislatura regionale. Milazzo, esponente del Pdl, approda in Assemblea regionale dopo che Francesco Scoma ha optato per il seggio al Senato.

0 condivisioni

L'accusa è di "Truffa allo Stato"

Deputati ‘fantasma’ all’Ars:
esposto del Codacons in Procura

Il Codacons ha presentano un esposto denuncia alla Procura di Palermo e alla Corte dei Conti chiedendo di fare luce sulla vicenda dei 29 deputati ‘pianisti’ dell’Ars.

0 condivisioni

Parla il vicecapogruppo del Partito dei siciliani

Figuccia: “All’Ars c’è un grande inciucio che coinvolge Pdl e M5S”

“Non siamo né di destra né di sinistra. Voteremo i provvedimenti volta per volta, ma siamo contrari agli inciuci che si stanno verificando in Assemblea tra tutti i partiti, Pdl compreso. Il Movimento 5 Stelle? È una stampella a basso costo del governo Crocetta”. E’ l’analisi di Vincenzo Figuccia, vice capogruppo del Pds di questo primo scorcio di legislatura regionale

0 condivisioni

Oggi l'elezione di tre nuovi "segretari"

La “guerra” delle commissioni
All’Ars prove di accordo

Stamattina l’Ars ha completato la composizione dell’ufficio di presidenza. Eletti: Salvatore Cascio del Cantiere popolare, con 26 voti, Salvatore Lo Giudice di Territorio, con 17 voti, e Luisa Lantieri di Grande Sud, con 11 voti, eletti deputati segretari.

0 condivisioni

La richiesta della deputata-mamma

Foti (M5S): “Chiederò istituzione
di un asilo nido all’interno dell’Ars”

“Chiederò l’istituzione di un nido all’interno dell’Ars. Ci sono ormai molti deputati padri, madri o nonni di bebè. Potrebbe esser

0 condivisioni

gli eletti all'ars

Trapani, confermati Turano e Ruggirello. Non ce la fa Scala

In provincia di Trapani sono 7 i candidati che si sono guadagnati la poltrona all’Ars. Per il Pdl c’è Fabio Girolamo, per il Movimento 5 Stelle ben due deputati, sono Valentina Palmeri e Sergio Troisi.

0 condivisioni

la delibera approvata dal consiglio di presidenza

L’Ars taglia 4 milioni di spese
Cascio: “Qui nessun Batman”

A pochi giorni dalle elezioni regionali, e dall’apertura di un’inchiesta della Procura della Repubblica di Palermo sulle spese dei gruppi parlamentari, l’Ars corre ai ripari. “Perchè – dice il presidente dell’Ars Francesco Cascio – la Sicilia continua a passare come terra degli sprechi e dei privilegi ma non è così”.

0 condivisioni

verso le elezioni del 28 ottobre

Regionali, Buzzanca si candida:
il 29 agosto l’addio a Palazzo Zanca

Giuseppe Buzzanca ci riprova. L’esponente del Pdl ha deciso: ritenta la scalata a uno scranno di Sala d’Ercole conquistato nel 2008, ma lasciato per l’incompatibilità con la carica di sindaco di Messina. Una decisione scontata. L’ufficialità delle dimissioni arriverà il 29 agosto. Il giorno prima presiederà l’ultima riunione di giunta, per comunicare la sua decisione alla squadra di assessori.

0 condivisioni

Concluso l'iter parlamentare all'Ars

Bloccanomine, approvata la legge

Il disegno di legge bloccanomine è stato approvato. Con 45 voti a favore su 46 presenti (prima del voto è stata disposta la rimozione dei tesserini dei deputati assenti dall’aula), il disegno di legge che di fatto interviene sulle nomine e consulenze che il governatore Raffaele Lombardo ha operato in questi ultimi mesi dopo l’annuncio delle sue dimissioni.

0 condivisioni

All'Ars il ddl bocciato ieri in commissione

Ddl bloccanomine arriva in aula
Lombardo: “Nessun conflitto con Cascio”

E’ stato il presidente dell’Ars Francesco Cascio a mettere all’ordine del giorno oggi pomeriggio in aula all’Ars, il voto sul cosiddetto “disegno di legge blocca nomine”. Il ddl, se approvato, farebbe decadere tutti gli incarichi affidati dal governatore Lombardo.

0 condivisioni

La sfiducia che blocca la riduzione a 70 deputati

Ars, se la paura fa sempre 90

Il restyling di Sala d’Ercole, che porterebbe da 90 a 70 il numero dei deputati siciliani, potrebbe far risparmiare un bel po’ di soldini alle già deficitarie casse della Regione siciliana. Ancora maggiore sarebbe il denaro conservato nel caso in cui anche l’iter di abolizione delle province andasse in porto. Ma lo scioglimento anticipato dell’Ars potrebbe far subire alle due riforme una pesante battuta d’arresto, che sarebbe “letale” per la riduzione del numero di parlamentari regionali. Nel Pd, in particolare, sembrano però (quasi) tutti d’accordo a presentare la mozione di sfiducia.

0 condivisioni

è corsa contro il tempo a Sala d'ercole

Fumata nera in commissione Bilancio
La maratona finanziaria ricomincia oggi

Ancora una fumata nera sulla manovra finanziaria. Il governatore siciliano, Raffaele Lombardo ha infatti incassato, a notte fonda, il no dell’opposizione in Commissione Bilancio. Il rischio commissariamento diventa sempre più reale.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui