Archivio

il progetto dell'assessorato regionale alla salute

“Ti abbiamo a cuore”, un’app
per trovare il defibrillatore più vicino

Il progetto coordinato dall’Assessorato regionale della Salute, gestito ed attuato dalla Seus (Società cogestore del 118), prevede la collocazione di 310 defibrillatori in luoghi pubblici della Sicilia.

0 condivisioni

il progetto dell'assessorato alla salute

“Ti abbiamo a cuore”, in Sicilia
310 defibrillatori in luoghi pubblici

Un’occasione di sensibilizzazione sulla cultura del primo soccorso in Sicilia: sulla sua importanza, sulla sua diffusione, sulla sua efficacia.

0 condivisioni

nei nove capoluoghi di provincia

A scuola di emergenza, corso
per 4mila operatori del 118

Comprendere tempestivamente le esigenze del paziente, contenere le sue paure e scongiurare eventuali tensioni con i suoi parenti, gestire nel migliore dei modi le varie fasi del soccorso.

0 condivisioni

consegnato dalla seus in comodato d'uso

“Ti abbiamo a cuore”, defibrillatore alla Valle dei Templi di Agrigento

“L’obiettivo è diffondere le tecniche di rianimazione cardiopolmonare e quindi salvare vite umane”, afferma Gaetano Montalbano, presidente del Consiglio di gestione della Seus, sottolineando che “luoghi come il Parco della Valle dei Templi frequentati da migliaia di turisti sono tra i più indicati per la collocazione di defibrillatori.

0 condivisioni

il consigliere biviano scrive a lorenzin e borsellino

Ambulanza 118 inadeguata a Lipari
Botta e risposta tra Comune e Seus

“L'automezzo di soccorso presente a Lipari, come gli altri dislocati nel resto della Sicilia, è di ultima generazione e dotato di tutti gli elettromedicali previsti dalla normativa in materia, tra i quali il defibrillatore al contrario di quanto invece sostenuto dal consigliere comunale Biviano”, sottolinea la Seus.

0 condivisioni

è la società che gestisce il 118 in Sicilia

“Ti abbiamo a cuore” di Seus
310 defibrillatori in luoghi pubblici

La S.E.U.S. SCpA (SICILIA EMERGENZA‐URGENZA SANITARIA) è la società consortile per azioni a capitale interamente pubblico, in house providing — costituita dalla Regione Siciliana e le Aziende del Servizio Sanitario Regionale — che dal 2009 gestisce il servizio del 118 in Sicilia, nonché tutti i servizi inerenti l’emergenza‐urgenza. Il suo operato è caratterizzato da un

0 condivisioni

Controlli anche nelle aziende sanitarie

Trecento licenziamenti al 118
Crocetta conferma la linea dura

Continua la linea dura del presidente Crocetta , dopo i vari provvedimenti presi nei confronti dei Pip, del settore della formazione e degli Sportelli multifunzionali, adesso la scure si è abbattuta  sui dipendenti del 118.

0 condivisioni

Cisl Fp: "Parte una lettera indirizzata al direttore Seus"

Messina,difficoltà al Policlinico
Cisl:”Colpa del 118″

“Criticità reiterate che mettono a serio rischio la sicurezza sul posto di lavoro e sono causa di infortuni con disagi inevitabili per l’utenza”. Scrive così Calogero Emanuele, segretario generale della Cisl Fp Messina, in una lettera inviata al direttore del SEUS Angelo Aliquò sulle difficoltà che si registrano nel trasporto interno dei pazienti al Policlinico Universitario di Messina.

0 condivisioni

Azzaretto:"Sono vivo per merito del soccorso del 118"

Misilmeri, lettera aperta
di un giovane alla Seus

Oggi riportiamo la testimonianza di Giuseppe Azzaretto un trentasettenne di Misilmeri che con una lettera rivolta a Angelo Aliquò, direttore generale della Seus,dove  ha voluto ringraziare per il tempestivo intervento  di soccorso ricevuto, intervento che “gli ha  salvato la vita”.

0 condivisioni

precisazione della società su inchiesta corte dei conti

Seus: “Non ci sono operatori del 118 pagati senza lavorare”

“Chi sostiene che mille operatori del 118 siano pagati senza lavorare e li definisce addirittura “nullafacenti” dice una menzogna che diffama la nostra azienda e i suoi lavoratori”. Lo afferma Angelo Aliquó, direttore generale della Seus, società partecipata della Regione e cogestore del servizio di emergenza- urgenza 118 in Sicilia.

0 condivisioni

Sigle all'Ars contro i contratti di solidarietà

Sindacati e Borsellino a confronto
sulla Seus: “Regione latitante”

L’assessore regionale della Salute Lucia Borsellino ha convocato le sigle sindacali all’Ars, che hanno ribadito la totale contrarietà e inapplicabilità per legge dei contratti di solidarietà.

0 condivisioni

difficile clima politico dopo lo scontro sul 118

Manager della sanità siciliana
Nomine “congelate” in commissione

Nulla di fatto oggi in Commissione, la seduta è stata aggiornata al 5 maggio su richiesta dell’assessore orsellino ma il clima non sembra essere politicamente accessibile

0 condivisioni

il disabile catanese è deceduto nel febbraio 2013

Morte Crisafulli, familiari in procura: “L’autopsia per fare chiarezza”

Secondo i fratelli e la madre dell’uomo le procedure di soccorso approntate dal 118 intervenuto nella sua abitazione sarebbero state inadeguate. E poi c’è l’accusa contro l’Asp di Catania, a cui era stata chiesta una visita domiciliare urgente per Crisafulli. Lo pneumologo è arrivato, ma solo 3 mesi dopo il suo decesso. Ennesimo caso di malasanità?

0 condivisioni

Formalizzato l'incarico

Seus-118, Angelo Aliquò
è il nuovo direttore generale

Angelo Aliquò è il nuovo direttore generale della Seus, società che gestisce il servizio del 118 in Sicilia. L’incarico, anticipato a gennaio dal consiglio di gestione della società, è stato formalizzato stamani.

0 condivisioni

appello del deputato di maggioranza all'assessore borsellino

Protesta 118, Leanza: “Proroga e tavolo tecnico scelte di buon senso”

“La scelta operata oggi in materia di 118 appare la più logica e corretta. L’incertezza che si sta creando fra gli operatori del Servizio di Emergenza Urgenza 118 in Sicilia rischia di trasformarsi in un problema di sicurezza per i cittadini. Pur nella assoluta convinzione della esigenza di perseguire gli sprechi ovunque si annidino rivolgo

0 condivisioni

stamani tensione e tafferugli fra gli operatori

Servizio emergenza salvo in extremis
Proroga e nuovo piano industriale

Non si fermano le ambulanze siciliane. Salvato in extremis il servizio di emergenza/urgenza della Regione al termine di una lunga e tesa riunione nella sede della Seus, svoltasi sotto la pressione di oltre 1500 lavoratori venuti da tutte le province ad affollare l’ex ospedale Guadagna. GUARDA LE IMMAGINI DELLA PROTESTA

0 condivisioni

I lavoratori allarmati da voci di licenziamenti

Operatori siciliani del 118 in rivolta
Tafferugli tra i lavoratori, un ferito

Si scaldano gli animi fra le migliaia di operatori del 118 che protestano all’interno dell’ex ospedale Guadagna di Palermo per effetto delle voci che filtrano dalla riunione in corso.

0 condivisioni

cgil, cisl e uil annunciano battaglia

Riduzione ore di lavoro 118:
“Scelta scellerata, servizio essenziale”

“Siamo pronti ad intraprendere ogni tipo di iniziativa a tutela dei lavoratori del 118. E’ ingiusto e inaccettabile che il governo Crocetta immagini di ridurre l’orario di lavoro di questo personale. Non consentiremo che scelte scellerate mettano in ginocchio un servizio essenziale per la collettività e la vita di migliaia di lavoratori”. A dirlo Michele

0 condivisioni

I sindacati annunciano battaglia

118, Seus riduce ore di lavoro
a 3 mila operatori in Sicilia

Per scongiurare gli esuberi tra il personale dislocato nelle Asp, i vertici della Seus, la società partecipata dalla Regione (53,4%) e dalle aziende sanitarie (9 Asp e 8 ospedali), che gestisce il servizio di emergenza e soccorso in Sicilia, avrebbero deciso di ridurre le ore di lavoro a tutto il personale. I sindacati non ci stanno, temono che il servizio venga depotenziato e annunciano battaglia.

0 condivisioni

il fratello annuncia pubblicazione di un video shock

Morte Crisafulli, il 118: “C’era defibrillatore”, la famiglia nega

“L’ambulanza intervenuta in soccorso di Salvatore Crisafulli era regolarmente dotata di un defibrillatore, peraltro presente in tutti i mezzi del 118”. E’ la replica di Mario Chisari, presidente di Seus, la società cogestore del servizio di emergenza-urgenza su terra in Sicilia dopo la querela presentata dai familiari del disabile catanese di 46 anni deceduto lo scorso 21 febbraio. La famiglia nega che i soccorritori abbiano usato il defibrillatore e annuncia la pubblicazione di un video shock.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui