sabato - 17 agosto 2019

 

Archivio

La requisitoria del pm durante l'udienza preliminare

Trattativa Stato-mafia, Di Matteo:
“Borsellino ucciso perché contrario”

Il giudice Paolo Borsellino venne ucciso perché si opponeva alla trattativa Stato-mafia. Questa la tesi sostenuta dal pubblico ministero Nino Di Matteo, nella requisitoria davanti al gup Piergiorgio Morosini nel corso dell’udienza preliminare stamattina nell’aula bunker dell’Ucciardone a Palermo.

0 condivisioni

Le dichiarazioni del presidente Francesco Greco

L’Ordine degli avvocati denuncia:
“Invivibile l’Ucciardone di Palermo”

Dopo la crociata di Marco Pannella che qualche giorno fa ha cominciato lo sciopero della fame in nome dei diritti civili e inviolabili dei detenuti delle carceri italiane adesso anche l’Ordine degli avvocati di Palermo si schiera a sostegno dei detenuti

0 condivisioni

Nella casa circondariale 'Ucciardone'

Palermo, immigrato aggredisce
agenti in carcere

Un detenuto extracomunitario della casa circondariale dell’Ucciardone di Palermo si e’ scagliato contro due agenti della polizia penitenziaria e li ha colpiti con calci e pugni. SI legge in una nota della Cisl Fns Sicilia, secondo cui gli agenti hanno dovuti ricorrere a cure mediche.

0 condivisioni

la denuncia del garante salvo fleres

Palermo, detenuti feriscono
due agenti all'Ucciardone

Due agenti in servizio all’interno del carcere Ucciardone di Palermo sono rimasti feriti mentre tentavano di evitare l’incontro tra due detenuti. “Purtroppo – ha detto il garante dei detenuti Salvo Fleres – la carenza di personale di Polizia Penitenziaria, insieme ad un sovraffollamento ormai divenuto insostenibile, sono le cause principali del moltiplicarsi di questi fenomeni”.

0 condivisioni

La decisione del Gup. Respinta la richiesta dell'Ars

Stato-mafia, accolte come parti civili
Regione e familiari vittime di mafia

Il gup di Palermo Piergiorgio Morosini ha ammesso come parti civili nel procedimento per la trattativa Stato-mafia la Regione Siciliana e l’Associazione dei familiari delle vittime di mafia presieduta da Sonia Alfano, eurodeputata e figlia del giornalista Beppe, ucciso nel 1993.

0 condivisioni

La decisione del Gup. Respinta la richiesta dell'Ars

Stato-mafia, accolte come parti civili
Regione e familiari vittime di mafia

Il gup di Palermo Piergiorgio Morosini ha ammesso come parti civili nel procedimento per la trattativa Stato-mafia la Regione Siciliana e l’Associazione dei familiari delle vittime di mafia presieduta da Sonia Alfano, eurodeputata e figlia del giornalista Beppe, ucciso nel 1993.

0 condivisioni

la tragedia di palermo, il giorno dopo

Lucia non è in pericolo di vita
Prima notte in cella per l’ex fidanzato

Lucia Petrucci si trova ricoverata all’ospedale “Cervello”. Le sue condizioni sono definite “stabili”, ma non si è mai temuto per la sua vita. E’ stata sottoposta a una serie di interventi chirurgici per suturare le ferite. Intanto, Samuele Caruso, il 23enne arrestato con l’accusa di aver ucciso a coltellate Carmela Petrucci ha trascorso la prima notte in una cella dell’Ucciardone

0 condivisioni

la tragedia di palermo, il giorno dopo

Lucia non è in pericolo di vita
Prima notte in cella per l'ex fidanzato

Lucia Petrucci si trova ricoverata all’ospedale “Cervello”. Le sue condizioni sono definite “stabili”, ma non si è mai temuto per la sua vita. E’ stata sottoposta a una serie di interventi chirurgici per suturare le ferite. Intanto, Samuele Caruso, il 23enne arrestato con l’accusa di aver ucciso a coltellate Carmela Petrucci ha trascorso la prima notte in una cella dell’Ucciardone

0 condivisioni

è stato rinchiuso all'ucciardone

Soldi a minori in cambio di sesso,
arrestato sacerdote a Palermo

Il religioso avrebbe ingannato i minorenni dicendo di doverli sottoporre a un “test sulla sensibilita’ corporea” per conto dell’Universita’ di Palermo, e dopo questo approccio cominciavano i rapporti sessuali a pagamento, con somme che andavano da un minimo di 50 fino a un massimo di 300 euro.

0 condivisioni

condizioni di vita al limite della sopportazione

Inferno carceri siciliane:
l’Osapp lancia l’allarme

Nei penitenziari dell’Isola sono reclusi 7.500 detenuti a fronte di una capienza di 5.500 posti. Spesso non c’è l’acqua corrente, le condizioni igieniche sono disastrose, non ci sono spazi per le attività fisiche e mancano le occasioni lavorative. E il gran caldo rende la situazione incandescente. Proteste un pò ovunque. Da lunedì, i detenuti di Piazza Lanza iniziano lo sciopero della fame. Il sindacato della polizia penitenziaria chiede l’utilizzo delle guardie carcerarie in forza alla scuola di San Pietro Clarenza.

0 condivisioni

Dai grandi processi a luogo di commemorazione

Napolitano nell’aula bunker
dell’Ucciardone in ricordo di Falcone

L’aula bunker dell’Ucciardone diventa oggi il luogo della commemorazione della strage di Capaci. Presenti il presidente della Repubblica Giorgio Napolitan oggi a Palermo. Il Capo dello Stato si è soffermato sul luogo che vide la morte del magistrato, sull’autostrada che da Palermo conduce all’aeroporto di Punta Raisi

0 condivisioni

la denuncia dell'osapp

L’Ucciardone cade a pezzi
sfrattata la polizia penitenziaria

Chiusi alcuni reparti dell’Ucciardone, il carcere borbonico di Palermo. Sfrattata la polizia penitenzaria. La denuncia del vice segreteario nazionale del Sappe, Mimmo Nicotra.

0 condivisioni

I fatti risalgono al novembre scorso

Tentò di dar fuoco ad un uomo
Un arresto a Monreale

I Carabinieri di Monreale hanno notificato un altro ordine di custodia cautelare in carcere per tentato incendio e tentato omicidio a Davide Adimino, 32 anni,pluripregiudicato e detenuto all’Ucciardone per il tentato omicidio di Andrea Rusticano, cui tentò di dar fuoco al bar Arcobaleno di via Pietro Novelli a Monreale

0 condivisioni

a dirlo e la sicurezza della Cisl

“La situazione dell’Ucciardone è allucinante”

La situazione igienico-sanitaria del carcere dell’Ucciardone di Palermo è, letteralmente, “allucinante”. A dirlo è la federazione Cisl della sicurezza (Fns Cisl) per la quale “le dichiarazioni del ministro della Giustizia Nitto Palma, rilasciate dopo aver visitato il carcere dell’Ucciardone

0 condivisioni

I sindacati chiedono la disinfestazione

Carcere ‘Ucciardone’ di Palermo
Muffa nelle celle

La chiusura per avviare la disinfestazione di due sezioni del carcere Ucciardone a Palermo. La chiedono i sindacati in una nota congiunta inviata al capo dipartimento dell’amministrazione penitenziaria. “Le celle non vengono tinteggiate da anni, e le pareti -affermano – sono sporche e scrostate, in alcune zone del reparto sono piene di muffe di colore verde scuro”.

0 condivisioni

La Fondazione Buttitta: "Ricordiamo così due autentici eroi del nostro tempo"

Nell’Aula bunker dell’Ucciardone una cronaca sinfonica per Falcone e Borsellino

L’opera, promossa dalla Pro Event Music, con il patrocinio della Fondazione Ignazio Buttitta -sostenuta dall’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana-, del Sacro Militare Ordine Costantiniano Delegazione Sicilia, del Conservatorio di Musica Vincenzo Bellini di Palermo e con la partecipazione di Enel spa, è una cronaca sinfonica per voce recitante ed orchestra. Sarà eseguita l’8 aprile alle 18,00

0 condivisioni

L'iniziativa dell'assessore provinciale Porretta

Regali per i figli dei detenuti dell’Ucciardone

Momento di solidarietà stamane al carcere dell’Ucciardone di Palermo. L’assessore provinciale alle politiche sociali Domenico Porretta ha infatti consegnato ad una rappresentanza di circa 40 detenuti, oltre 300 fra giocattoli e videogiochi destinati ai figli degli stessi detenuti dell’istituto di pena.

0 condivisioni

in manette angelo cangelosi, 30 anni

I carabinieri sequestrano un chilo e mezzo di droga

Operazione antidroga dei carabinieri, a Palermo. Sequestrato un chilo e mezzo circa di sostanze stupefacenti, in prevalenza hashish ma anche cocaina. In manette è finito Angelo Cangelosi, 30 anni.

0 condivisioni

Sono Andrea Lo Vasco e Catia Falcone

Armi, droga e bilancino.
Arrestata coppia in via Antinori

Nel corso della perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti 800 grammi di cocaina suddivisa in cinque involucri, 100 grammi di hashish, un bilancino di precisione, una pistola giocattolo

0 condivisioni

Adesso si trova all'Ucciardone

Furto e ricettazione, un arresto a Palermo

I carabinieri hanno arrestato a Palermo Salvatore Augusta, 41 anni, con l’accusa di furto e ricettazione.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.