lunedì - 16 settembre 2019

 

Archivio

in settemila a rischio per effetto del provvedimento

Precari, piovono licenziamenti
Parziale proroga solo per alcuni

Un terzo dei precari siciliani saranno licenziati fra 15 giorni. Sono settemila quelli per cui è stata negata la proroga. I primi 89 al comune di Cefalù ma sono un centinaio i comuni nella stessa situazione. Tutti gli altri (17mila circa) avranno solo un anno di ulteriore lavoro assicurato.

0 condivisioni

Ars bloccata, Uil Sicilia: “Deputati pensano solo a poltrone e incarichi”

“La politica pensa solo alla spartizione di poltrone e incarichi. Lo hanno dimostrato oggi i deputati siciliani”. Lo dice Claudio Barone, segretario generale della Uil Sicilia.

0 condivisioni

finiti nuovamente i fondi

Forestali di nuovo ‘alla porta’
Barone: “No alla guerra fra proveri”

Se la giunta oggi non deciderà di anticipare altre somme da domani i forestali restaranno nuovamente a casa per la terza volta quest’anno

0 condivisioni

troppa discrezionalità nella proposta

Mobilità personale regionale
Nuovo nulla di fatto all’Aran

Posizioni diverse fra sindacati. La Cgil denuncia la lentezza del governo, la Cils mrivendica la richiesta di criteri certi. Timida apertura ma condizionata della Uil che punta a togliere alibi ai vertici regionali

0 condivisioni

la uil non ci sta ad essere considerata 'morbida'

20mila precari a rischio in Sicilia
“Crocetta non mantiene gli impegni”

“Avevamo dato credito al governatore Rosario Crocetta ed agli impegni che aveva preso sui precari ma dobbiamo prendere atto che nulla è cambiato a distanza di un anno”. A rimarcare la dose sull’allarme ‘precari’ è il segretario generale della Uil Sicilia Claudio Barone  che ci tiene a segnare la differenza fra il suo sindacato e

0 condivisioni

le grandi preoccupazioni delle parti sociali

Cento giorni per salvare la Sicilia
Cgil, Cisl e Uil scrivono a Baccei

A meno di 100 giorni dal 30 aprile, termine ultimo per l’approvazione del bilancio della regione, “da palazzo d’Orleans giungono notizie frammentarie e sempre a mezzo stampa, dalle quali sembra emergere peraltro che la legge di stabilità non possiede quel respiro programmatico di cui la Sicilia ha bisogno”. Lo sostengono i segretari generali di Cgil,

0 condivisioni

l'attacco di claudio barone, segretario uil sicilia

“La politica degli sprechi
fa pagare il conto ai lavoratori”

“Lo diciamo forte e chiaro: è ora di finirla. La politica siciliana non taglia gli sprechi e continua a fare pagare il conto ai lavoratori. La situazione è drammatica. I siciliani non ne possono più di sacrifici e incertezze e di pagare per le colpe di una politica che non intende rinunciare ai propri privilegi”.

0 condivisioni

ci sarà una delegazione siciliana

In piazza i dipendenti pubblici
8 novembre sciopero a Roma

“Il crescente malessere negli uffici pubblici in Italia è legato all’assenza di leve motivazionali per i dipendenti, additati ingiustamente come fannulloni , nella realtà sempre a servizio della collettività malgrado il mancato riconoscimento della loro dedizione da parte dello Stato, sia sotto il profilo economico che professionale”: con queste parole, il segretario generale della Uil

0 condivisioni

Grazie alla modifica della riforma della PA

Stabilizzare 22.500 precari siciliani
Per la Uil si vede il traguardo

Secondo il sindacato la modifica della Riforma della Pubblica amministrazione apre alla stabilizzazione dei precari storici siciliani ma mancano le risorse regionali per completare il percorso

0 condivisioni

parla il segretario generale claudio barone

Chiusura Eni, Uil: “La Sicilia rischia la desertificazione industriale”

“Eni torni sui suoi passi, mantenga gli impegni assunti e avvii il programma di riqualificazione produttiva a Gela. La Regione siciliana, invece, non sottovaluti e rallenti la realizzazione degli investimenti e delle opere necessari per la nostra Isola. Non vorremmo assistere, ancora una volta, alla cronaca di una morte annunciata”.

0 condivisioni

parlano i segretari barone e raimondi

Formazione, critica la Uil: “La tanto annunciata riforma parte male”

“Anche sugli Sportelli multifunzionali, non di competenza dell’assessore Scilabra ma dell’assessore al Lavoro Bruno, non capiamo perché si voglia rimettere in discussione l’utilizzo dei 1.800 lavoratori presso il Ciapi. C’è già una precisa norma, concordata con i sindacati, approvata dall’Ars”.

0 condivisioni

il governatore al contrattacco

Crocetta solo contro tutti
Bugie sul bilancio, il Pd e la piazza

Il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta sembra sotto assedio.

0 condivisioni

cgil, cisl e uil verso lo sciopero generale

Sicilia vicina al fallimento
Duro attacco sindacale al governo

La Sicilia rischia il fallimento a causa di testardaggine e incompetenza della politica. Cgil, Cisl e Uil tornano ad azioni di lotta unitarie. Risposte oggi stesso o saranno messe in campo azioni di lotta di intensità sempre crescente

0 condivisioni

Tensione tra il governatore e Confindustria Sicilia

Rischio default, Crocetta a Montante:
“Conti ok pure per agenzie di rating”

“Non c’è alcun rischio default che è stato tecnicamente superato grazie al lavoro del governo, lo dicono anche le Agenzie di rating che hanno rivisto l’outlook da negativo a positivo”. Il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, risponde quasi piccato all’allarme lanciato oggi dal presidente di Confindustria Sicilia, Antonello Montante per il quale trent’anni di mala

0 condivisioni

il presidente dell'Ars detta la sua ricetta a "La Sicilia"

Regione al default, Ardizzone: “Poche riforme possono salvarci”

“La Regione siciliana è in condizioni di avere autonomia finanziaria, ma occorrono alcune riforme, neanche tante”. E’ il pensiero del presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone che snocciola, in un’intervista al quotidiano “La Sicilia”, le sue idee per salvare l’isola dall’ormai imminente rischio di fallimento. Nelle ultime ore la giunta di governo ha anche dato il via libera

0 condivisioni

Il monito del presidente di Confindustria in Sicilia

Finanziaria bis, Antonello Montante:
“Regione ormai vicina al default”

“La Regione siciliana sta arrivando al default, non per responsabilità del governo Crocetta ma per trent’anni di cattiva gestione. Per evitare di rimanere prigioniero, il governatore dopo avere destrutturato il sistema, lavoro apprezzabile, adesso passi al secondo step quello della ricostruzione: predisponga un business plan di 4-5 punti su cui concentrare gli sforzi per lo

0 condivisioni

critiche dall'Anci, dalla Cisl e dalla Cgil

Finanziaria bis, no di Comuni
e sindacati: “Incontri inconcludenti”

Veniamo da un incontro inconcludente con il presidente della Regione, non si è stati capaci di coniugare emergenza e progetto”. E’ il commento del presidente dell’Anci Sicilia, e sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, rilasciato a margine all’assemblea degli operai del Cantiere Navale, parlando del vertice di ieri tra il governatore della Sicilia Rosario Crocetta e i

0 condivisioni

L'appello della Uilm: "Letta faccia cambiare idea a Fiat"

Assemblea lavoratori Fiat su Termini
Partecipa il governatore Crocetta

Circa cinquecento operai della Fiat e delle ditte dell’indotto hanno partecipato all’assemblea indetta da Fim, Fiom e Uilm davanti ai cancelli della fabbrica a Termini Imeresechiusa da due anni con tutti i lavoratori in cassa integrazione in deroga. Anche il governatore della Sicilia Rosario Crocetta ha preso parte alla riunione.

0 condivisioni

La Uil Sicilia al fianco del governatore

Forestali, Crocetta: “Indennità chilometriche costano 30 milioni”

Le indennità chilometriche dei forestali non costano attualmente 20 ma 30 milioni di euro. Obiettivo del governo è di riportarli a 20″. Lo dice in una nota il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta.

0 condivisioni

Lo dicono Claudio Barone e Gianni Borrelli della Uil Sicilia

Precari, Uil Sicilia attacca D’Alia:
“Sfugge alle sue responsabilità”

“Il ministro D’Alia continua a sfuggire alle sue responsabilità. Al governatore Crocetta ha cercato di ripassare la palla sulla vicenda dei precari degli Enti locali siciliani e oggi ha scaricato il problema direttamente al Presidente del Consiglio, Letta”. Lo dicono Claudio Barone, segretario generale della Uil Sicilia, e Gianni Borrelli della Uil Sicilia.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.