“Ho chiesto al Direttore competente di avviare immediatamente il procedimento disciplinare anche al fine di valutare la immediata sospensione dal servizio dei funzionari dell’Ispettorato di Enna responsabili dei fatti riscontrati dalla Guardia di Finanza. La Regione Siciliana si costituirà parte civile e, ancora una volta, licenzieremo i dipendenti che risulteranno infedeli”. E’ quanto dichiara l’assessore Regionale dell’Agricoltura e delle Risorse Rurali Nino Caleca alla notizia dei risultati delle indagini della Guardia di Finanza su un caso di concussione perpetrato da due funzionari dell’Azienda Forestale di Enna ai danni di due imprenditori.

Già nello scorso mese di gennaio l’assessore Caleca ha assunto analogo comportamento nei confronti del funzionario dell’IPA di Catania colto in flagranza di reato verso il quale si è subito definita la procedura di licenziamento. Per l’Assessore Nino Caleca “I soldi destinati all’agricoltura devono andare agli imprenditori e mai ai funzionari corrotti”.