Tanti auguri Facebook. Oggi il Social Network più amato e utilizzato compie ben 11 anni. Ne è passato di tempo da quando il giovanissimo studente americano Mark Zuckerberg, abile informatico e imprenditore, lo ha messo al mondo, inizialmente social esclusivo per gli studenti di Harvard,  poi passo dopo passo lo ha fatto crescere, seguendo semplici intuizioni e chiedendosi “Quali informazioni vorrebbero trovare i giovani studenti online?”.

Ed ecco che “The facebook”, questo il nome iniziale della piattaforma, aggiungeva tasselli e informazioni: dove abita quel ragazzo, è fidanzata la compagna di corso, quando fa il compleanno l’amico e via dicendo.

E oggi a distanza di 11 anni Facebook ancora divide il pubblico: c’è chi non può proprio farne a meno e alla prima pausa utile della giornata si connette, c’è chi lo sfrutta addirittura per tenersi aggiornato con le notizie del mondo, rischiando anche di beccarsi le cosiddette “bufale”. Ci sono gli studenti che lo hanno scambiato per libretto universitario e i giovani che lo utilizzano come agenda personale pubblicando step by step i momenti, anche quelli meno interessanti, della propria giornata.

Ci sono quelli che non lo sopportano, che lo accusano di aver definitivamente rovinato i rapporti tra le persone che “non escono più”, credono di avere tanti amici ma poi se varcano la soglia di casa si ritrovano soli.

Ma c’è anche chi attraverso questo social ha ritrovato amici d’infanzia, si tiene in contatto con chi è andato via dalla propria città, lo usa per condividere informazioni universitarie e lavorative.

Buon compleanno Facebook, dunque, che molti italiani hanno ribattezzato ironicamente “faccia-libro”, traducendo il nome con cui alla fine Zuckerberg lo ha battezzato prendendo spunto dagli annuari che vengono distribuiti nelle università americane.

Dopo 11 anni è ormai disponibile in oltre 70 lingue e conta più di 1 miliardo di utenti attivi che lo hanno portato ad essere uno dei 10 siti più visitati al mondo, con oltre 60 milioni di immagini caricate settimanalmente.