“Nonostante l’alto numero di sospetti casi di malasanità in Sicilia, le aziende sanitarie dell’isola risultano essere senza alcuna copertura assicurativa”. Lo dice Gianfranco Vullo, deputato regionale del Pd, che sulla vicenda ha presentato una interrogazione parlamentare all’assessore alla Salute e al presidente della Regione.

“Alle aziende sanitarie siciliane – aggiunge Vullo – è infatti impedita la stipula in autonomia di polizze assicurative a seguito della decisione del governo regionale di centralizzare le procedure attraverso una gara unica: il risultato è che a tutt’oggi non risulta esperita alcuna gara in tal senso, e di conseguenza le vittime di malasanità sono costrette a subire, oltre al danno dell’errore medico, la beffa di non potere ottenere il risarcimento dovuto dalla struttura sanitaria inefficiente”.

Nell’interrogazione Vullo chiede dunque di “procedere con la massima urgenza alla definizione della gara per assicurare la copertura assicurativa alle strutture sanitarie della nostra regione”.