C’è grande attesa al teatro Brancati di Catania dove a grande richiesta sabato 7 e domenica 8 febbraio riprenderà “Barberia”, il tour che vede protagonisti l’attore Massimo Venturiello e la Compagnia di Canto Popolare Favarese, composta da Peppe Calabrese chitarra e voce, Maurizio Piscopo fisarmonica e voce, Mimmo Pontillo strumenti a plettro, Pasquale Augello percussioni e Raffaele Pullara mandolino.

Lo spettacolo ha avuto uno strepitoso successo non solo a Catania, ma anche in grandi città come Asti, Roma, Milano, dove ogni sera ha
avuto il pieno assoluto.

Il tour continuerà martedì 10 a Sambuca di Sicilia, mercoledì 11 a Enna e giovedì 12 a Patti, e c’è la possibilità che si aggiungano altre date.

Oltre al tour tante sono le iniziative in campo culturale: c’è un progetto con il regista Toni Trupia per realizzarne un film e a marzo la Compagnia suonerà a Pantelleria, con suono in presa diretta nel film “U dammusu del Nibbio, che sarà girato a Pantelleria con la regia di Enrico e Giancarlo Montesan e la fotografia di Rosario Neri.

Intanto è prevista per febbraio l’uscita dell’attesissimo libro sulla “Merica” con l’editore Sciascia di Caltanissetta. E infine, alla fine di maggio la Compagnia sarà a Lisbona, in Portogallo, per partecipare ad una rassegna internazionale con uno spettacolo molto originale dal titolo : “Il Fado e la Musica dei barbieri”.

La Compagnia farà uno scambio Cultural-Musicale prima a Lisbona e poi a Palermo ospitando i vecchi musicisti che hanno reso celebre questa musica nel mondo, facendola diventare patrimonio dell’Umanità, così come vogliono fare Maurizio Piscopo e Peppe Calabrese nei confronti della musica da barba, per farla conoscere in tutto il mondo.

A Palermo la manifestazione sarà organizzata dagli amici della musica. Tra qualche settimana la Rai registrerà a Favara nel quartire di San Francesco “Quando i bambini giocavano per la strada”.