Era sprangato da dieci anni, uno dei gioielli liberty di Palermo: ma la strada tracciata lo scorso anno – quando lo storico Teatro Finocchiaro ha riaperto le sue porte, creandosi una nicchia nel panorama artistico palermitano – è risultata quella vincente.

E dunque si continua, con una stagione variegata, leggera, di intrattenimento, che pesca parecchio nel varietà di una volta, nella musica di ogni genere, nella commedia. E visto che il pubblico ha dimostrato di gradire la novità, molti spettacoli seguiranno la formula di theatre à la table, lo spettacolo abbinato alla cena o all’aperitivo rinforzato, quest’anno affidati alla mano sicura dello chef Natale Giunta.

Ma, come già successo lo scorso anno, il Teatro Finocchiaro vuole avviare la sua nuova stagione “stringendo la mano” e spalancando le porte alla città: venerdì (16 ottobre) dalle 20 il teatro liberty sarà aperto con ingresso gratuito. Visite teatralizzate e musiche ambient, ma soprattutto “scampoli” del nuovo spettacolo, “Moulin Rouge” che debutterà invece sabato alle 21 con la formula del théatre à la table. Il teatro sarà a disposizione di chiunque lo voglia visitare per scoprire gli affreschi liberty che schiacciano un occhio a Klimt, i palchetti disegnati dall’architetto Paolo Bonci o il tetto a lucernario apribile.

Il 17 ottobre alle 21, invece, via alla stagione vera e propria. e anche alla prima produzione della Compagnia dei Bohemiens, il “Gran Varietà Moulin Rouge”, regia di Katiuska Falbo che firmerà anche gli altri spettacoli dello stesso genere, uno a mese: il 13 novembre “Chicago”, il 16 gennaio, ecco “Cabaret”, il 26 febbraio, “Gran Burlesque”. “Gran Varietà Moulin Rouge” – presentato sia sabato 17 che domenica 18, con la formula di theatre à la table su menu dello chef Natale Giunta (prenotazione obbligatoria: 091334569 e 331.8799115) – è liberamente tratto dal musical del 2001 di Baz Luhrmann, ispirato alla Bohéme di Puccini.

Uno spettacolo originale, così come la pellicola cinematografica, con rivisitazioni di alcuni dei brani storici del pop interpretati da Valeria Milazzo, Federica Amoroso, Luigi Maria Rausa, Massimo D’anna, Katiuska Falbo (che firma la regia) con la partecipazione straordinaria di Daria Biancardi. Lo spettacolo racchiude il senso dello spirito bohémien nelle quattro parole chiave del lungometraggio Libertà – Bellezza – Verità – Amore. Ensemble dal vivo guidato dal trombettista Benny Amoroso, composto da Giuseppe Ricotta (pianoforte), Riccardo Coraro (chitarre e voce), Ivano Pollicino (basso) e Sergio Calì (batteria). Coreografie di Clara Congera per il “Balletto di Palermo”. Direzione video e luci di Emanuele Noto.

Moulin Rouge! di Luhrmann vinse due Oscar nel 2002; il film mescola la spettacolarità scenica ad un certo surrealismo, in linea con lo spirito della Parigi dell’epoca; dal punto di vista visivo, predominano i colori caldi, il rosso su tutti, alternati a toni cupi e freddi nelle scene drammatiche di maggiore tensione.

Direzione artistica: Katiuska Falbo

Cena-spettacolo: 41,50 euro intero, 36,50 euro ridotto.

Tutti gli spettacoli inizieranno alle 21. C’è la possibilità di “comporre” il proprio abbonamento, scegliendo gli spettacoli nella rosa dell’intero cartellone, partendo da un minimo di 5 appuntamenti. Biglietti sul Circuito Tickettando.
Il Teatro Finocchiaro è in via Roma, 184 a Palermo. Info: 091334569 – 331/8799115