Via libera alla cassintegrazione per tutti i lavoratori della Tecnis. Lo rende noto il segretario generale della Filca Cisl Sicilia Santino Barbera che stamattina al ministero del Lavoro ha siglato l’intesa, insieme alle segreterie nazionali di Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil, e alle segreterie generali provinciali Nunzio Turrisi della Filca
Catania, al segretario della Filca Cisl di Agrigento Caltanissetta Enna Franco Iudici della Filca di Messina Giuseppe Famiano e al segretario della Fillea Cgil di Catania Giovanni Pistorio.

La misura è retroattiva e parte dal 21 dicembre 2015. Domani, in un incontro all’Ufficio provinciale del Lavoro di Catania, sarà stabilita la modalità di applicazione della cassa integrazione per tutti i lavoratori siciliani delle aziende collegate.

“Siamo soddisfatti dell’esito dell’accordo – commenta Santino Barbera – soprattutto perché i fondi destinati erano decisamente insufficienti. Grazie all’intervento del ministero è stato possibile chiudere la partita a favore dei lavoratori, anche in considerazione del fatto che a partire dall’1 gennaio 2016 non sarà più possibile concedere cassa
integrazione a lavoratori di aziende sottoposte a interdittiva antimafia”.

“In corner – conclude Barbera – è stato raggiunto un obiettivo che salvaguarda i dipendenti e apre spiragli positivi per il futuro”.