La bellezza assoluta non sempre basta e spesso, dopo poco, stanca. Così per costruire la propria fortuna artistica, c’è chi cura il cervello più che l’aspetto fisico. Ne è esempio Teresa Mannino, comica palermitana, classe 1970, ragazza 100% sicula, piccola di statura e dalle forme non certo generose. Una cascata di capelli ricci ed una valanga di simpatia.

Un percorso artistico in continua ascesa, dal palcoscenico teatrale e televisivo di Zelig sino al mondo pubblicitario. Dopo la pubblicità con Claudia Gerini, Teresa Mannino è infatti la co-protagonista dell’ultimo spot di successo della compagnia telefonica 3Italia. A bordo di un Maggiolone bianco riesce a conquistare un bellissimo quanto imbranato Raoul Bova alle prese con un’automobile in panne; mostrandosi una donna sicura delle proprie potenzialità si rivolge alla nuova conquista invitandolo a riconoscere un “quasi” dato di fatto: «Dì la verità, nessuna è come me».

Un nuovo modello femminile dunque e la nostra conterranea non è un caso isolato. Luciana Littizzetto e Geppi Cucciari, sono altro esempio di donne apprezzate per il loro talento, che non fanno nulla per apparire più belle e non dimostrano alcun complesso. Anzi, sono diventate emblema di come ironizzare sui propri difetti, non prendendosi troppo sul serio e trasformando, con la propria verve comica, dei punti di debolezza in punti di forza.

Come dichiara infatti oggi Teresa Mannino al Corriere della Sera «Per me è impensabile puntare sulla bellezza, già da piccola per sopravvivere ho sempre scelto la comicità e la simpatia. Io sono un antidepressivo, non un’antivelina».

Questa nuova tendenza che esalta la donna con cui sorridere (e non solo quella da guardare) è stata prontamente metabolizzata dal mondo pubblicitario, che nel confezionamento dei propri spot ricorre sempre più spesso a donne con le quali potersi identificare, che non siano necessariamente magre, bionde ed alte 1 metro e 80 cm.

Non le solite “stangone” straniere. Non le “bonazze” che molti uomini vorrebbero avere come vicina di casa. La donna bella ed impossibile non è l’obiettivo da perseguire ad ogni costo per ottenere gradimento e popolarità. La bellezza è un dono prezioso ma per piacere davvero, a tutti, serve qualcosa di più. Serve saper ridere e far ridere, di gusto, e con gusto, di tutto. Vizi e virtù compresi.