Quindici persone, tredici dipendenti regionali e due imprenditori, sono state arrestate dai carabinieri di Palermo perché accusate, a vario titolo, di peculato, truffa aggravata nei confronti dello Stato, turbata libertà degli incanti, falsità materiale e ideologica. Ad emettere l’ordinanza di custodia cautelare è stato il gip di Palermo su richiesta della Procura.

L’operazione, denominata “Iban”, è il frutto di indagini scattate nel febbraio 2012, e che hanno fatto luce su un meccanismo di distrazione e successiva appropriazione indebita di denaro pubblico, di circa 500mila euro, fatto confluire sui conti correnti personali degli arrestati, anziché su quelli delle imprese che avevano fornito i servizi alla Regione. L’indagine era partita nel 2012 dopo la segnalazione dell’allora dirigente generale della Formazione, Ludovico Albert, quando era ancora in carica il governo presieduto da Raffaele Lombardo.

elenco delle persone arrestate:

Currao Emanuele, nato a palermo il 10.05.1967, funzionario direttivo dell’amministrazione regionale, associato in carcere;
Avara Mario, nato a palermo il 23.03.1964, imprenditore, associato in carcere;
Cimino Concetta, nata a caltanissetta il 25.10.1946, dirigente dell’amministrazione regionale in pensione;
Inzerillo Marco, nato a Lucca Sicula (AG) il 13.06.1964, funzionario direttivo regionale;
Curatolo Gualtiero, nato a palermo l’.8.02.1966, cassiere regionale;

Rizzo Maria Concetta, nata a Palermo il 7.12.1963, istruttore direttivo regionale;

Cavalieri Maria Antonella, nata a Palermo l’8.5.1961, istruttore direttivo regionale;

Bartolotta federico, nato a Palermo il 4.2.1953, istruttore direttivo regionale;
Di pietra vito, nato a Palermo l’11.4.1970, collaboratore regionale;
Bonfardeci Giuseppina, nata a Palermo l’8.09.1962, istruttore direttivo regionale;
Spallino Giampiero, nato a Palermo l’ 11.5.1970, collaboratore amministrativo regionale;
Zannelli Carmelo, nato a Palermo il 29.4.1967, collaboratore amministrativo regionale (in merito alla posizione di Zannelli in data 13 luglio 2015 l’avvocato Antonino Badalamenti che assiste Zannelli in sede civile informa che “il procedimento penale R.G.N.R. 7322/12 a seguito di stralcio di indagine della posizione di Zannelli Carmelo + 1 si è concluso con un’ordinanza di archiviazione del procedimento a suo carico emessa in data 22.07.2014 dal G.I.P del Tribunale di Palermo D.ssa M. Petruzzella a causa dell’estraneità ai fatti del mio Assistito”;
Ducato Michele, nato a Palermo l’8.02.1959, funzionario direttivo regionale;
Gazzelli Marcella, nata a Palermo il 18.11.1965, collaboratore amministrativo regionale;
Filingeri Amedeo Antonio, nato a Borgetto (PA) il 13.09.1962, imprenditore.