E’ scattato intorno alle 4 e mezza del mattino un nuovo blitz delle teste di cuoio francesi a Parigi che rischia di terminare in un bagno di sangue. Nel mirinoci sarebbe la mente dell’attacco del 13 novembre il belga di origine marocchine Abdelhamid Abbaoud di
cui da anni si erano perse le tracce.

L’operazione è scattata in un sobborgo a Nord d Parigi non lontano dallo State de France ma le forze dell’ordine sarebbero state accolte a colpi d’arma da fuoco.

La sparatoria avrebbe già causato almeno 2 morti e si teme per una terza vittima, ma non è chiaro se si tratti di agenti di polizia o di terroristi.

Teatro del blitz è la zona di Saint-Denis, sobborgo a nord di Parigi dove sono almeno 5 gli uomini barricati nell’appartamento-covo, almeno secondo le notizie frammentarie che vengono dalle reti televisive e dai siti locali

Inizialmente si pensava che nell’appartamento si trovasse il nono uomo del commando terrorista  della carneficina di venerdì ma potrebbe trattarsi addirittura della testa della cellula terroristica che ha organizzato il bagno id sangue costato la vita a 129 persone